To business or not to business?

I testi di Shakespeare come modelli comunicativi per il manager e l'azienda

Autori e curatori
Collana
Livello
Guide di autoformazione e autoaiuto. Testi per professional
Dati
pp. 144,      1a edizione  2010   (Codice editore 1796.226)

To business or not to business? I testi di Shakespeare come modelli comunicativi per il manager e l'azienda
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 18,50
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856832792

In breve

Come sviluppare le proprie capacità persuasive? Come risolvere in modo elegante situazioni comunicative imbarazzanti? Dove cercare la propria fonte di ispirazione? Questo volume propone l’analisi di diversi brani shakespeariani che, messi a confronto con le più classiche situazioni d’azienda, suggeriscono interessanti esempi di stile e di tecniche persuasive. Tutti spunti che responsabili della formazione aziendale, manager e professionisti troveranno utilissimi per sciogliere… anche i dubbi più amletici.

Utili Link

ORE12 Shakespeare scelto a modello per i manager del Bel Paese… Vedi...
Itaeventi Strategie per comunicare… Vedi...
Vedi...
Glamour Come imparare a farsi ascoltare (e rispettare) (di Chiara Oltolini)… Vedi...
Vedi...

Presentazione del volume

- Come sviluppare le proprie capacità persuasive?
- Come risolvere in modo elegante situazioni comunicative imbarazzanti?
- Quali tecniche preferire?
- E dove cercare la propria fonte di ispirazione?

Queste sono solo alcune delle domande che Dario Turrini si è sentito porre in molti anni di attività didattica e consulenziale in ambito aziendale; per rispondere ha fatto ricorso all'altra faccia della sua esperienza professionale, quella di attore e, per ogni uomo di teatro, il riferimento imprescindibile è naturalmente William Shakespeare.
Alla base di questo libro è proprio la convinzione - supportata dai risultati ottenuti nei corsi che l'autore tiene in diversi contesti - che Shakespeare possa essere assunto come modello di comunicazione persuasiva in pubblico e che i suoi testi possano essere presi a sicuro esempio di retorica anche per il mondo aziendale.
Oggi, sempre più spesso anche sul lavoro, chi parla deve affrontare situazioni impegnative sotto il profilo comunicativo: deve affascinare, convincere, persuadere. Per entusiasmare i collaboratori su un nuovo progetto, sostenere un'idea in contrasto con altre opinioni, motivare una squadra, giustificare o difendere un comportamento i dialoghi shakespeariani offrono soluzioni raffinate ed estremamente efficaci.
Il volume propone dunque un semplice e funzionale percorso d'analisi di diversi brani che, messi in parallelo con le più classiche situazioni d'azienda, suggeriscono interessanti esempi di struttura del discorso, stile del linguaggio e tecniche persuasive.
Tutti spunti che responsabili della formazione aziendale, manager e professionisti troveranno utilissimi per sciogliere... anche i dubbi più amletici.

Dario Turrini coniuga la sua attività di consulente e formatore della comunicazione con quella di attore e regista teatrale. Collabora con il DAMS di Bologna e la NABA di Milano. Svolge la sua attività formativa prevalentemente nelle aziende ed è ideatore del corso di comunicazione e public speaking "Shakespeare in... Business" - www.toBornottoB.it.

Indice



Il senso e gli obiettivi di questo libro
Prologo. Prima dell'azienda... e del teatro
"Su il sipario!". La struttura e il linguaggio dei discorsi
Shakespeare e il manager: la "O" di legno
Le armi del manager: la parola che conquista
(La parola narrante; La parola metaforica; La parola poetica; La parola filosofica; La parola comica; E infine... la parola affabulante)
Gli argomenti migliori: "ci sono più cose in cielo..."
Chi è di scena? Personaggi shakesperiani e manager di oggi
Le dimensioni dell'eloquenza: le grandi opzioni shakespeariane
(Come motivare una squadra di fronte a un compito impossibile? Enrico V e il paradosso entusiasmante; Come difendersi da un'accusa. Otello: il discorso di un mago; Come costruire un discorso dopo il successo di un altro. Giulio Cesare: una questione d'onore)
Il ghiaccio sottile dell'argomentazione. Le strategie rischiose o di dubbia efficacia
(Controindicazioni all'uso della parabola. Coriolano: i rischi del raccontare favole; Come usare l'ironia e il comico. Re Lear: tutte le smorfie del Fool; La sfida come strategia persuasiva. Romeo e Giulietta: sfidarsi è bene, non sfidarsi è meglio)
Trucchi da teatro. Le tecniche persuasive più sofisticate
(La tecnica del gesto persuasore. Amleto e il flauto di Guildenstern, ovvero trucchi gestuali; Annichilire l'avversario col suo stesso rigore. Il Mercante di Venezia: una libbra di troppo; Come chiudere il discorso in maniera efficace. Una fine da desiderarsi devotamente: i consigli di Amleto, Rosalinda, Prospero, Puck e frate Lorenzo)
"Totus mundus agit histrionem". Elementi di acting
Come prepararsi al discorso. Dietro le quinte
Come usare il corpo e lo spazio. Primi passi: come mi muovo?
(Postura e gestualità)
Come usare la voce in maniera efficace. La musica della voce
Epilogo. Come ammaliare il pubblico con la verità. L'ultimo segreto di Shakespeare
Bibliografia.




newsletter facebook rss

Linkedin Facebook Twitter RSS Informatemi

Management

Finanza. Amministrazione. Controllo

Marketing. Pubblicità. Comunicazione. Vendite

Produzione. Logistica. Qualità.

Risorse umane

Banca, credito e assicurazioni

Commercio e turismo

Pubblicazioni in Open Access