Per amore della città. Donne, partecipazione, progetto
Autori e curatori
Contributi
Sandra Bonfiglioli
Livello
Saggi, scenari, interventi
Dati
pp. 160,      1a edizione  2008   (Codice editore 223.1.3)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 21.00
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846497291

In breve
La partecipazione e i contributi delle donne alla vita urbana, al suo funzionamento e governo, le iniziative volte a supportare le azioni di gender mainstreaming nello sviluppo locale e per la qualità urbana. Di quale città parlano le donne quando parlano di città? Gli scritti, le esperienze e i progetti raccolti in questo libro rappresentano una prima risposta a tale quesito.
Utili Link
Gli Altri Per amore della città (di Gisella Bassanini)… Vedi...
D Come uscire dalla trappola (di Assunta Sarlo)… Vedi...
Focus Storia Accomodatevi in salotto (di Marzia Rubega)… Vedi...
Vita Milano, le donne sono meglio dei grattacieli (di Carlotta Jesi)… Vedi...
Presentazione del volume

Anche in Italia, analogamente a quanto accade e da più tempo in ambito internazionale, sono sempre più numerose le donne che mettono al centro delle proprie riflessioni, preoccupazioni e progetti il complesso legame che le esistenze femminili intrattengono con la città. Alcune lo fanno da amministratrici pubbliche o da politiche, altre da professioniste o studiose, altre ancora da cittadine, singole o associate.
Il risultato è una varietà di teorie e pratiche che coinvolgono l'idea stessa di città, la sua progettazione e pianificazione; indagano la partecipazione e i contributi delle donne alla vita urbana, al suo funzionamento e governo; fanno emergere le relazioni di genere e le istanze legate alla pratica della differenza; promuovono iniziative volte a supportare le azioni di gender mainstreaming nello sviluppo locale e per la qualità urbana. Ma di quale città parlano le donne quando parlano di città? Gli scritti, le esperienze e i progetti raccolti in questo libro rappresentano una prima risposta a tale quesito. Una sorta di dono alle donne e agli uomini che, nonostante tutto, continuano ad amare la città.

Gisella Bassanini, architetta e dottore di ricerca, insegna al Politecnico di Milano, sede di Piacenza, dove è responsabile del Laboratorio di ricerca "Generi/generazioni/genti per l'architettura partecipata" e direttrice dell'Osservatorio/sezione donne del CTC-Consorzio Tempi della Città. In questi anni si è dedicata allo studio della storia dell'abitare femminile e alla valorizzazione del contributo delle donne alla pianificazione urbanistica e territoriale e alla progettazione architettonica. Su questi temi scrive, tiene corsi e conferenze ed organizza seminari per conto di istituzioni pubbliche e private.

Indice


Esercizio di merito
Sandra Bonfiglioli, Prefazione
Introduzione
(Perché le donne?; Lo sguardo e il metodo: parole vicine all'esperienza; Le parti del testo)
Parte I
Città desiderate
(Frames, orientamenti, temi, visioni; Governance, gender mainstreaming, empowerment delle donne; Per una "nuova filosofia della pianificazione urbana"; Donne e sviluppo degli insediamenti umani; Città accogliente solidale accessibile; Pensare, costruire, amministrare, vivere nella città; Tessere i legami per una città più sicura; La "città del due": l'eredità del Gruppo Vanda; A più voci: gruppi, iniziative, idee)
Tra pubblico e privato, case e città
(Il farsi privato del pubblico; Né qui né là, ma tra le cose; Coabitare: quello stare tra donne; In movimento nell'urbano; Città narrate; Utopia e realtà: Terradilei; Per "abitare con signoria")
Tempi della città e architetture del quotidiano
(L'origine femminile delle politiche temporali urbane; Progettare gli orari, coordinare i tempi; Attrici del cambiamento; Una nuova idea di qualità della vita; All'ombra dei cittadini: la scala del corpo; Il quotidiano tra esperienza ordinaria e invenzione; Il progetto delle cose minute e (non solo) delle grandi opere)
Parte II
Pratiche sensibili: le forme per interpretare il cambiamento
(Dire/Fare; Partire da sé; Parlare non è mai neutro; Ascoltare/Osservare; Esplorare/Mappare; Interagire/Creare; Sentire/Abitare)
Cinque progetti
(Eileen Gray. "Tempe à Pailla": una casa tutta per sé, Castellar, Francia; Lina Bo Bardi. Centro Sociale "Secs-Fábrica da Pompéia", San Paolo, Brasile; Charlotte Perriand. "Casa del tè", Parigi, Francia; Franziska Ullmann, Liselotte Peretti, Gisela Podreka, Elsa Prochazka, Maria Auböck. Complesso residenziale "Frauen-Werk-Stadt I", Vienna, Austria; aQ architetturaquotidiana. Parco-giochi "Mar dei piccoli", Taranto, Italia)
20100 Milano
(Poesia di Giulia Niccolai)
Riferimenti bibliografici.