Zooantropologia. Storia, etica e pedagogia dell'interazione uomo/animale
Autori e curatori
Contributi
Mario Alinei, Graziella Arazzi, Luisella Battaglia, Elena Callegari, Giorgio Celli, Sergio Dalla Bernardina, Giovanni Manetti, Roberto Marchesini, Giuseppe Ongaro, Giuseppe Pallante, Ernesto Passante
Collana
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 360,      1a edizione  2003   (Codice editore 875.16)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 36.50
Condizione: esaurito
Disponibilità: Nulla
Codice ISBN: 9788846445384

Presentazione del volume

Le fiabe popolari a ogni latitudine rappresentano la trasformazione dell'uomo in animale come una punizione di qualche vizio ostinato. Dalle Metamorfosi di Apuleio al Pinocchio di Collodi trovarsi nel corpo di un animale è un'esperienza triste e persino terribile. La credenza nella metempsicosi in ogni epoca e civiltà ha inserito l'esistenza individuale in un ciclo di trasformazioni animali concepite e vissute come un castigo e insieme un cammino di riscatto.

Ogni animale è così identificato con una qualità morale. La trasformazione in animale suscita orrore, ma presuppone al tempo stesso una familiarità e una comune natura tra tutti gli esseri viventi. L'uomo può estraniarsi nell'animale solo perché riconosce in quest'ultimo un altro se stesso . Lo stesso Aristotele assegna un'anima agli animali, anche se inferiore.

La solidarietà un po' misteriosa che unisce tutti gli esseri viventi è percepita come un fatto sempre più evidente e la nozione di alterità si è allargata dalla famiglia al clan e all'intera umanità. Ma non basta. Il passo successivo è l'obbligo di riconoscere la natura comune, il comune destino e il comune significato che lega l'uomo a ogni altra creatura della terra. L'etica animale va oltre il limite rappresentato dalle relazioni umane.

La nuova etica accoglie il principio del rispetto della vita come tale e mette in discussione la visione antropocentrica per la quale l'uomo è l'essere più importante di ogni altra forma di vita. La nuova etica della responsabilità, che si fonda sul rispetto per la vita, restituisce al rapporto tra uomo e uomo tutta la sua profondità e intensità. La vera etica è universale in un senso non kantiano; essa esprime l'impegno a conservare e migliorare l'esistenza di ogni alterità concreta. "Tutto ciò che è etico, scrive Albert Schwcitzer deriva da un unico principio di moralità, cioè la conservazione e lo sviluppo della vita al massimo livello attraverso il perfezionamento spirituale e morale di noi stessi".

Claudio Tugnoli , è ricercatore presso l'Iprase del Trentino. Collabora con il Corso Superiore di Scienze Religiose di Trento e il Dipartimento di Filosofia dell'Università degli Studi di Bologna.

Indice


Ernesto Passante, Presentazione
Giorgio Celli, Prefazione. La zooantropologia: una rivoluzione filosofica
Claudio Tugnoli, L'unità di tutto ciò che vive. Verso una concezione antisacrificale del rapporto uomo/animale
(La considerazione morale degli esseri viventi; Il Jainismo come dottrina della nonviolenza universale; Il sacrificio degli animali; Animali umani e non umani; La concezione naturalistica dell'animale; L'intelligenza degli animali; Il postumanesimo di Roberto Marchesini; Conclusione)
Parte I. Storia
Giovanni Manetti, Linguaggio degli uomini e linguaggio degli animali tra antichità e epoca contemporanea
(Continuità tra antico e moderno; Linguaggio degli animali e linguaggio umano in Aristotele; Il De Interpretatione ; Stoici)
Mario Alinei, Nomi di animali, animali come nomi: cosa ci insegnano i dialetti sul rapporto fra esseri umani ed animali
(Premessa; I nomi europei della coccinella; I nomi europei della donnola; Le tre principali categorie di nomi: cristiani, pre-cristiani, parentelari; La sacralità dell'animale, alla luce delle due categorie "magico-religiose"; La categoria del tabù; Il vero nome dell'animale tabuizzato e i nomi noa sostitutivi; Gli zoonimi parentelari sono anch'essi di origine sacra o "scherzosi"?; L'orso-parente nell'area dei Nenci e dei Mansi; La conferma delle fiabe; Animali come nomi: cos'altro può insegnare il nome dell'animale; Conclusione)
Giuseppe Ongaro, Dall'anatomia animale all'anatomia umana
(Gli albori della conoscenza anatomica; L'anatomia greca; L'anatomia alessandrina; L'anatomia galenica; L'anatomia medievale; Dall'anatomia galenica all'anatomia umana; Anatomia umana e anatomia comparata)
Graziella Arazzi, I segni dell'universo animale. Zooantropologia e zoosemiotica in Gaston Bachelard
(Mondo animale, immaginazione, ragione: la potenza delle metafore; Lauréamont : svelare i bestiari dello spirito; Tracce di vita animale tra forma e materia; L'etica del volo; Percepire il sistema dei viventi: un dialogo tra immagini e realtà)
Parte II. Etica
Sergio Dalla Bernardina, I doni del cacciatore. La morte dell'animale tra simulazione sacrificale e pragmatismo
(Introduzione: la lunga durata dei clichées venatori; Il modello romantico: l'abbattimento della preda come scambio; Il modello utilitarista; Il modello rurale; Per chi è l'offerta?; Epilogo in forma di satira: il cacciatore come capro espiatorio)
Luisella Battaglia, Lineamenti di bioetica animale
(Premessa; Il pensiero animalista; Ideologia libertaria e filosofia ecologica; La diversità dell'animale; Verso una giustizia tra le specie; Questione animale e coscienza cristiana; L'idea di Cosmopolis; La ferinità ripudiata; La memoria e l'angoscia; Che effetto fa essere un pipistrello?; L'ambiguo confine dell'umano)
Roberto Marchesini, La zooantropologia. Un nuovo modo di studiare la relazione uomo-animale
(Premessa; Origine della zooantropologia; Gli studi antropologici del rapporto uomo-animale; Gli studi etologici del rapporto uomo-animale; Virtuoso nelle cure parentali, vulnerabile verso le forme giovanili; La teoria della "zootropia")
Parte III. Pedagogia
Elena Callegari, Attività e Terapia Assistita con Modelli Animali
(Premessa; Pet Therapy nei bambini portatori di handicap; Pet Therapy negli ospedali psichiatrici; Pet Therapy all'interno delle Case di Riposo; Gli animali "sentinella"; nei casi di stress e attacchi d'ansia; Pet Therapy nelle prigioni; Pet Therapy nelle Comunità per Tossicodipendenza; Pet Therapy negli ospedali psichiatrici; Delfinoterapia ed Ippoterapia; Pet Therapy: terapia del corpo, terapia dell'anima)
Giuseppe Pallante, Didattica zooantropologia: l'esperienza mensa in una comunità scolastica
(Le tre fasi della zooantropologia; Dall'interazione alla relazione; L'interazione complessa: uomo-cibo-animale; La zooantropologia applicata alla didattica; Analisi conoscitiva; Conclusioni)