Ordo Iuris. La nascita del pensiero sistematico
Autori e curatori
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 176,   4a ristampa 2012,    1a edizione  2008   (Codice editore 503.3)
Peer reviewed content
Peer Reviewed Content

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 22.00
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846496584

In breve
Il volume testimonia il tentativo di fondare una teoria dell’identità e della differenza nella filosofia del diritto. Inoltre si argomenta la tesi che i presupposti per una riduzione progressiva dell’ordine dinamico, tipico della prospettiva classica, a ordine sistematico, nel senso moderno, furono elaborati dai filosofi neoplatonici.
Presentazione del volume

Questo lavoro testimonia il tentativo di fondare una teoria dell'identità e della differenza nella filosofia del diritto. Esso aspira, inoltre, a fornire qualche orientamento per rispondere alla seguente domanda: donde proviene (e come si sostiene) l'idea per cui il sistema rappresenterebbe un modello privilegiato nella costruzione del ragionamento giuridico?
La tesi qui argomentata è che i presupposti per una riduzione progressiva dell'ordine dinamico, tipico della prospettiva classica, ad ordine sistematico nel senso moderno, furono elaborati dai filosofi neoplatonici. Non è difficile individuare le conseguenze di questa riduzione sul piano della scienza del diritto: si pensi, per fare due soli esempi, alla questione della gerarchia delle fonti o a quella dell'autonomia di una 'prima norma' che, per costituirsi, non abbisognerebbe di alcun orizzonte etico o metafisico.

Maurizio Manzin è professore ordinario di Filosofia del diritto nell'Università di Trento. Dirige il Cermeg, Centro di Ricerche sulla Metodologia Giuridica (www.cermeg.it), di cui è stato uno dei fondatori. Da anni si occupa della questione del metodo nella scienza giuridica e dello sviluppo della logica giudiziale, con particolare attenzione al periodo tardo-antico e pre-umanistico: a questi argomenti ha dedicato alcune monografie e numerosi articoli, comparsi in riviste scientifiche e miscellanee sia in Italia che all'estero.

Indice


Preambolo
Abbreviazioni
Introduzione. Identità e differenza alle origini del pensiero sistematico
Le relazioni pericolose: cristianesimo e mito dell'uguaglianza
(La "rivoluzione monoteista"; Da san Paolo a Marx, passando per Hobbes; gerarchia e gnosi)
Platone custode della differenza
(L'entificazione dell'essere; Un "parricidio" mancato?; Misticismo platonico)
Principio e principî nel platonismo medio
(Matematizzazione ed apofatismo; L'eclettismo neoplatonico e il tramonto della differenza)
Plotino e la fuga dall'essere
(La solitudine del Principio; La rassicurazione dell'ordine: dall'ataxia alle enneadi; Ambivalenze del testo plotiniano; L'eredità cristiana; Porfirio ed Amelio)
Il Dio dell'uno e dei molti
(Origine precursore della scolastica; Agostino interprete dei neoplatonici)
Il dilemma neoplatonico
(Giamblico; Proclo; Damascio)
Il sistema gerarchico: Dionigi e il platonismo cristiano
(Dalle triadi procliane alle gerarchie dionisiane; Un'errata concezione della trascendenza; La conoscenza delle cose divine; Il bene, il male, la giustizia; Dionigi "Proclo cristiano")
Le avventure della differenza fra Primo e Secondo Millennio
(L'ordine sistematico come paradigma della modernità; Neoplatonismo e pensiero identitario; L'eterno ritorno dell'Uno; Lo strano caso del Dr Jekyll e Mr Hyde)
Epilogo
Indice dei nomi.