Controllo finanziario e rischio di default. Vol. 1. La prospettiva dell'analisi di bilancio
Autori e curatori
Contributi
Salvatore Loprevite
Livello
Textbook, strumenti didattici
Dati
pp. 420,      2a edizione, nuova edizione  2011, allegati: test on-line   (Codice editore 367.34)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 30.00
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856847321

In breve
Il libro presenta gli strumenti tradizionali e più recenti dell’analisi finanziaria e tenta di reinterpretarli nella prospettiva del rischio. Gli indicatori dell’analisi di bilancio e quelli della creazione di valore vengono esaminati nelle loro valenze segnaletiche della solvibilità a breve e a medio-lungo termine. Il testo introduce allo studio del financial risk management e fornisce un framework di conoscenze di base per la valutazione, da una prospettiva economico-aziendale, del rischio di insolvenza delle imprese.
Presentazione del volume

La crisi finanziaria globale in atto rende ineludibile l'evoluzione dei sistemi di programmazione e controllo finanziario delle imprese, che sempre più dovranno essere in grado prevenire il rischio di default . Tale esigenza è rilevante sia per l'impresa in sé, sia per preservare le relazioni di credito con le banche e dialogare con gli azionisti e i mercati dei capitali.
L'opera, che si articola in due volumi, presenta gli strumenti tradizionali e più innovativi dell'analisi finanziaria e li reinterpreta nella prospettiva del rischio finanziario.
Il primo volume è dedicato all'inquadramento generale del binomio impieghi-fonti, ai problemi di copertura del fabbisogno finanziario e alla presentazione del framework interpretativo della probabilità di default . Segue un esame approfondito del bilancio quale strumento tradizionale dell'analisi finanziaria. Lo studio delle tecniche di analisi del bilancio (indici e flussi) viene condotto per presentarne le valenze segnaletiche ai fini del giudizio sulla solvibilità aziendale. Particolare attenzione, oltre che alla dinamica degli investimenti, viene dedicata agli indicatori legati al tempo di manifestazione dei processi aziendali e alla rotazione del capitale, temi solitamente trascurati nella manualistica ma particolarmente rilevanti per il giudizio di solvibilità. Dopo aver descritto il concetto di rischio, si presenta l'evoluzione del rapporto banca-impresa alla luce degli accordi di Basilea 2, e si esaminano le conseguenti esigenze di misurare l'affidabilità dell'impresa mediante i c.d. rating interni. Infine, si individua quale tema rilevante di sintesi la programmazione economico-finanziaria affrontata nei risvolti della redazione del business plan .
Il testo introduce allo studio del financial risk management e vuole fornire un framework di conoscenze di base per la valutazione, da una prospettiva economico-aziendale, del rischio di insolvenza delle imprese. È destinato a studenti universitari dei corsi di analisi e controllo finanziario, corsi di base (volume 1) e magistrali (volume 2), e a professionisti che operano nell'area della finanza e del controllo finanziario.

Antonio Del Pozzo
è professore ordinario di Contabilità e bilancio nell'Università di Messina, dove insegna anche Analisi e controllo finanziario. È autore di diverse pubblicazioni sui temi del controllo finanziario e della creazione di valore. È dottore commercialista, revisore contabile e consulente aziendale.
Salvatore Loprevite , che ha curato la redazione di alcuni capitoli, è professore aggregato di Contabilità e bilancio nell'Università di Messina, dove insegna anche Economia aziendale. È autore di diverse pubblicazioni in materia di principi contabili. È dottore commercialista, revisore contabile e consulente aziendale.

Indice


Introduzione
Il binomio impieghi-fonti quale fil rouge della finanza aziendale e del controllo finanziario
(Dinamica reale e finanza aziendale; L'uguaglianza fondamentale della finanza aziendale: Impieghi = Fonti; Capitale e reddito: un legame indissolubile. Dal capitale all'attività economica e al reddito; Reddito e valore del capitale; Binomio impieghi-fonti e decisioni finanziarie; La finanza aziendale; Gli obiettivi e l'oggetto della finanza aziendale; I compiti della finanza aziendale; Le decisioni di finanziamento; Il rischio nelle teorie economico-aziendali e della finanza; Una sintesi dei filoni di studio sulla valutazione delle decisioni finanziarie; La complessità delle scelte di indebitamento)
Il controllo economico-finanziario: il framework interpretativo
(Il controllo finanziario; Performance economica, strategica e sociale; La qualità della performance: il tempo e il rischio; Controllo finanziario e sistema dei controlli; Assetto finanziario e rischio; Il framework interpretativo; L'analisi dell'assetto economico-finanziario. La valutazione della solvibilità in una prospettiva tradizionale; Il valore economico del capitale, l'efficacia del processo di programmazione e il controllo dei rischi; Il controllo finanziario come area critica del management)
Salvatore Loprevite , Bilancio di esercizio e misurazione della performance economico-finanziaria
(Bilancio di esercizio e comunicazione economico-finanziaria d'impresa; Valori contabili e schemi di bilancio; Lo stato patrimoniale e il conto economico nel modello contabile nazionale; Valutazioni di fine esercizio e limiti informativi del bilancio: dal costo al fair value; Il modello di bilancio dello IASB; Evoluzione del bilancio secondo i princìpi contabili IASB: verso un bilancio per l'analisi finanziaria?; Gli altri indicatori della performance economica (Alternative Performance Measures)
Salvatore Loprevite , Le analisi di bilancio quale strumento del controllo economicofinanziario
(Analisi di bilancio e business plan quali strumenti d'indagine del controllo economico-finanziario; La verifica preliminare dell'attendibilità del bilancio; La riclassificazione del bilancio di esercizio: concetti introduttivi; Le principali tecniche dell'analisi di bilancio; I confronti spaziali e temporali; I limiti conoscitivi del bilancio)
Salvatore Loprevite, L'analisi della situazione finanziaria di partenza
(I criteri di riclassificazione; La riclassificazione degli impieghi e delle fonti secondo il criterio finanziario; La riclassificazione degli impieghi e delle fonti secondo il criterio finanziario: profili operativi; La riclassificazione delle fonti e degli impieghi con il criterio per natura del ciclo di investimento e di finanziamento; La prospettiva di determinazione del Capitale Investito Netto; La riclassificazione della situazione patrimoniale finanziaria predisposta con le regole IASB; I margini di situazione finanziaria; Gli indici finanziari e l'indebitamento; I caratteri della struttura finanziaria ai fini del controllo finanziario)
Flussi reddituali e redditività
(Le aree di produzione del reddito; Gli schemi di riclassificazione del conto economico; Riclassificazione del conto economico e indici di composizione reddituali; Indici di redditività e costo del debito; Redditività operativa e sue determinanti: la scomposizione del ROI; Il significato informativo del reddito operativo nelle sue relazioni con il costo della struttura finanziaria; Redditività operativa e netta e giudizi di rating; La leva finanziaria e la redditività netta; I limiti della leva finanziaria)
I flussi finanziari e di cassa
(L'analisi del flusso di fondi; I flussi di cassa; Le aree di produzione dei flussi di cassa; Le relazioni tra dinamica reddituale, finanziaria e monetaria; I procedimenti di determinazione dei flussi di cassa di derivazione contabile; I procedimenti di determinazione dei flussi di cassa analitici o diretti e relativo foglio di lavoro; I procedimenti di determinazione dei flussi di cassa sintetici o indiretti o a ritroso a base risultato operativo; Dinamiche del CCNO e cenni ai tempi di manifestazione dei cicli operativi; I procedimenti di determinazione dei flussi di capitale circolante netto; Salvatore Loprevite, Il rendiconto finanziario nei princìpi contabili internazionali; Considerazioni sui limiti dei sistemi informativi delle piccole imprese; Limiti dei flussi di cassa e rinvio)
Il rischio operativo e finanziario nella prospettiva manageriale
(La nozione di rischio; Una classificazione più moderna del rischio: rischio operativo, finanziario e di mercato delle attività finanziarie; I driver del rischio; Le diverse prospettive di osservazione del rischio; Il rischio nella prospettiva manageriale; Salvatore Loprevite, Leve e variabilità dei risultati aziendali; Rischio finanziario e leva finanziaria; La variabilità dei flussi di cassa; L'individuazione dei driver della volatilità dei risultati)
Gli indicatori di rotazione e di durata
(Indicatori di rotazione e di durata: le diverse classificazione; Gli indicatori di maturity (o di scadenza o di maturity intrinseca); Gli indicatori di rotazione (o di turn-over); Gli indicatori di durata (o di maturity implicita); I limiti dell'analisi di bilancio nella determinazione degli indici di rotazione e di durata; Fisiologia e patologia delle dinamiche della rotazione del CCNO; Maturity e durata ponderata dei crediti e dei debiti commerciali; Revolving e flussi assorbiti dall'indebitamento a breve termine; Il significato informativo degli indici di rotazione e di durata ai fini della condizione di equilibrio finanziario e monetario)
Le condizioni di equilibrio reddituale, finanziario e monetario
(I caratteri della condizione di equilibrio: statico e dinamico; oggettivo e soggettivo; L'equilibrio reddituale; L'equilibrio finanziario statico e dinamico; L'equilibrio monetario; Un'interpretazione integrata della dinamica di cassa; Dinamica di cassa e ordinata successione delle entrate e delle uscite. Il default; Il flusso di cassa generato e assorbito implicitamente dalla situazione finanziaria; Gli indicatori di capacità di rimborso dei debiti; Il controllo di tesoreria e i bucket di controllo dei flussi di cassa; Fidi deliberati e non ancora utilizzati; Il governo del rischio finanziario: prime considerazioni)
Il controllo economico per coordinazioni e combinazioni parziali
(Autonomia o comunanza tra unità di business; I margini per aree strategiche d'affari; Le configurazioni di gruppo; La valutazione delle partecipazioni; Studi sul valore e interrelazioni strategiche verticali; Il costo del prodotto nell'A.B.C.; La creazione del valore per i clienti intermedi; I limiti dell'approccio fondato sulle attività)
Outflow per investimenti, indicatori di sviluppo di matrice tradizionale e crescita sostenibile
(La complessità delle decisioni di investimento e i limiti delle analisi di bilancio tradizionale; L'accumulazione del valore. Alcune questioni preliminari; I limiti della rappresentazione delle risorse immateriali nel bilancio di esercizio; Investimenti in capitale fisso e analisi di bilancio; Gli outflow per investimenti in capitale fisso; La crescita nelle teorie contabili; L'autofinanziamento aziendale; Vincoli guida della programmazione: la gestione dinamica degli impieghi e delle fonti per la crescita aziendale)
Basilea 2 e indicatori del rischio
(Lo scenario di Basilea; Le classi di metodi di trattamento del rischio: il capitale a rischio e le riserve patrimoniali; Basilea 2 e rapporto banca-impresa; Le garanzie; Il rating; La valutazione del merito creditizio; Rating e indicatori economico-finanziari provenienti dall'analisi di bilancio; Gli indicatori qualitativi del rischio operativo; Gli indicatori andamentali

Management

Finanza. Amministrazione. Controllo

Marketing. Pubblicità. Comunicazione. Vendite

Produzione. Logistica. Qualità.

Risorse umane

Banca, credito e assicurazioni

Commercio e turismo

Pubblicazioni in Open Access


Pubblicità