Libertà individuale e organizzazione pubblica in Silvio Trentin
Autori e curatori
Livello
Studi, ricerche. Saggi, scenari, interventi
Dati
pp. 272,      1a edizione  2008   (Codice editore 985.23)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 28.50
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846496430

In breve
Il pensiero giuridico-politico di Silvio Trentin (1885-1944): il testo ricostruisce l’opera accademica del giurista sandonatese, per trarne i motivi ispiratori del particolare approccio interpretativo che ne caratterizzerà anche l’esperienza politica. Gli esiti rivoluzionari e federalisti dell’opera trentiniana trovano infatti le proprie radici ideali di sviluppo nel contesto di una peculiare concezione realista del diritto pubblico.
Presentazione del volume

Il testo intende fornire un nuovo contributo per l'analisi del pensiero giuridico-politico di Silvio Trentin (1885-1944).
L'Autore muove da una ricostruzione dell'opera accademica del giurista sandonatese, per trarre da essa i motivi ispiratori del particolare approccio interpretativo che ne caratterizzerà anche l'esperienza politica. Gli esiti rivoluzionari e federalisti dell'opera trentiniana trovano infatti le proprie radici ideali di sviluppo nel contesto di una peculiare concezione realista del diritto pubblico, maturata da Trentin negli anni della formazione giuridica e della docenza universitaria.
Tale concezione rivela un'impostazione metodologica del tutto singolare, con esplicito rigetto del dominante metodo formalistico e con chiara tendenza, già nell'ambito della tradizionale cornice liberale, a concepire lo Stato e le istituzioni pubbliche come strumenti per la tutela e l'implementazione della libertà individuale. Anche in questa prospettiva, quindi, deve intendersi il rifiuto dell'ideologia fascista e la lotta per l'instaurazione di ordinamenti caratterizzati dall'emancipazione di ogni soggetto da qualsivoglia forma di costrizione, sia politica sia economica.
L'esposizione è accompagnata dalla riproduzione, in forma antologica, di alcuni estratti scelti dell'opera di Trentin.

Fulvio Cortese è ricercatore di Istituzioni di diritto pubblico presso la Facoltà di Giurisprudenza dell'Università degli Studi di Trento e collabora con l'Istituto per lo Studio del Federalismo e del Regionalismo dell'Eurac - Accademia Europea di Bolzano. È autore della monografia La questione della pregiudizialità amministrativa. Il risarcimento del danno da provvedimento illegittimo tra diritto sostanziale e diritto processuale (Padova, 2007).

Indice


Introduzione
Parte I. Silvio Trentin, amministrativista
Un giurista liberale, tra dogmatismo e realismo
(La formazione giuridica; Un pensiero critico ed eclettico; Silvio Trentin e il diritto dello Stato liberale)
Un giurista rivoluzionario, tra rinnovamento del metodo e rinnovamento delle istituzioni
(Il fascismo e la trasformazione dello Stato; La ricerca di nuovi modelli; "Dalla struttura alla funzione")
Parte II. Temi fondamentali e sentieri interrotti. Antologia
Il sistema liberale
(In principio è la funzione: il saggio sulla bonifica; L'organizzazione segue la funzione: i saggi sulla crisi dei Comuni e sull'autarchia; Le forme del potere: la volontà pubblica nella monografia sull'atto amministrativo)
La crisi e la visione
(Lo Stato liberale e il fascismo: la scienza giuridica al cospetto del regime; La crisi del diritto e dello Stato: la dissoluzione delle strutture tradizionali; La rivoluzione federalista: i progetti funzionalisti)
Osservazioni finali
Bibliografia
Indice dei nomi
Indice delle abbreviazioni