Il sintomo ciarlatano. Da Freud a Lacan

Autori e curatori
Contributi
Carmelo Licitra-Rosa, Judith Miller
Livello
Testi per psicologi clinici, psicoterapeuti
Dati
pp. 304,      1a edizione  2002   (Codice editore 1790.4)

Il sintomo ciarlatano. Da Freud a Lacan
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 35.00
Disponibilità: Limitata


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846437433

Presentazione del volume

Il sintomo freudiano è un sapere, un sapere all'occorrenza in grado di parlare. Ma ci vuole la credenza, dice Lacan. La credenza riguardo a che cosa? Riguardo al senso che questo sintomo racchiuderebbe, e che si tratterebbe di decifrare. Tuttavia il sintomo è anche quanto di più reale si incontra nella cura analitica: oppone resistenza, vi si cozza contro, se ne ha fin sopra i capelli, e tuttavia una ripetizione inesorabile lo sostiene, mentre il soggetto senza tregua ne soffre e ne gode al tempo stesso. Ecco da dove origina la questione ricorrente dell'ultimo insegnamento di Lacan: visto che c'è del senso nel godimento, non potrebbe essere che ci sia del senso nel reale, stante che la "nozione" di reale esclude di per se stessa il senso?

Si tratta di una messa in questione dei fondamenti stessi della psicoanalisi, ben più radicale, ben più insidiosa e sottile di quelle critiche avventate e sgangherate che non le sono mai mancate.

Che Freud sia stato un ciarlatano, solo degli imbecilli possono crederlo e solo dei detrattori proclamarlo. In ogni caso il punto non è questo, ma piuttosto che ad essere ciarlatano è proprio il sintomo. Un reale che parla e che mente, ecco con che cosa abbiamo a che fare nell'analisi. Come concepire una cosa simile? Come districarvisi?

I post-moderni avevano creduto di sbarazzarsi del reale nel momento stesso in cui sminuivano la portata della verità ("non ci sono che interpretazioni"). In definitiva essi non hanno fatto altro che alimentare la nuova versione del buon senso, fatta di scetticismo e di tecnicismo. Quella presente è la grande ora delle saggezze - orientali, liberali - e delle Lifestyle Drugs - Prozac, Viagra. La via lacaniana non ha nulla a che vedere con questi ideali di anestesia. Essa discrimina fra sembiante e reale. Ed elabora quel reale speciale che è poi quello della clinica: "l'impossibile da sopportare". ( Jacques-Alain Miller )

Trentadue articoli di psicoanalisti francesi e non - scritti appositamente e secondo un disegno unitario - preceduti da tre conferenze di Jacques-Alain Miller, fanno di questo libro una piccola enciclopedia sul sintomo, da Freud a Lacan.

Indice


Carmelo Licitra Rosa , Introduzione all'edizione italiana
Judith Miller , Prefazione
Jacques-Alain Miller , Il Seminario di Barcellona su Die Wege der Symptombildung
Jacques-Alain Miller , Il sintomo: sapere, senso e reale
Antoni Vicens , Il senso dei sintomi e le vie della loro formazione
Samuel Basz , Fra piacere e realtà, chiave per una teoria unificata del Campo freudiano
Serge Cottet , I benefici del sintomo e la seconda topica
Enric Berenguer , Il sintomo analitico
Juan Carlos Indart , I sintomi fuori transfert
Ronald Portillo , Sintomo e identificazione
Philippe Stasse , Paradossi della sublimazione
Pierre-Gilles Guéguen , Le donne e il sintomo: il caso dei postfreudiani
Vicente Mira , La chiave di Melanie Klein
Leonardo Gorostiza , Il sintomo come messaggio
Flory Kruger , Godere del sintomo
Anne Szulzynger , Si può non rifiutare la femminilità?
Monique Kusnierek , Il partner e l'analisi
Marie-Jean Sauret , La varità del sintomo
Myriam L. Chorne , Il passo più importante
Miquel Bassols , Un sintomo senza l'Altro
Graciela Brodsky , La psicoanalisi come sintomo
Francisco Pereña , Sintomo e creazione
Ricardo Seldes , "Sfortunatamente esisto..."
Bernardino Horne , La fobia come piattaforma girevole
Lucia D'Angelo , Le perversioni: etiche private, godimenti pubblici
Pierre Strélisky , La segnatura, fenomeno psicosomatico
Carmen Gallano , "Io non sono paranoico"
Fabien Grasser , Destini della schizofrenia?
José Monseny , L'isteria come lingua di base
Antonio Quinet, Zwang e Trieb
Shula Eldar
, L'etica della melanconia
Rosine e Robert Lefort , L'autismo e la sua specificità
Virginio Baio , Contrastare il reale del bambino psicotico
Pierre Skriabine , Intorno alle colpe morali dette depressioni
Vicente Palomera , In che modo la scienza arriva a discolpare
Pierre Sidon , Genesi e vicissitudini del concetto di sintomo
Guy Briole , L'avvenire della psichiatria: la psicoanalisi.




newsletter facebook rss

Linkedin Facebook Twitter RSS Informatemi
  • Psichiatria, neuropsichiatria, neuroscienze, psicofisiologia, psicobiologia
  • Psicologia cognitiva, psicologia della personalità
  • Psicologia sociale, di comunità, politica, ambientale, dell'emergenza, del turismo
  • Scienze e tecniche psicologiche per l'intervento clinico

    Scienze e tecniche psicologiche per il lavoro, l'impresa, le organizzazioni

    Teoria e tecniche dei test, psicometria, psicodiagnostica

    Scienze e tecniche psicologiche dello sviluppo e dell'educazione

    Teoria e tecniche per la riabilitazione

    Prevenzione e clinica delle dipendenze

    Psicologia giuridica, investigativa, forense, criminale, psicologia della devianza

    Psicologia della salute, psicologia del benessere, educazione al benessere

    Psicologia dell’arte e della letteratura, psicologia estetica

    Storia della psicologia

    Professione psicologo

    Servizi di cura


    Pubblicità