Agricoltura urbana e filiere corte. Un quadro della realtà italiana
Autori e curatori
Contributi
Laura Aguglia, Emanuele Blasi, Ilaria Borri, Patrizia Borsotto, Gianluca Brunori, Aurora Cavallo, Clara Cicatiello, Benedetta Di Donato, Mario Di Traglia, Silvio Franco, Francesca Galli, Agostino Giannelli, Francesca Giarè, Sabrina Giuca, Rossella Guadagno, Silvia Innocenti, Luigi Mastronardi, Andrea Olivero, Barbara Pancino
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 356,      1a edizione  2016   (Codice editore 1810.3.8)
Peer reviewed content
Peer Reviewed Content

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 42,00
Disponibilità: Discreta





Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 29,00
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (ePub) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 29,00
Formato: Epub con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare

In breve
Le diverse forme di filiere corte (farmers’ market, vendita diretta, box scheme, Gruppi di Acquisto Solidale e Community Supported Agricolture…) in cinque realtà urbane diversificate sotto il profilo territoriale. Dopo un quadro iniziale sulle relazioni che interessano i principali attori del mercato, il testo propone un percorso metodologico sperimentale per valutare la sostenibilità (ambientale, sociale ed economica) dei processi di produzione e consumo alla base di queste filiere corte.
Presentazione del volume

Questo volume riporta i principali risultati del progetto di ricerca "Analisi e valutazione di scenari connessi agli impatti producibili sul mercato e supporto alla definizione di indirizzi strategici per la promozione delle esternalità delle filiere corte" promosso dal Ministero delle Politiche Agricole e Forestali (MiPAF) e realizzato da ricercatori delle Università del Molise, della Tuscia, di Pisa, del Crea e del Cursa.
Il focus principale è l'analisi delle diverse forme delle cosiddette filiere corte, definizione in cui rientrano i farmers' market, la vendita diretta, i box scheme, i Gruppi di acquisto solidale (Gas) e i Community Supported Agricolture (Csa), che è stata svolta in cinque realtà urbane italiane - Torino, Trento, Pisa, Roma e Lecce - diversificate per caratteristiche territoriali.
Dopo aver offerto un quadro iniziale sui principali attori del mercato ossia produttori, consumatori e istituzioni, le filiere corte vengono esaminate nelle cinque città, offrendo uno spaccato delle agricolture urbane in Italia. Il lavoro è condotto con la lente di un approccio metodologico sperimentale finalizzato alla valutazione della sostenibilità, secondo le matrici ambientale, sociale ed economica, tanto dei processi di produzione che di consumo.
I risultati che ne derivano - frutto di una notevole mole di elaborazioni, analisi e considerazioni - risultano in buona misura innovativi e, in ragione della copertura spaziale ed economica, pur non ambendo ad una reale "rappresentatività" statistica dei fenomeni indagati, hanno portato alla realizzazione di una nuova mappatura delle filiere corte nel contesto dell'agricoltura urbana in Italia.

Davide Marino, professore associato di Economia ed estimo rurale presso il Dipartimento di bioscienze e territorio dell'Università del Molise, è membro del collegio del dottorato "Paesaggio e ambiente" dell'Università La Sapienza di Roma. Ha diretto il Master di II Livello in "Governance delle aree naturali protette" dell'Università del Molise, è socio di diverse società scientifiche e fa parte del consiglio scientifico del Centro di ricerche sulle aree interne e appennini (Aria), e di quello della Fondazione montagna Italia. Ha inoltre promosso la Rete italiana dei ricercatori sull'agricoltura urbana. Ha coordinato diversi progetti di ricerca nazionali e internazionali in materia di agricoltura urbana, paesaggio agrario, biodiversità, servizi ecosistemici, pagamenti per i servizi ecosistemici (Pes) e contabilità ambientale. Tra questi si segnala il progetto Prin sui paesaggi agrari tradizionali ed il progetto LIFE+Making Good Natura sull'applicazione dei Pes nel contesto italiano.

Indice
Andrea Olivero, Prefazione
Davide Marino, Introduzione
Parte I. Il quadro iniziale
Davide Marino, Aurora Cavallo, Le filiere corte al centro delle nuove relazioni tra cittàcampagna e tra produttore-consumatore
Laura Aguglia,
Le politiche europee
Davide Marino, Rossella Guadagno, La mappatura delle filiere corte in Italia
Francesca Giarè, Sabrina Giuca,
Produttori, consumatori, ricercatori: punti di vista sugli impatti delle filiere corte
Clara Cicatiello, Barbara Pancino, I questionari e il piano di rilievo
Parte II. Gli attori
Luigi Mastronardi, Agostino Giannelli, I produttori
Silvio Franco Clara Cicatiello, I consumatori
Aurora Cavallo, Davide Marino, Le istituzioni
Parte III. Le tipologie di filiere corte
Daniela De Gregorio, Mario Di Traglia, I farmers' market
Daniela De Gregorio, Mario Di Traglia, La vendita diretta
Rossella Guadagno, Aurora Cavallo, I box scheme
Ilaria Borri, Patrizia Borsotto, I Gruppi di Acquisto Solidali (GAS)
Aurora Cavallo, Rossella Guadagno, Community Supported Agricolture (CSA)
Parte IV. Cinque casi di agricoltura urbana
Ilaria Borri, Patrizia Borsotto, Torino
Clara Cicatiello, Emanuele Blasi, Trento
Francesca Galli, Silvia Innocenti, Gianluca Brunori, Pisa
Aurora Cavallo, Rossella Guadagno, Benedetta Di Donato, Davide Marino, Roma
Luigi Mastronardi, Agostino Giannelli, Lecce
Parte V. Conclusioni
Davide Marino, La nuova mappatura. Le filiere corte nel contesto dell'agricoltura urbana in Italia
Bibliografia.




newsletter facebook rss

Linkedin Facebook Twitter RSS Informatemi