Identità, cultura, Europa. Le "Città europee della cultura"
Autori e curatori
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 224,   1a ristampa 2007,    1a edizione  2005   (Codice editore 1308.9)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 21.00
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846467591

Presentazione del volume

L'idea, l'identità, l'impresa europee sono oggetto di un crescente numero di studi in tutte le scienze sociali, stimolati dallo sviluppo delle istituzioni europee e dal più generale processo di ridefinizione delle appartenenze e unità culturali. L'Europa è vista come un'istanza che media tra scala globale e contesti locali, espressione quindi della complessità del mondo odierno, nel quale vari strati e tipi di appartenenza costituiscono quella che viene spesso chiamata l'identità multipla del soggetto contemporaneo.

Il programma "Città europea della cultura", titolo annuale conferito a turno a diverse città dei paesi europei, è una delle principali iniziative culturali dell'Ue, progressivamente introdotte per sviluppare una coscienza o sentimento europei come strumenti di legittimazione al di là della sfera economica. Esso si pone infatti dichiaratamente come un tentativo di risvegliare un'identità europea diffondendone i simboli, ma rispettando i contenuti delle culture nazionali e soprattutto locali.

Questo libro si interroga sulla sinergia così creata tra locale e sovranazionale, cultura urbana e identità europea. L'analisi si articola in uno studio di caso approfondito, basato su una lunga ricerca sul campo, dell'edizione del 2000, quando nove città contemporaneamente (Avignone, Bergen, Bologna, Bruxelles, Cracovia, Helsinki, Praga, Reykjavik, Santiago de Compostela) hanno condiviso il titolo, mettendo in primo piano la dimensione europea e l'esigenza di far dialogare senza omogeneizzarle le diversità, facendo di tale attitudine l'espressione di unità. Dallo sguardo ravvicinato su Bologna e sulle relazioni instaurate con le altre "Città europee della cultura" del 2000, si sviluppa quindi la riflessione su come e in che senso lo spazio culturale europeo contemporaneo realizzi quella "unità nella diversità" che sia il discorso ufficiale sia quello accademico usano come formula dell'identità europea.

Rivolto principalmente a ricercatori e operatori culturali, il libro è un'utile lettura anche per tutti coloro che si interrogano su cosa si può intendere oggi quando si accostano identità, cultura ed Europa, e cosa può comportare per ognuna di esse tale combinazione.

Monica Sassatelli è dottore di ricerca in Sociologia. Ha insegnato nell'ambito della Sociologia della cultura e del turismo nelle Università di Ferrara, Teramo e Urbino. È stata Jean Monnet Fellow all'Istituto Universitario Europeo di Firenze.

Indice


Introduzione
(Identità, cultura, Europa; "Fare gli europei"; Lo studio di caso. Bologna 2000 e altra "Città europee della cultura"Cec del 2000)
Identità culturale europea
(Unità dell'Europa e Unione europea; L'identità culturale europea: una rassegna; L'identità europea nel discorso ufficiale)
La politica culturale nell'integrazione europea
(Prime proposte di intervento comunitario nel settore culturale; Unione europea e politica culturale; Quale cultura per quale identità; La cultura come mezzo di ingegneria sociale?)
La "Città europea della cultura": verso lo spazio culturale europea
(Un'idea semplice e una visione. La Cec come policy; "Città europee della cultura": essere o divenire? Gli anni '80 e '90; Le Cec nel quadro delle politiche culturali urbane; Osservazioni conclusive: contenuti locali in cornice europea)
Unità nella diversità nelle "Città europee della cultura" del 2000
(Un florilegio di culture urbane; L'Europa nelle nove Cec del 2000; Lo spazio culturale europeo nei progetti condivisi dalle Cec del 2000; L'identità europea attraverso le Cec; Osservazioni conclusive: unità nella diversità nelle Cec del 2000)
Bologna 2000 e l'Europa
(Quale cultura a Bologna 2000; L'Europa a Bologna 2000; Il programma culturale di Bologna 2000; Osservazioni conclusive: Europa come icona legittimante)
Osservazioni conclusive: Europa come icona legittimante)
Osservazioni conclusive