L'impronta industriale. Analisi della forma urbana e progetto di trasformazione delle aree produttive dismesse
Autori e curatori
Contributi
Antonio De Rossi
Livello
Studi, ricerche. Textbook, strumenti didattici
Dati
pp. 192,      1a edizione  2009   (Codice editore 80.41)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 23.50
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846497345

In breve
Il rapporto tra le grandi aree industriali e la struttura della città contemporanea, e l’importanza che quelle aree, dismesse, rivestono nel progetto e nell’assetto della città futura. Il volume tenta di predisporre strumenti tecnici utili all’analisi preliminare delle aree dismesse e soprattutto alla loro riprogettazione e alla valutazione della qualità dei progetti e delle realizzazioni proposti per la loro riqualificazione.
Utili Link
Inquinamento Recensione (di Alessandro Santoro)… Vedi...
Presentazione del volume

Il libro indaga innanzitutto il rapporto tra le grandi aree industriali e la struttura della città contemporanea, quindi l'importanza che quelle aree rivestono nel progetto e nell'assetto della città futura.
Spesso giudicate inutilizzabili e senza valore di mercato nel momento in cui sono state dismesse, le grandi aree industriali urbane sono attualmente oggetto di crescenti attenzioni, in ragione della loro estensione e della loro localizzazione.
Negli ultimi decenni la loro trasformazione ha innescato il ridisegno di interi comparti urbani. Spesso tuttavia ci si è accostati a queste vaste aree come a dei desolati terrains vagues da riempire semplicemente con nuove funzioni o come a delle gray areas cui sovrapporre segni nuovi, casuali e senza rapporto con la città circostante.
Per riprogettare queste aree può rivelarsi allora utile studiarne la morfologia e prendere coscienza del loro valore semantico e strutturale rispetto al resto della città.
L'obbiettivo di questo lavoro è predisporre strumenti tecnici utili all'analisi preliminare delle aree dismesse e soprattutto alla loro riprogettazione e alla valutazione della qualità dei progetti e delle realizzazioni proposti per la loro riqualificazione.

Michela Barosio dottore di ricerca in Architettura e Progettazione edilizia e docente a contratto di Analisi tipologica e rinnovamento edilizio presso la Prima Facoltà di Architettura del Politecnico di Torino. Svolge attività di ricerca sul patrimonio industriale, sull'analisi urbana e sull'evoluzione contemporanea dell'architettura residenziale e studia le relazioni che intercorrono tra queste tematiche.

Indice


Antonio De Rossi, Prefazione
Introduzione
Il fenomeno della dismissione industriale
(La valenza urbana della dismissione industriale; Cenni storici; Diverse tipologie di dismissione industriale; Strumenti e metodi di analisi del fenomeno; Finalità e tipologie degli interventi sulle aree industriali dismesse; Evoluzione di un fenomeno; Direzioni di ricerca; Il perseguimento della qualità negli interventi di recupero)
L'analisi tipo-morfologica
(Le origini; L'operatività della storia urbana; Tipologia edilizia/Morfologia urbana; Rilievo filologico-congetturale e immagine urbana; Attualità dell'approccio tipologico)
L'analisi percettiva
(Le origini; L'immagine ambientale; La qualità urbana; Il paesaggio urbano; La dinamica della forma architettonica; Strumenti e metodi; Diffusione e attualità dell'approccio percettivo)
Il recupero delle aree dismesse. Criteri interpretativi e operativi
(Strumenti per l'analisi preliminari; La formazione della domanda pubblica; La fase progettuale; La verifica della qualità; Il caso di Torino)
Bibliografia.