Buone pratiche e servizi innovativi per la famiglia
Contributi
Simone Bordoni, Elisabetta Carrà Mittini, Emanuela Consoli, Giovanni Daverio, Luca Martignani, Nadia Tarroni, Daniele Ventura
Collana
Livello
Dati
pp. 588,   1a ristampa 2010,    1a edizione  2006, allegati: allegato on-line   (Codice editore 2000.1142)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 37,50
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846478283

Presentazione del volume

L'Osservatorio Nazionale sulla Famiglia ha intrapreso nel 2004 un programma di ricerche alquanto innovativo a riguardo delle politiche sociali a favore della famiglia. Si tratta degli "studi di caso su buone pratiche". L'intento è stato quello di svolgere un'analisi, insieme teorica e metodologica, di casi "esemplari" nei servizi alle famiglie, al fine di poter sostenere una loro intelligente diffusione, con gli opportuni adattamenti ai contesti locali.
Il volume presenta una messe quanto mai interessante di informazioni su pratiche che possono essere considerate "buone" in termini di politiche di sostegno della famiglia. Oltre alla ricca documentazione, viene proposta una griglia di lettura finalizzata a evidenziare le modalità di svolgimento e di riuscita delle buone pratiche. Essa ha come risultato anche quello di mostrare dove e in che modo oggi si stia sviluppando un welfare particolarmente attento alle nuove problematiche familiari, alla luce dei tre grandi modelli che caratterizzano il sistema di welfare italiano: cioè i modelli dell'offerta istituzionale, del mercato sociale regolato e del welfare societario plurale.
Le analisi qui presentate sono di grande interesse e novità, soprattutto per quanto riguarda quelle misure di welfare che mirano a fare "rete" fra i soggetti "co-interessati" alle buone pratiche. Vengono delineati due scenari dentro i quali collocare le buone prassi in Italia nel quadro del contesto europeo.

Pierpaolo Donati è ordinario di Sociologia nell'Università di Bologna. Già Presidente della Associazione Italiana di Sociologia e membro di numerose commissioni scientifiche nazionali e internazionali, è Direttore scientifico dell'Osservatorio Nazionale sulla famiglia. Ha di recente pubblicato: Sociologia delle politiche familiari, Carocci 2003; Manuale di sociologia della famiglia, Laterza 2006.

Riccardo Prandini è ricercatore di Sociologia dei processi culturali e comunicativi nell'Università di Bologna dove insegna Sociologia della famiglia e Sociologia del Terzo settore. Ha coordinato il lavoro sul campo per questa ricerca. Tra le sue pubblicazioni più recenti: Le radici fiduciarie del legame sociale, FrancoAngeli 1998. La realtà del sociale, numero monografico "Sociologia e Politiche Sociali", 7, 3, 2004.

Indice


Giovanni Daverio, Prefazione
Pierpaolo Donati, Presentazione
Riccardo Prandini, Introduzione. Il disegno e la storia della ricerca
Parte I. Le buone pratiche del welfare municipale
Nadia Tarroni, Il modello plurale di servizi per l'infanzia nella provincia di Bolzano. La costruzione di un welfare comunitario
La creazione di reti familiari e capitale sociale comunitario
Daniele Ventura, Il Progetto Micronidi della Città di Torino: un nuovo ruolo per le famiglie e per il privato sociale nel sistema integrato dei servizi per la prima infanzia
Daniele Ventura, Il progetto "Mamme Insieme" della Città di Cesena: l'auto-aiuto fra madri come percorso di sussidiarietà alla relazione madre-bambino
Daniele Ventura, Il Progetto Spazi Urbani in Gioco nella Città di Trieste: l'animazione estiva dei giardini come strumento di sussidiarietà familiare e di promozione di capitale sociale comunitario
Luca Martignani, Il contributo di integrazione al reddito per i genitori che chiedono l'astensione facoltativa dal lavoro dopo l'aspettativa obbligatoria. Una analisi del modello emiliano-romagnolo
Luca Martignani, Il contributo di integrazione al reddito per i genitori che scelgono il part-time. Politiche di conciliazione dei tempi di lavoro e di cura familiare nel modello emiliano-romagnolo
Luca Martignani, I voucher di conciliazione dei tempi e la promozione delle Pari Opportunità. Quale ruolo per la famiglia? Il Progetto Futura della Regione Friuli-Venezia Giulia
Emanuela Consoli, Le nuove strategie urbane di sostegno alla genitorialità attraverso politiche temporali: il progetto "Tempi della Scuola" del Comune di Bolzano
Elisabetta Carrà Mittini, Il "Consiglio delle famiglie" di Trento
Riccardo Prandini, Parte II. Le buone pratiche del terzo settore
I piani personalizzati di sostegno a favore di persone con handicap grave. Il caso della collaborazione sussidiaria tra famiglia, terzo settore e Regione Sardegna
L'umanizzazione del ricovero pediatrico breve. Il "progetto Andrea" e il network de "Gli Ospedali di Andrea"
La creazione di capitale sociale familiare per il sostegno di famiglie in difficoltà. Il progetto Re.Sol.Fai nella Provincia di Treviso
Reti di famiglie per l'accoglienza in casi di urgenza. L'esperienza di Reggio Emilia
Parte III. Le buone pratiche del welfare aziendale
Simone Bordoni, Le buone pratiche del welfare aziendale
(La conciliazione dei tempi secondo Coop Adriatica; Il nido aziendale della Peg Perego; Il welfare aziendale della Boehringer Ingelheim; Un esempio di "welfare aziendale" complesso: Bracco S.p.A.)
Parte IV. Conclusioni, prospettive di ricerca e sperimentazione
Riccardo Prandini, La morfogenesi delle politiche familiari in Europa e in Italia: la sfida del welfare societario plurale "Family Friendly" al welfare state attivo "Mother Friendly"
Pierpaolo Donati, Un nuovo modo di analizzare, valutare e implementare le buone prassi nei servizi alla famiglia: il modello relazionale
Bibliografia
CD ROM e Appendici.