La mediazione culturale nei musei/La mediación cultural en los museos

Emma Nardi

La mediazione culturale nei musei/La mediación cultural en los museos

Interpretazioni e ricerche/Interpretaciones y estudios

Cadmo promuove un’idea del progresso dell’educazione non vincolata a sensibilità locali ma aperta ai tanti modi in cui nel mondo contemporaneo l’educazione contribuisce a realizzare condizioni di progresso e libertà. I contributi qui raccolti si riferiscono a ricerche nell’ambito della didattica museale.

Edizione a stampa

16,00

Pagine: 130

ISBN: 9788891712554

Edizione: 1a edizione 2015

Codice editore: 1326.6.2

Disponibilità: Buona

La pubblicazione di Cadmo ha avuto inizio nel 1993. In oltre vent'anni ha raccolto importanti riconoscimenti internazionali (ISI, Scopus, Aeres) che ne hanno fatto un riferimento non solo per la ricerca educativa in Italia ma anche per molti studiosi che operano in altri paesi. Cadmo segue una linea di autonomia e di rispetto per gli apporti derivanti da differenti ambiti culturali, accettando contributi oltre che in italiano, anche in varie altre lingue. Quel che conta è promuovere un'idea del progresso dell'educazione non vincolata a sensibilità locali ma aperta ai tanti modi in cui nel mondo contemporaneo l'educazione contribuisce a realizzare condizioni di progresso e libertà. I contributi qui raccolti si riferiscono a ricerche nell'ambito della didattica museale.

Emma Nardi è responsabile del Centro di Didattica Museale dell'Università Roma Tre (http://lps.uniroma3.it), dove insegna Pedagogia sperimentale. È presidente del Committee for Educational and Cultural Action dell'International Council of Museums (Unesco).

Cadmo empezó a publicarse en 1993. A lo largo de sus más de veinte años de existencia ha obtenido importantes reconocimientos internacionales (ISI, Scopus, Aeres), que la han convertido en una referencia no solo para la investigación educativa en Italia, sino también para muchos especialistas que trabajan en el extranjero. Cadmo sigue una línea de autonomía y respeto dando cabida a artículos que provienen de distintos ámbitos culturales, y aceptando colaboraciones en varias otras lenguas, además del italiano. De lo que se trata es de promover una idea del progreso de la educación no vinculada a sensibilidades locales sino abierta a los muchos modos a través de los cuales la educación en el mundo contemporáneo contribuye a que se den condiciones de progreso y libertad. Las colaboraciones aquí recogidas se refieren a estudios en el ámbito de la didáctica museal.

Emma Nardi es responsable del Centro di Didattica Museale dell'Università Roma Tre (http://lps.uniroma3.it), donde enseña Pedagogía experimental. Es, asimismo, presidente del Comité internacional para la educación y la acción cultural del Consejo internacional de museos (Unesco).

Premessa
"Là dove dialogano le culture". Il Musée du Quai Branly a Parigi
Essere e voler essere nella percezione del pubblico: un'indagine sulla mostra Dürer e l'Italia alle Scuderie del Quirinale
Segni di un codice. I santi di Lorenzo Lotto.
Índice:
Premisa
"Allí donde dialogan las culturas". El Musée du Quai Branly de París
Ser y querer ser en la percepción del público: un estudio sobre la exposición Durero e Italia en las Scuderie del Quirinal
Signos de un código. Los santos de Lorenzo Lotto.

Contributi:

Collana: Ricerche sperimentali

Argomenti: Pedagogia sperimentale

Livello: Studi, ricerche

Potrebbero interessarti anche