ascolta l'autore
Quando l'amore è una schiavitù. Come uscire dalla dipendenza affettiva e raggiungere la maturità psicologica
Autori e curatori
Collana
Livello
Guide di autoformazione e autoaiuto
Dati
pp. 148,   4a ristampa 2017,    2a edizione, nuova edizione  2011   (Codice editore 239.169)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 19,00
Disponibilità: Discreta




Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856836370
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 13,50
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856843231
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve
L’amore può far male? Può arrivare a uccidere? E se vi arriva, può ancora chiamarsi amore? In che modo l’amore arriva a configurarsi come una dipendenza patologica? A queste domande si cerca di rispondere in un libro semplice, destinato a un pubblico vasto.
Utili Link
Amica Il rifiuto dell'amore (di Marta Citacov)… Vedi...
Gioia! Non esiste l'uomo sbagliato (di Debora Attanasio)… Vedi...
Presentazione del volume

L’amore può far male? Può arrivare a uccidere? E se vi arriva, può ancora chiamarsi amore? Qual è la natura intima dell’amore e che rapporto intrattiene con l’impulso passionale? In che modo l’amore arriva a configurarsi come una dipendenza patologica?
Esiste nel mondo un numero crescente di individui che si dibattono in dinamiche amorose il cui esito finale è non di rado la sconfitta e la sofferenza e che, nonostante ciò, si votano all’amore con la stessa dedizione di un religioso per la sua fede.
La psicologia contemporanea definisce questa patologia come dipendenza affettiva (in inglese, love addiction).
Non ogni amore si esprime in una dipendenza, ma ogni dipendenza affettiva ha bisogno di un amore per radicarsi in una personalità. Nel pieno del suo sviluppo, la dipendenza affettiva altro non è che passione amorosa il cui esito è sovente la sofferenza, la malattia, la morte.
Ma cos’è la passione amorosa? Scrive Ghezzani:“La passione amorosa è un complesso di amore e odio. L’innamorato passionale si lega al suo oggetto d’amore per dare soddisfazione sia a esigenze di amore, sia a esigenze di odio. Nella sua passione convergono il flusso dell’amore (il bisogno imperioso di vivere un amore in piena libertà) e il flusso dell’odio: odio per le convenzioni sociali, che impediscono la libertà del cuore; odio per i genitori, spesso complici di queste convenzioni; talvolta odio per il partner amato, se questo chiude l’amore in una relazione in cui si ripetono gli schemi del passato (le convenzioni dalle quali si voleva fuggire)...”.
La tesi dell’autore è che se la dipendenza affettiva è una patologia, essa lo è però in un modo del tutto particolare: essa è dotata in modo estremo (passionale, appunto) di risorse di libertà che il soggetto deve solo apprendere a scoprire in se stesso per renderle funzionali alla salute e alla vita.

Nicola Ghezzani, psicologo e psicoterapeuta, vive e lavora a Roma dove ha contribuito alla formulazione dei principi della Psicoterapia dialettica. È consulente scientifico presso associazioni di pazienti e di mutuo aiuto. Con FrancoAngeli ha pubblicato Uscire dal panico (2000), Volersi male (2002), Autoterapia (2005), La logica dell’ansia (2008) e L’amore passionale (2010). Cura il sito Affettività e Amore (www.affettivitaamore.altervista.org)

Indice

L’argomento di questo libro
(Microstoria. Ricordi di vita familiare; La collusione sacrificale; La depressione materna; Autarchici e dipendenti)
Amore sacrificale e amore passionale. Il cuore diviso di Loredana
(La dipendenza naturale e l’alienazione originaria; Da dove nasce l’amore. Il bisogno di individuazione duale; La doppia dipendenza. Il cuore diviso di Loredana)
Amore e odio: la collusione sadomasochista
(Cos’è la passione amorosa; Debora; La collusione sadomasochista; L’amore come maieutica della liberazione)
La vera e la falsa diversità: storia di Silvia
(Differenze fra maschi e femmine; Silvia. Una donna come tante; Incontri di reciproca conoscenza; Esercizi di solitudine)
Il codice pedomorfo: interludio storico
(Nella trama della storia; La passione nichilista; Il rapimento estatico. L’amore come estasi mistica; Definizioni)
Follie dell’ambivalenza: “bontà” e “cattiveria” nella relazione amorosa
(L’intervista; La co-dipendenza. Una nota sugli “uomini cattivi”; Dinamiche dell’ambivalenza; Strumenti ed esercizi)
Dipendenza affettiva e promiscuità sessuale: storia di Silvana
(La storia; La compulsione sessuale; Il mostro: una grande forza nascosta)
La psicoterapia: uno strumento di verità
(Un bel corpo senza nome. Una paziente di Masud Khan; Psicoanalisi dell’ideologia, ideologia della psicoanalisi; La perversione ambientale)
Legami di morte: il rovescio della medaglia
(Benedetta; Stalking; Legami di morte. Il rovescio della medaglia; Odio al femminile: un tabù da infrangere)
Il genere assente: una riflessione antropologica
(La religione della dipendenza; Il genere assente. Il mistero del silenzio)
Una nota autobiografica: ri-pensare la propria storia
(Il burattinaio. Un sogno della mia infanzia; Valori e pratiche. La giusta misura)
Bibliografia