Filosofia, Scienza, Storia. Studi in onore di Alberto Pala
Autori e curatori
Contributi
Michele Camerota, Paola Dess, Cristina Dess, Stefano Gensini, Elisabetta Gola, Alberto Granese, Maria Teresa Marcialis, Pietro Melis, Giancarlo Nonnoi, Enrico Isacco Rambaldi, Gian Pietro Storari, Silvano Tagliagambe
Collana
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 326,      1a edizione  1995   (Codice editore 495.69)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 38,50
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788820492410

Presentazione del volume

Figura di rilievo nel campo dell'indagine filosofica, Alberto Pala, attraverso la sua produzione scientifica, ha contribuito ad arricchire il patrimonio storico-filosofico internazionale. Alcune sue opere, in particolare i suoi fondamentali studi su Newton e Descartes, hanno varcato i confini nazionali e continuano a rappresentare oggi un importante punto di riferimento.

Per lo scienziato inglese ricordiamo la traduzione dei Principi matematici della filosofia naturale, nella collana "Classici della scienza" diretta da Ludovico Geymonat (Utet 1965), la monografia Isaac Newton. Scienza e filosofia (Einaudi 1969) e Scritti di ottica (Utet 1974).

Più recente invece è il suo interesse per lo sperimentalismo francese della prima metà del XVII secolo e in particolare per la figura, cruciale in quel contesto, di René Descartes come testimonia il volume Descartes e lo sperimentalismo francese. 1600-1650 (Editori Riuniti 1990).

L'autore, con argomentazioni estremamente puntuali e persuasive, riesce a ribaltare l"'immagine consacrata" del Descartes "ragno" quella che si regge sul malinteso razionalismo del filosofo francese, per cui i principi sarebbero semplicemente dati indipendentemente dal ricorso all'esperienza.

Come ha opportunamente sottolineato Silvano Tagliagambe, nel saggio di apertura di questo volume: "le attribuzioni di paternità a Cartesio di un'idea di sapere inteso soprattutto, o addirittura esclusivamente, nel senso del "conoscere mediante dimostrazione" e sulla base di procedure di calcolo meccaniche e infallibili, costituisce un errore di prospettiva di cui Pala ha avuto il merito di evidenziare le premesse e di denunciare le conseguenze. La sua opera, da questo punto di vista, costituisce uno dei casi felici in cui la ricerca storiografica offre seri motivi di riflessione e di approfondimento all'analisi epistemologica".

Scritti di: A. Cadeddu, M. Camerota, C. Dessì, P. Dessì, S. Gensini, E. Gola, A. Granese, M.T. Marcialis, P Melis, G. Nonnoi, E.l. Rambaldi, G.P Storari, S. Tagliagambe.

Indice


• Bibliografa delle opere di Alberto Pala
• Tagliagambe: Oltre "la strategia del ragno"
• Granese: Paul Valéry e la filosofa (La filosofa del linguaggio di Paul Valéry)
• Teresa Marcialis: Dio e i talleri. Considerazioni in margine alla prova a priori di Cartesio
• I. Rambaldi: Invidia e uguaglianza in Marx e in Rawls
• Dessì: L'incubo dell'automa
• Melis: Morale e diritto
• Nonnoi: Galileo e Pascal, idee ed esperienze
• Cadeddu: Scienza e filosofia in Francia durante il Secondo Impero (1851-70)
• Dessì: Marsilio Ficino, Jean Fernel e lo spiritus
• Gensini: Note sulla Epistolica de historia etimologica. Dissertatio di G. W. Leibniz (1712?)
• Storari: Newtonianesimo e scienza della mente: George Boole e le leggi del pensiero
• Camerota: Virtù calamitica: analogia magnetica e ruolo dell'aria nella teoria galileiana degli "arginetti" (1612)
• Gola: Le metafore e il problema mente-corpo: cartesianesimo e anticartesianesimo nelle scienze cognitive contemporanee