Formare alle professioni. La cultura militare tra passato e presente
Contributi
Arianna Arisi Rota, Egle Becchi, Paola Bianchi, Gastone Breccia, Antonio Burrasca, Flavio Carbone, Piero Del Negro, Bruno Giordano, Paolo Grillo, Enrica Guerra, Luciano Luciani, Davide Maffi, Emanuele Pagano, Leone Porciani, Francesco Premi, Andrea Saccoman, Elisa Signori
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 336,      1a edizione  2011   (Codice editore 261.8)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 36.50
Disponibilità: Discreta




Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856834765
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 25.50
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856850024
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve
Il volume analizza e discute strategie, ideologie e materialità che stanno alla base dell’educazione militare, studiando le varie forme di avviamento alla professione militare nella storia europea, dal mondo classico ai nostri giorni. Il testo riflette su di un tema che, tra passato e presente, implica da vicino le questioni della politeia.
Utili Link
Società e Storia Recensione (di Federico Anghelé)… Vedi...
Presentazione del volume

Formare all'arte della guerra in molteplici luoghi e contesti sociopolitici: questo il tema del volume che studia varie forme di avviamento alla professione militare nella storia europea. La pluralità delle voci consente di analizzare e di discutere strategie, ideologie e materialità che stanno alla base dell'educazione militare.
Modalità diverse del prepararsi alla difesa, alla conquista, alla cittadinanza nella Grecia antica (L. Porciani), nella Roma repubblicana (F. Ledda), a Bisanzio (G. Breccia), nell'Europa medievale (P. Grillo) sono oggetto della prima sezione. Nella seconda si tratta della formazione delle élites nella società di antico regime, ove l'arte della guerra e del comando sono inevitabilmente legate, con riferimento a momenti di snodo - il tardo Quattrocento (E. Guerra), la prima età moderna (D. Maffi) - e ad alcune istituzioni, tra cui le accademie militari (P. Del Negro, F. Premi, P. Bianchi).
L'età napoleonica e la Restaurazione inaugurano nuove forme di educazione alle armi (A. Arisi Rota) in contesti peculiari su cui vertono i saggi della terza sezione: la Scuola militare di Modena (B. Giordano), i licei napoleonici (E. Pagano). La formazione dei militari nel Regno d'Italia - che ha suscitato dibattiti e promosso esperienze per la Guardia di finanza (L. Luciani), per la Marina Militare (A. Burrasca), per i Carabinieri Reali (F. Carbone), per l'esercito italiano alla vigilia della prima guerra mondiale (A. Saccoman) - è oggetto della quarta sezione.
L'insegnamento della cultura militare nella scuola fascista è una realtà particolare (E. Signori), che pone questioni di professionalizzazione e deprofessionalizzazione. Le due riletture (E. Becchi, M. Ferrari) si avvalgono di costrutti euristici, utili a interpretare un itinerario che non concerne solo l'educazione alla guerra, proposta come occasione di riflessione sul lungo periodo nelle due introduzioni tematiche del volume (G. Breccia, M. Ferrari e F. Ledda).
Quarto della serie sulla storia pedagogica delle professioni, curata da E. Becchi e M. Ferrari, il testo, frutto della discussione originata nel corso di due seminari svoltisi al Collegio Ghislieri di Pavia, riflette su di un tema che, tra passato e presente, implica da vicino le questioni della politeia.

Monica Ferrari è docente di Pedagogia generale e sociale all'Università di Pavia, ove Filippo Ledda, insegnante di scuola secondaria, sta frequentando un dottorato di ricerca.

Indice
Gastone Breccia, Educare e addestrare alla guerra: il mestiere delle armi in Occidente, una tradizione aperta
Monica Ferrari, Filippo Ledda, Per una storia pedagogica della professione militare
Filippo Ledda, Educazione militare e politeia tra età classica e Medioevo
Leone Porciani, Guerra e paideia nella Grecia antica: cenni sull'efebia ateniese e L'educazione militare del cittadino nell'età classica ed ellenistica
Filippo Ledda, L'organizzazione militare romana nel VI libro Storie di Polibio: una lettera pedagogica
Gastone Breccia, Educazione e cultura militare a Bisanzio (IV- XI secolo)
Paolo Grillo, L'istituzione alla guerra dei cavalieri medievali (XII-XIII secolo)
Monica Ferrari, La formazione militare delle élites tra XV e XVIII secolo
Enrica Guerra, L'educazione militare del cardinale Ippolito I d'Este
Davide Maffi, Formare per la guerra: l'istruzione militare nella prima età moderna (1494-1618)
Piero Del Negro, Alle origini delle accademie militari: Ll'Accadenmia Delia di Padova (1608-1801)
Francesco Premi, "Combinare la scienza e l'uso": la formazione degli ufficiali nella Repubblica Veneta
Paola Bianchi, Trasformazioni e continuità nell'educazione dell'ufficiale: scuole tecniche e accademie cavalleresche nel Settecento
Arianna Arisi Rota, Le nuove élites tra età napoleonica e Restaurazione
Bruno Giordano, La Scuola militare di Modena e la nascita di un ceto professionale "nazionale" (1798-1820)
Emanuele Pagano, Gli istruttori militari nei licei del Regno d'Italia (1808-1814)
Arianna Arisi Rota, Pratiche e rappresentazioni del professionismo militare tra età napoleonica e Restaurazione
Filippo Ledda, La formazione dei militari nel Regno d'Italia
Luciano Luciani, L'Accademia della Guardia di finanza e le scuole di formazione dei finanzieri
Antonio Burrasca, "Né comandanti né ammiragli": il dibattito sulla formazione dell'ufficiale della Marina Militare in Italia nell'età di Giolitti (1900-1910)
Flavio Carbone, La formazione degli ufficiali dei Carabinieri Reali (1907-1926)
Andrea Saccoman, La formazione professionale degli ufficiali dell'esercito italiano alla vigilia della Grande Guerra
Egle Becchi, Professionalizzazione ideologica o deprofessionalizzazione tecnica
Elisa Signori, La cultura militare nella scuola fascista: educazione alla guerra o mitopoiesi?
Egle Becchi, Monica Ferrari, Riletture
Egle Becchi, Una pedagogia lunga e pittoresca
Monica Ferrari, Formazione militare delle élites, pratiche culturali eterogenee e questioni di meritocrazia
Indice dei nomi
Gli autori