Innovazione e comunicazione nell'amministrazione pubblica
Autori e curatori
Contributi
Riccardo Illy
Livello
Testi per professional
Dati
pp. 144,      1a edizione  2010   (Codice editore 229.12)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 19.00
Disponibilità: Discreta




Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856817355
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 13.50
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856821970
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve
La Pubblica Amministrazione attualmente non investe sulle persone, non sa organizzarsi, non sa pianificare il futuro perché è portatrice della monocultura giuridica ereditata dalla storia. Per cambiare non servono decreti o tagli di spesa indiscriminati, bensì capire la cultura dell’apparato, che coinvolge 3,5 ml di impiegati, per poi ribaltarne il senso d’essere e attualizzare la sua funzione in direzione dei servizi da offrire al cittadino.
Utili Link
Messaggero Veneto Dal manader di Illy un libro sull'arte di comunicare… Vedi...
Presentazione del volume

Una dozzina d'anni fa ricevetti una telefonata da un Assessore. "Il Comune di Trieste cerca un manager per risolvere una questione molto spinosa e urgente su un tema sensibile: vieni?" "Neanche morto." fu la prima risposta. Un sorriso dall'altra parte della cornetta e poi "Come facciamo a cambiare l'Amministrazione Pubblica che non funziona se non introduciamo una cultura diversa del fare che venga dall'esterno?". Colpito e affondato, l'ex boy scout e lo sportivo che accetta le sfide disse sì: mi trovai a dirigere i Cimiteri di Trieste.
La maggior parte dei cittadini italiani si lamenta dell'inefficienza delle amministrazioni pubbliche e i politici in campagna elettorale invocano con sdegno la riduzione dei costi della PA: condivisibile, ma perchè nulla mai succede? Per cambiare non servono decreti o tagli di spesa indiscriminati, bensì capire la cultura dell'apparato, che coinvolge 3,5 ml di impiegati, per poi ribaltarne il senso d'essere e attualizzare la sua funzione in direzione dei servizi da offrire al cittadino.
La PA attualmente non investe sulle persone, non sa organizzarsi, non sa pianificare il futuro perchè è portatrice della monocultura giuridica ereditata dalla storia. Il risultato è l'eccesso di autoreferenzialità, mentre il bisogno della società contemporanea parla di competitività territoriale, di coordinamento istituzioni-imprese e tra le PA, di visione a medio-lungo termine, di attrattività, di autonomia e capacità nel reperire risorse.
E la comunicazione pubblica? Potrebbe essere determinante a livello strategico e operativo in tutti questi settori, favorendo il cambiamento. Ma la politica lo vuole davvero?
Se molti avranno la voglia di capire, si potrà cambiare.

Fabio de Visintini è considerato eclettico e creativo per ever svolto mansioni manageriali in settori diversi, spaziando con disinvoltura dal privato al pubblico, partecipate comprese. Negli ultimi cinque anni è stato Direttore della Comunicazione per la Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia. Attualmente è consulente di Marketing, Comunicazione e Innovazione, nonché docente a contratto all'Università di Udine (Relazioni Pubbliche) e a quella di Trieste (Scienze della Comunicazione), nonché docente al Master in comunicazione sociale, politica e istituzionale - MASPI dell'Università IULM.

Indice


Riccardo Illy, Prefazione
Introduzione
La PA, una pietra miliare, anzi monolitica
(Una storia illustre; Sviluppo prima socio e poi economico; Le regole creano l'organizzazione; La funzione oggettiva; Il modello incrementale; Il clientelismo; La presunzione di colpevolezza; Le risorse umane; Una tutela senza limiti; Le professionalità; Le leggi; La legge è uguale per tutti, anche per la PA; La burocrazia e il burocratese; Il gap con il linguaggio TV; Il limite evidente)
Le riforme della PA
(I nuovi bisogni; Il nuovo percorso; La trasparenza come obiettivo; Chiarezza nelle informazioni; responsabilità; La semplificazione amministrativa; Si può fare?; Le nuove professionalità; Innovazione fa rima con Pubblica Amministrazione?; La tecnologia; Efficacia ed efficienza; Le organizzazioni complesse; I motivi del ritardo; Il cambiamento)
I servizi al pubblico
(Le percezioni dei cittadini utenti; L'era dei servizi; Il nuovo consumatore; Gli standard aziendali attesi; Gli stakeholder/ shareholder; Le aspettative degli stakeholder; La luna, il dito e l'orientamento ai cittadini; La carta dei servizi pubblici; Corporate governance)
Le aziende partecipate
(Una soluzione nell'erogazione dei servizi; Servizi vs. business; Cultura di servizio/Cultura di prodotto; Il monopolio; Informazione one way; Il capitale intangibile; Il nuovo bisogno di Comunicazione)
Il nuovo ruolo della PA
(Il posizionamento; La produzione di valore; Lo sviluppo territoriale; La rete delle Istituzioni; I servizi alle imprese; Un circolo virtuoso: la partnership con l'impresa)
La competitività dei territori e delle Istituzioni
(Il federalismo, il decentramento, la sussidiarietà; La competizione senza fini di lucro; Gli strumenti della competizione; Marketing; Vendere il "prodotto" territorio; Il marketing territoriale; Una strategia; L'identità competitiva; Una missione condivisa nella PA; Il merito da comunicare)
Perché comunicare
(La lontananza delle Istituzioni; Il diritto e il bisogno del cittadino; L'identità della PA; La credibilità; A chi comunicare; Informare o comunicare; Obiettivi strategici di Comunicazione Pubblica; Il brand; Gli eventi)
L'Amministrazione Pubblica e la Politica
(Le differenze; Il linguaggio della Politica; Gli obiettivi politici di Comunicazione; Le strategie a breve, medio, lungo termine; Sillogismo)
Avere una relazione
(Una relazione indipendente; L'ascolto; L'indagine dei bisogni; Una proposta: il Governo dell'ascolto; Un modo per misurare i risultati di governo; Una relazione diretta: URP; La disponibilità delle informazioni; La codifica delle procedure; Lo sportello unico; Web: lo strumento della svolta?; Un'occasione impedibile per la PA; Intelligibilità; Web TV; E la Politica quando?)
La Comunicazione interna
(Conoscere l'azienda pubblica; La condivisione delle informazioni; Meglio comunicare o lasciar comunicare?; Il clima interno; L'orologio di appartenenza)
Il ruolo indispensabile del comunicatore pubblico
(Parlo ergo comunico: tutti sanno comunicare!¸Faidaté; Interlocutore unico; La professionalità specifica; La legittimazione; Una nuova specializzazione; E l'ufficio stampa?; Comportamento sociale; Perché le auto blu sono blu?; Come spostare il muro; I rischi dell'esposizione)
E quindi?
Bibliografia.