Fare architettura con l'intonaco. Materiali e tecniche di esecuzione. Prestazioni di malte e pitture. Aspettative dell'utenza.
Livello
Testi per professional
Dati
pp. 240,   figg. 380,     1a edizione  1997, allegati: cd-rom   (Codice editore 86.4)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 56.00
Condizione: esaurito
Disponibilità: Nulla
Codice ISBN: 9788820499808

Presentazione del volume

in allegato CD-ROM con catalogo interattivo

Il progettista, il costruttore e il committente scelgono il materiale per le finiture esterne dell'edificio confrontando un numero di prodotti sempre più ampio, perché insieme alle malte tradizionali, di origine minerale, sono oggi disponibili impasti premiscelati, che offrono prestazioni diversificate o specializzate per la presenza di additivi sintetici. Le modalità di applicazione dipendono sempre meno dall'abilità manuale, anche perché è diventato più conveniente adoperare utensili meccanici efficienti e pratici.

Simmetricamente, dal lato dell'utenza, le preferenze del pubblico si spostano da un materiale sintetico ad uno naturale, oppure da una tessitura grossolana ad una minuta e viceversa, in un movimento senza fine. Un'evoluzione del gusto che stimola la ricerca di suggestive configurazioni del materiale e di inediti dettagli tecnico-figurativi.

Questo libro si rivolge a quanti operano con l'intenzione di orientare la progettazione e la produzione edilizia al mercato, inteso come somma di consuetudini, aspettative, conoscenze, giudizi, benessere individuale e collettivo. In particolare, negli interventi di recupero o restauro e negli edifici di nuova costruzione, le modalità di disegno e realizzazione del rivestimento dipendono da:

- le interazioni tra supporto murario ed intonaco in termini sia funzionali sia estetici;

- la gamma dei risultati che si possono ottenere controllando i componenti dell'impasto, le modalità di applicazione, gli interventi di finitura ed il trattamento dei bordi.

Con il CD-Rom allegato al volume, il lettore può svolgere un'indagine interattiva sui casi di studio più rappresentativi, rispetto agli impieghi dell'intonaco e all'individuazione di tinte o pitture per la migliore finitura del muro. Per ancorare questi esempi emblematici al contesto operativo affrontato quotidianamente da progettisti e costruttori, sono state utilizzate le informazioni tecnico-commerciali fornite dalla ditta SETTEF.

Interrogando un ipertesto, vengono evidenziate le corrispondenze dirette tra il problema da risolvere, il risultato atteso, i prodotti da utilizzare, le specifiche tecniche (lavorazioni e voci di capitolato). Un ipertesto da percorrere liberamente: ad esempio, se si parte dal dettaglio di una superficie corrugata, si può risalire all'involucro edilizio personalizzato; oppure, avendo già stabilito il tipo di costruzione, si mettono a fuoco le indicazioni da concordare con l'impresa per garantire la corretta esecuzione del rivestimento.

Requisiti minimi: lettore CD-Rom su Macintosh o IBM compatibile.

Antonio Marano Architetto, funzionario presso il Dipartimento di Tecnologia dell'Università di Chieti. Responsabile di numerosi progetti e ricerche, promuove la sperimentazione di materiali e tecniche costruttive anche per conto di imprese del settore. Tra le pubblicazioni si ricordano: «Legno e metallo», FrancoAngeli, Milano, 1994, e «Concetti di prodotto per la qualificazione ambientale», Mancini, Pescara, 1995.

Piergiorgio Rossi Docente per le discipline tecnologiche presso le Facoltà di Architettura di Pescara, Roma III, Ascoli Piceno e Ginevra. Collabora all'attività di istituti di ricerca pubblici e privati. Tra le pubblicazioni si ricordano: «La soluzione costruttiva» (1987), «L'immaginazione del concreto» (1989) e «Progettare l'albergo nelle città» (1994) editi dalla FrancoAngeli; «Strumenti per il miglioramento della qualità ambientale», Mancini, Pescara, 1992.

Indice

Capitolo primo - L'argomento: un rivestimento per migliorare la qualità del costruito
Capitolo secondo - L'edificio: i vincoli dell'involucro da rivestire
1. Gli interventi di manutenzione e restauro
* L'invecchiamento del manto di protezione
* II deterioramento degli elementi a rilievo
* Le patologie dell'intonaco degradato
* La restituzione delle forme originarie e delle patine d'epoca
2. I dettagli costruttivi nelle nuove realizzazioni
* La compatibilità del rivestimento con il supporto
* La protezione dei punti di massima fragilità
* La complanarità e lo studio degli allineamenti
* La continuità o discontinuità del manto
Capitolo terzo - II materiale: i componenti minerali e sintetici dell'impasto
1. Le prestazioni del legante
* L'aderenza al supporto e la stabilità strutturale
* La resistenza all'azione dell'acqua e dell'umidità
* La protezione dal freddo, dal rumore e dal fuoco
2. Le caratteristiche dell'inerte
* La forma e la dimensione degli inerti
* La tessitura delle superfici intonacate
Capitolo quarto - La realizzazione: il procedimento di lavorazione
1. II rivestimento delle superfici regolari
* Le prestazioni degli intonaci a uno o più strati
* Le fasi e gli strumenti della realizzazione
* La forma dell'intonaco in corso d'opera
2. La modellazione in opera dell'impasto
* Le incisioni e i rilievi praticati nel manto
* La presenza di cornici e modanature
* La spazialità propria del rivestimento
Capitolo quinto - L'aspetto: la rifinitura della superficie intonacata
1. Le tinteggiature uniformi e variegate
* Vernici, tinte, pitture e plastici
* Le caratteristiche dei prodotti in commercio
* Gli impieghi appropriati rispetto al legante
* II livello delle prestazioni dei tipi di tinta
* Le tinteggiature a due tonalità di colore
2. I trattamenti e gli aggiustamenti conclusivi
* I composti premiscelati
* II segno delle lavorazioni manuali e meccaniche
* Gli interventi artigianali sullo strato di rasatura
Capitolo sesto - II risultato: ricoprire (o decorare) le murature esterne
1. Un rivestimento uniforme senza decorazioni
* L'esaltazione di superfici e volumi
* La versatilità stilistica dell'intonaco
* II mescolarsi di geometrie, razionalità e folclore
2. Le potenzialità espressive di questa tecnica
* Le interferenze tra supporto e intonaco
3. II desiderio di personalizzare l'involucro edilizio
* La decorazione dipinta e modellata
* La funzionalità di alcune soluzioni stilistiche
Capitolo settimo - La ricerca: rinnovare le prestazioni del rivestimento
1. L'impiego di calchi e stampi fuori opera
* I pezzi singolari e quelli standardizzati
2. Nuove modalità di disegno dell'intonaco
* II disegno parametrico del rivestimento
* Le soluzioni costruttive industrializzate
Capitolo ottavo - II mercato: riconoscere le preferenze degli utenti
1. L'eleganza discreta delle tessiture superficiali
* Il gioco delle superfici e dei volumi
* Indicazioni operative per valorizzare la natura del materiale
2. La visibilità degli abbinamenti tra i materiali
* II manto di malta, mattonelle e lamiere
* Indicazioni operative per diversificare il rivestimento
3. L'autorevolezza delle forme senza tempo
* La citazione e il gusto del classico
* Indicazioni operative per interpretare elementi stilistici ricorrenti
4. La vitalità degli approcci innovativi
5 La partizione in lastre dell'involucro
6 Indicazioni operative per la produzione industrializzata del rivestimento