Adhd e learning disabilities

Anna Maria Re, Martina Pedron, Daniela Lucangeli

Adhd e learning disabilities

Metodi e strumenti di intervento

Il Disturbo da Deficit di Attenzione e Iperattività (in inglese ADHD) è diventato negli ultimi decenni una delle sindromi infantili più diffuse. Il volume offre a psicologi, neuropsichiatri infantili, pedagogisti, logopedisti delle linee metodologiche di lavoro utili per affrontare queste situazioni.

Edizione a stampa

22,00

Pagine: 160

ISBN: 9788856822878

Edizione: 1a ristampa 2013, 1a edizione 2010

Codice editore: 1305.120

Disponibilità: Discreta

Il Disturbo da Deficit di Attenzione e Iperattività (in inglese noto con la sigla ADHD) - caratterizzato da difficoltà a mantenere l'attenzione, impulsività ed eccessiva irrequietezza motoria - è diventato negli ultimi decenni una delle sindromi infantili più studiate e discusse al mondo. L'interesse per questo disturbo è dovuto, oltre che alla sua larga diffusione nella popolazione infantile, anche alla ripercussione che ha in ambito scolastico. Molto spesso, infatti, i problemi che i bambini con ADHD incontrano a scuola si definiscono come vere e proprie "comorbidità", in particolare con le learning disabilities - o disturbi specifici dell'apprendimento (DSA).
Il punto di forza di questo lavoro consiste proprio nell'affrontare in modo specifico il problema della comorbidità dell'ADHD con i DSA nella pratica clinica, fornendo al lettore esempi concreti di come porsi di fronte a situazioni clinicamente complesse sia dal punto di vista diagnostico sia dell'intervento.
Dopo una rassegna dei principali aspetti teorici dell'ADHD, il volume si concentra sulla pratica clinica: lo spunto è offerto dall'analisi di alcuni casi, a partire dai quali si illustrano gli interventi che possono proficuamente essere attuati con la famiglia, con la scuola e con il bambino. Ciascun caso si sofferma sulla comorbidità con uno specifico disturbo dell'apprendimento: ADHD e marcate difficoltà nella letto-scrittura, ADHD e disturbo del calcolo, ADHD e disturbo della scrittura - in quest'ultimo esempio, poco discusso in letteratura, si prende in esame sia l'aspetto ortografico sia quello dell'espressione scritta.
Psicologi, neuropsichiatri infantili, pedagogisti, logopedisti - ossia a tutte quelle figure professionali che quotidianamente incontrano l'ADHD o i DSA - potranno trovare all'interno di questo volume delle linee metodologiche di lavoro utili per affrontare situazioni di comorbidità.

Anna Maria Re, dottore di ricerca in Psicologia, svolge attività clinica e di ricerca sull'ADHD e i DSA presso la Facoltà di Psicologia dell'Università di Padova.
Martina Pedron, psicologa, psicoterapeuta, è specializzata presso la Scuola di specializzazione in Psicologia del Ciclo di Vita dell'Università di Padova, dove svolge attività di ricerca applicata nell'ambito delle learning disabilities.
Daniela Lucangeli è professore ordinario di Psicologia dello Sviluppo e dell'Educazione presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell'Università di Padova. È autore di numerosi contributi scientifici apparsi su riviste nazionali ed internazionali, oltre che di saggi scientifici e didattici. Svolge attività di ricerca in psicologia dello sviluppo, dell'apprendimento e dell'educazione.



Introduzione
Il Disturbo da Deficit di Attenzione/Iperattività
(L'ADHD: caratteristiche principali ed etichette diagnostiche; Epidemiologia; Evoluzione dell'ADHD; Eziologia)
La comorbidità con i disturbi dell'apprendimento
(La comorbidità tra ADHD e DSA)
La valutazione
(La valutazione; Il colloquio; I questionari; I test neuropsicologici e cognitivi)
Il trattamento
(Il trattamento)
I Casi
La storia di Enrico. ADHD e difficoltà specifiche di letto-scrittura: un caso di comorbidità
(Presentazione del caso; Il colloquio con i genitori (raccolta anamnestica); Il colloquio con le insegnanti; La valutazione; Sintesi diagnostica; Il progetto di intervento; L'intervento con il bambino; L'intervento in classe (il supporto alle insegnanti); L'intervento con i genitori; Considerazioni conclusive)
La storia di Marco. ADHD e difficoltà in matematica: gli effetti sull'autostima
(Presentazione del caso; Il colloquio con i genitori (raccolta anamnestica); Il colloquio con le insegnanti; La valutazione; Sintesi diagnostica; Il progetto di intervento; L'intervento con il bambino; L'intervento con la scuola; Il parent-trainingin; Considerazioni conclusive)
La storia di Stefano. ADHD e difficoltà nella scrittura: l'importanza della meta cognizione
(Presentazione del caso; Il colloquio con i genitori (raccolta anamnestica); Il colloquio con le insegnanti; La valutazione; Sintesi diagnostica; Il progetto di intervento; L'intervento con il bambino; L'intervento in classe (il supporto alle insegnanti); L'intervento con i genitori; Considerazioni conclusive)
Bibliografia generale
(Riferimenti per gli strumenti; Riferimenti per il trattamento; Sitografia).

Contributi:

Collana: Strumenti per il lavoro psico-sociale ed educativo

Argomenti: Psicodiagnostica nel lavoro e nella formazione - Disturbi dell'apprendimento - Valutazione, sostegno e riabilitazione nell'età dello sviluppo

Livello: Testi per insegnanti, operatori sociali e sanitari - Testi per psicologi clinici, psicoterapeuti

Potrebbero interessarti anche