Due modernità. Le pagine culturali de L'Unità: 1945-1956
Autori e curatori
Contributi
Vittorio Spinazzola
Livello
Dati
pp. 272,      1a edizione  1995   (Codice editore 527.48)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 33.50
Condizione: esaurito
Disponibilità: Nulla
Codice ISBN: 9788820491345

Presentazione del volume

Il lavoro di Bruno Pischedda è rivolto a interpretare in forma innovativa un periodo fondamentale della storia della cultura italiana del secondo dopoguerra : quello che va dal 19454 al 1956. L'ottica di analisi prescelta è di particolare interesse : il concreto lavoro giornalistico di una testata come "l'Unità" di quegli anni, fucina di un ripensamento sui caratteri della storia nazionale e di un rovello letterario di prim'ordine. Giornale sì di partito, con tutti gli obblighi che questo impone, rivolto ad un vasto pubblico, con una sensibilità spiccata alle tematiche rivolte a rinnovare e a sprovincializzare un mondo per troppo tempo rimasto rinserrato nella chiusura fascista.

Il contributo di Pischedda è di grande interesse anche perché disvela tutte le difficoltà e i limiti che l'intellettualità comunista dell'epoca rende manifesti in modo evidente via via che prosegue questo disegno. Il riferimento all'URSS non basta a sostituire un'attenta analisi del sorgere della società dell'industria culturale e della comunicazione di massa. Troppi sono i limiti intellettuali e politici che nessun soggettivismo può surrogare o, tanto meno, nascondere.

Il saggio di Pischedda offre una visione attenta e critica su un problema e un periodo che sempre più attraggono l'attenzione del pubblico colto e degli studiosi.

Indice

Vittorio Spinazzola - Prefazione
Una finestra sul mondo di ieri
Dopo la resistenza, prima della guerra fredda
Qualunque uomo è un intellettuale, 29'- Vittorini, Sereni, Banfi, 36 -
Un'imbarazzante eredità, 43 - Due volti dell'engagement, 51
Le occasioni
In principio è stato il cinema, 57 - L'affermazione del romanzo, 62 -
Una diffusa narratività, 70 - Fumetti americani e consigli di bellezza, 75
Il realismo come ideologia
La svolta: Zdanov al VI Congresso, 81 - Il canone, 89 - Il giornale popolare, 97 - Verso un neo - illuminismo romantico, 105
Gli anni della politica culturale
Gli intellettuali all'opposizione, 117 - Riflessi gramsciani, 124 Romanzieri alla sbarra, 133 - Il cinema e la pittura nel sistema realista delle arti, 143 - Occhi femminili sul neorealismo.. 153 - Da Bek a Zoscenko, 157
Usa e Urss: due modernità
Faust e Prometeo, 161 - Uguaglianza contro massificazione, 167 Televisori, catene di montaggio e bistecche di manzo, 178 - Modernità e tradizioni, 188 - Il contromito americano, 193 - Dal XX Congresso agli spazi siderali, 201
Le sollecitazioni di una cultura nuova
Americanismo a Milano, 209 - Foni, Bernardini o Borel ?, 219 - Gialli, fantascienza, romanzi rosa, fumetti, 225 - La TV e la crisi dell'intellettuale tradizionale, 234 - Cinema e pubblico: un dibattito alle soglie dell'apocalisse, 246
Indice dei nomi