La posizione dell'analista. Fondamenti di clinica psicoanalitica dell'anoressia-bulimia
Contributi
Luisella Brusa, Giuliana Capannelli, Laura Ciccolini, Francesco Comelli, Flaminia Cordeschi, Fabiola De Clercq, Marna Vera Fioravanti, Pamela Pace, Claudio Pavia, Antonella Ramassotto, Claudia Risso, Patrizia Roversi, Rossana Vercellone
Livello
Testi per psicologi clinici, psicoterapeuti
Dati
pp. 128,      1a edizione  2003   (Codice editore 4.5)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 19.00
Disponibilità: Buona


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846449269

Presentazione del volume

La cura analitica dell'anoressia-bulimia impone una riflessione particolare sulla posizione dell'analista quale oggetto catalizzatore del transfert del paziente. È infatti solo considerando la specificità di questa posizione che gli atti, le interpretazioni e la stessa relazione analitica assumono rilevanza e possono avere presa sul soggetto che intraprende un trattamento.

Qual è dunque il posto che l'analista occupa nel transfert del soggetto anoressico-bulimico? In che misura questa posizione è articolata e flessibile all'interno dei diversi dispositivi terapeutici, nella cura individuale, nel trattamento del piccolo gruppo monosintomatico e nel lavoro di équipe in comunità? Quali sono gli indicatori significativi che segnalano questa posizione e dunque l'andamento del processo analitico?

Questo libro raccoglie contributi, teorici e clinici, che affrontano questo complesso tema scandagliando le caratteristiche della posizione dell'analista e indicandone alcuni principi fondamentali: quello della asimmetria , innanzitutto, che fa dell'analista un oggetto terzo, con funzioni simboliche; quello della flessibilità , che deve caratterizzare la posizione dell'analista come oggetto particolare, unico e adattabile per l'investimento transferale del paziente; e infine quello del non sapere , in cui l'analista assume su di sé la posizione di "vuoto generatore" che non nutre e non riempie con il proprio sapere, ma permette al soggetto anoressico-bulimico di produrre la parola capace di contenere la sua verità soggettiva.

L' ABA (Associazione per lo studio e la ricerca sull'anoressia, la bulimia, i disordini alimentari e l'obesità) è stata fondata da Fabiola De Clercq nel 1991. Da allora svolge un'intensa attività clinica e teorica. La modalità terapeutica privilegiata dall'ABA è la cura dei disordini alimentari attraverso piccoli gruppi, detti monosintomatici perché formati da persone che soffrono dello stesso disturbo nel rapporto con il cibo. L'ABA, che offre un servizio di consultorio permanente, svolge una continua attività di informazione, divulgazione e sensibilizzazione del discorso sociale al fenomeno anoressico-bulimico. È stata inoltre riconosciuta dalle Università di Bologna, Torino, Padova, Roma, Urbino e Milano come sede per lo svolgimento dei tirocini post lauream previsti dal Corso di Laurea in Psicologia.

Indice


Fabiola De Clercq, Prefazione
Domenico Cosenza, Anna Maria Speranza, Introduzione
Parte I. L'analista nel trattamento individuale
Domenico Cosenza, Posizione, atto e interpretazione nella cura analitica dell'anoressia-bulimia
Anna Maria Speranza, L'uso che il paziente fa dell'analista: riflessioni su transfert e controtransfert nel trattamento individuale
Claudia Risso, La mancanza di fondamento del paziente depresso: rifondare o interpretare?
Giuliana Capannelli, Il sogno nella cura analitica
Flaminia Cordeschi, Un indicatore di processo: l'analista nei sogni del paziente - Patrizia Roversi, L'analista sul filo
Parte II. La posizione dell'analista nel gruppo
Francesco Comelli, Dialoghi intorno all'essere analisti in relazione al gruppo
Luisella Brusa, Sapere, vuoto di sapere e oggetto. Coordinate della posizione dell'analista nel gruppo
Claudio Pavia, La posizione dell'analista nel gruppo: dentro, fuori o al confine?
Antonella Ramassotto, La direzione della cura e il gruppo
Marna Vera Fioravanti, I confini del gruppo nel transfert
Pamela Pace, Madri e padri s'interrogano: perché proprio mia figlia?
Parte III. L'équipe a orientamento analitico in comunità terapeutica
Laura Ciccolini, Domenico Cosenza, Rossana Vercellone, Il lavoro dell'équipe a orientamento analitico nella cura di un casi di anoressia-bulimia in comunità.


Le nostre spedizioni verranno sospese dal 19 Dicembre al 6 Gennaio (inclusi).
  • Psichiatria, neuropsichiatria, neuroscienze, psicofisiologia, psicobiologia
  • Psicologia cognitiva, psicologia della personalità
  • Psicologia sociale, di comunità, politica, ambientale, dell'emergenza, del turismo
  • Scienze e tecniche psicologiche per l'intervento clinico

    Scienze e tecniche psicologiche per il lavoro, l'impresa, le organizzazioni

    Teoria e tecniche dei test, psicometria, psicodiagnostica

    Scienze e tecniche psicologiche dello sviluppo e dell'educazione

    Teoria e tecniche per la riabilitazione

    Prevenzione e clinica delle dipendenze

    Psicologia giuridica, investigativa, forense, criminale, psicologia della devianza

    Psicologia della salute, psicologia del benessere, educazione al benessere

    Psicologia dell’arte e della letteratura, psicologia estetica

    Storia della psicologia

    Professione psicologo

    Servizi di cura


    Pubblicità