La scienza e l'oggetto. Autocritica del sapere strategico
Autori e curatori
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 192,   1a ristampa 2012,    1a edizione  2010   (Codice editore 1380.14)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 25.50
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856824872

In breve
Il volume riporta la ricerca condotta sulle fonti “di periodo” attorno a quelle idee prodotte da autori considerati minori tra gli scienziati sociali. Esse possono contribuire, invece, a rafforzare la tesi secondo la quale la storia della sociologia si può rappresentare tra i moderni e i contemporanei all’interno di una storia delle materie scientifiche tutta da imbastire e ancora da scrivere.
Presentazione del volume

Il volume è corredato da un saggio introduttivo di critica della scienza e riporta i risultati di una ricerca condotta sulle fonti di periodo in merito alle idee prodotte da autori considerati tradizionalmente "minori" dagli scienziati sociali.
Questi ultimi possono contribuire, invece, a rafforzare una tesi poco seguita dagli storici tradizionali, secondo la quale la storia della sociologia si può rappresentare tra i moderni e i contemporanei non soltanto attraverso la pretesa di molti autori di auto-fondarsi in una sfera di sapere strategico, ma anche all'interno di una storia delle materie scientifiche ancora tutta da scrivere, che consideri gli enormi vantaggi di cui ha goduto la sociologia nell'aver vissuto assieme ai filosofi teoretici, ai filosofi del linguaggio, ai filosofi della scienza, agli psicologi sperimentali, ai logici, ai fisici, ai biologi, agli economisti e ai metodologi delle scienze sociali empiriche la rivoluzione scientifica, nel corso di tutto il XX secolo e non solo a ridosso della peculiare vicenda iniziale della prima fondazione.

Guglielmo Rinzivillo è ricercatore confermato e professore aggregato presso la Facoltà di Sociologia alla Sapienza - Università di Roma. Ha insegnato Metodologia e tecniche della ricerca sociale all'Università di Cassino e negli stessi anni ha condotto ricerche alla London School of Economics and Political Sciences, alla University of London e presso la Leopold-Franzes Universitaten di Innsbruck. Ha insegnato Filosofia della scienza e Sociologia della conoscenza. Tra le sue più recenti pubblicazioni: Le cause e la storia. Sul marxismo e le teorie della conoscenza scientifica, Armando, Roma, 2008 (con altri autori) e per i nostri tipi Epistemologia e sociologia italiana. Concetti e materiali per la storia della scienza, Milano, 2009.

Indice


Prefazione alla prima edizione
Prefazione alla seconda edizione
Parte I
Introduzione. Delimitazione propedeutica per una definizione dell'oggetto
(Premessa; Considerazione intermedia sui presupposti di autofondazione della "Sociologia" in Auguste Comte e Herbert Spencer; Alcuni aspetti teorico-pratici della querelle sulla fondazione della "Sociologia" in Italia: la sfera del sapere strategico e la sua auto-dissoluzione pragmatica ai fini dell'indagine; Potenziali di riconferma tradizionale della sfera speculativa e loro considerazione parziale ai fini dell'analisi; Definizione dell'oggetto e delimitazione provvisoria di un'area di fondazione)
Parte II
Scientificità della morale e tradizione
(Premessa. Ricognizione storico-critica attorno a temi prevalenti; Presupposti di fondazione nel pensiero di Roberto Ardirò. Prodromi di "riformismo filosofico"; Dissolvenza idealistica nella critica)
Specialismo politico e scienza economica nelle teoriche degli elitisti borghesi
(Premessa; Indagine preliminare su alcune prospettive teoriche della scienza politica; Prima considerazione intermedia sulla fondazione della Sociologia come "variante specialistica" della scienza economica in Vilfredo Pareto; Seconda considerazione sul ruolo della scienza politica come tramite per un di stanziamento progressivo dall'oggetto)
Prospetto ipotetico per una interpretazione dell'analisi e riconsiderazione dell'oggetto
(Dalla critica alla metafisica all'autocritica della scienza)
Appendice bibliografica.