La città divisa

Federico Zannoni

La città divisa

Conflittualità, confini, prove di comunità

Diversità, convivenza e multiculturalità sono la cifra dei nostri tempi, eppure le temiamo. Ci atterriscono, spingendoci alla chiusura, all’aggressività e talvolta alla violenza. Compito dell’educazione è penetrare le fessure di queste barriere per provare ad aprire squarci di dialogo progressivamente più ampi. Il volume, rivolto a operatori sociali, educatori e insegnanti, propone analisi di realtà italiane ed europee, riflessioni e strumenti per una progettualità possibile.

Edizione a stampa

30,00

Pagine: 242

ISBN: 9788891712363

Edizione: 1a edizione 2015

Codice editore: 249.1.10

Disponibilità: Buona

I muri in cemento tra un quartiere e una piazza, quelli ancora più duri che calcificano i nostri pensieri e i sentimenti, le contrapposizioni, i conflitti e le separazioni caratterizzano la realtà della vita in comune, alimentando un perpetuo senso di minaccia e paura. Diversità, convivenza e multiculturalità sono la cifra dei nostri tempi, eppure le temiamo.
Ci atterriscono, spingendoci alla chiusura, all'aggressività e talvolta alla violenza. Il sentore che in ogni momento potremmo essere vittime di una catastrofe, che il nostro vicino potrebbe farci del male, ci rende ansiosi e vulnerabili.
Compito dell'educazione è penetrare le fessure di queste barriere, per provare ad aprire squarci di dialogo progressivamente più ampi, per promuovere nuove attitudini relazionali, o semplicemente per ridestare antichi valori comunitari antropologicamente presenti nell'essere umano, ma ormai soffocati da forze più grandi, più potenti, più pervasive. Il presente volume, rivolto a operatori sociali, educatori e insegnanti, si inserisce in questo contesto, proponendo analisi di realtà italiane ed europee, riflessioni e strumenti per una progettualità possibile.

Federico Zannoni è assegnista di ricerca nel Dipartimento di Scienze dell'Educazione dell'Università di Bologna. Ha pubblicato, in Italia, Russia, Romania e Regno Unito, articoli e libri su stereotipi e pregiudizi etnici in età evolutiva (Con gli occhi dei bambini, 2006, con A. Di Rienzo), immigrati di seconda generazione (Fuori dal silenzio, 2010, con A. Genovese e F. Filippini), mediazione e gestione dei conflitti (La società della discordia, 2012). È impegnato in progetti di educazione interculturale in Europa e Federazione Russa.

Introduzione
Parte I. Separazioni e conflittualità nello spazio urbano
Il Noi necessario
(Guerra di condominio; Ostalgia di un Noi; Movimenti, utopie e Comuni; Il senso del Noi; Il bisogno degli altri; L'uomo self service)
Città di muri e barricate
(Piazze e non luoghi nella città; Babeli e isole; Non più decapottabili, ma SUV; Lo straniero, tra l'indifferenza e il silenzio; Fortezze vuote e confini che separano; Conflitti e scontri, sempre e ovunque)
Parte II. Il Sectarianism a Glasgow e in Scozia: il passato, il presente, un futuro incerto
Definizioni e storia
(Definizioni; Le radici: la questione nordirlandese; Oltre il canale: il Sectarianism nella storia scozzese)
Il Sectarianism oggi
(Alcune ricerche; Due colori, due comunità: passeggiando nell'East End di Glasgow e nel sobborgo di Larkhall; Glasgow: una città difficile; Sectarianism: un dibattito ancora aperto)
Sectarianism e faith schools
(Scuole e comunità divise in Irlanda del Nord; Scuole cattoliche e scuole protestanti in Scozia)
Realtà, iniziative e opinioni a confronto: le forze che dividono e quelle che uniscono
(La memoria, l'orgoglio, i disordini: l'attualità del Loyal Orange Order, del Cairde na hÉireann e della James Connolly society; Il derby senza fine: Celtic e Rangers, dentro e fuori dagli stadi; Fedi in dialogo nella società secolarizzata; Un fronte compatto? Scuole, iniziative di comunità e Sense Over Sectarianism; Sinergie e alleanze con le forze di polizia)
Parte III. Tatari e russi nella Repubblica del Tatarstan: mescolanze, fedi e barriere, dove l'Oriente incontra l'Occidente
Passato e presente di una convivenza che muta
(Kazan Istanbul del Volga; L'epopea tatara nella regione del Volga; L'Islam, la lingua, le tradizioni e la cultura nell'identità tatara; Giovani che vogliono "ritatarizzare" Kazan)
Le relazioni interetniche tra i giovani nella città di Neberezhnye Chelny: una ricerca sul campo
(Le realtà e i punti di vista; La ricerca quantitativa e il focus group)
Parte IV. Lo spazio della pedagogia nella società della discordia
Nei conflitti
(Memoria, storia e nostalgia; Diseguaglianza e diversità; Stili di vita e appartenenza sociale; Spazi, culti e linguaggi della separatezza; Violenza, vittime e vittimismi)
Affrontare i conflitti
(Oltre le emergenze, oltre il contatto: la comunità; Nessuno Escluso; Le alleanze necessarie)
Oltre i conflitti
(Le gabbie dell'identità; Razionalità e alterità; Penetrare l'opaco; Il dialogo e l'incontro; Emozioni e società; Sulle frontiere; La via per l'avvenire)
Riferimenti bibliografici.

Contributi:

Collana: Collana di Pedagogia sociale, storia dell’educazione e letteratura per l'infanzia

Argomenti: Pedagogia sociale e della marginalità

Livello: Studi, ricerche - Textbook, strumenti didattici

Potrebbero interessarti anche