Forme, dimensioni e meccanismi dell'innovazione tra economia, organizzazione, politiche e istituzioni
Autori e curatori
Contributi
Maurizio Ambrosini, Davide Arcidiacono, Maurizio Avola, Nicolò Bellanca, Sonia Bertolini, Andrea Biagiotti, Tiziana Briulotta, Antonella Bruno, Federico Butera, Antonella Coco, Joselle Dagnes, Natalia Faraoni, Barbara Giullari, Valentina Goglio, Mauro Lombardi, Sara Elisabetta Masi, Maria Mirabelli, Annalisa Murgia, Manuela Perrotta, Enrico Maria Piras, Francesco Ramella, Antonio Russo, Cristina Tajani, Mara Tognetti Bordogna, Paolo Tomasin, Beatrice Tosio, Eugenio Vite, Alberto Zanutto
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 288,      1a edizione  2011   (Codice editore 1529.122)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 23.00
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856839340

In breve
Il volume presenta gli atti del convegno annuale dell’Associazione Italiana di Sociologia, sezione di Economia, Lavoro e Organizzazione (AIS-ELO) del 2010, che ha affrontato da più punti di vista la tematica dell’innovazione, includendo non solo l’innovazione economica a livello d’impresa, ma anche quella organizzativa, istituzionale e nelle politiche pubbliche.
Presentazione del volume

Il tema dell'innovazione ha acquisito una crescente rilevanza nell'ambito della sociologia economica, del lavoro e dell'organizzazione. In primo luogo, la problematica dell'innovazione ha contribuito a consolidare una concezione dell'impresa alternativa a quella dell'economia neoclassica, ponendo al centro dell'analisi i processi empirici di generazione, accumulazione e distribuzione della conoscenza da parte di agenti eterogenei.
I tentativi di aprire la scatola nera dell'innovazione hanno così dato luogo al variegato filone degli innovation studies, che raccolgono contributi provenienti da alcuni settori degli studi di management, dalla sociologia economica e dell'organizzazione, nonché dall'economia dell'innovazione eterodossa. In secondo luogo, gli approcci di sociologia dell'organizzazione hanno enfatizzato come l'innovazione sia una pratica che, alla stregua di molte altre strategie organizzative, risponde a obiettivi di riproduzione dell'attore collettivo e della sua capacità di agency in presenza di incertezza radicale. L'innovazione è così parte di un programma di ricerca che, dalla teoria della dipendenza dalle risorse, all'ecologia delle popolazioni organizzative, sino al neo-istituzionalismo organizzativo, analizza la relazione che intercorre tra le dimensioni organizzative e l'accesso alle risorse materiali e simboliche che permettono alle organizzazioni di nascere, crescere e riprodursi.
Nel convegno annuale dell'Associazione Italiana di Sociologia, sezione di Economia, Lavoro e Organizzazione (AIS-ELO) del 2010 si è affrontata da più punti di vista la tematica dell'innovazione, includendo non solo l'innovazione economica a livello d'impresa, ma anche quella organizzativa, istituzionale e nelle politiche pubbliche.
Il volume presenta i lavori discussi nelle quattro sessioni in cui era articolato il convegno.

Cecilia Manzo è dottoranda di ricerca in Sociologia economica presso il Dipartimento di Studi Sociali dell'Università degli Studi di Brescia, collabora con il Dipartimento di Scienza della Politica e Sociologia (DISPO) di Firenze. I suoi interessi di ricerca sono diretti alla comprensione di meccanismi e dinamiche di sviluppo economico legate alla diffusione di conoscenza e di informazioni che circolano attraverso reti sociali, utilizzando l'approccio della network analysis. Ha svolto studi e ricerche sui temi dello sviluppo locale, della governance, del rinnovamento dei governi locali, delle università e dell'innovazione.

Indice
Cecilia Manzo, La sociologia dell'innovazione: economia, organizzazione politiche e istituzioni
Mauro Lombardi, Nicolò Bellanca, La traiettorie reticolari dell'innovazione territoriale
Federico Butera, Innovazione e Ricerca e Sviluppo: la questione del'organizzazione e del lavoro
Parte I. Innovazione economica
Francesco Ramella, L'impresa dell'innovazione
Antonio Russo, Eugenio Vite, Politiche pubbliche e innovazione tecnologica: il caso di Cosenza
Andrea Biagiotti, Natalia Faraoni, Brevetti provetti: un'analisi esplorativa dei brevetti "di rottura" italiani del settore farmaceutico
Maurizio Ambrosini, Tra sopravvivenza marginale e innovazione dell'offerta imprenditoriale: il caso delle attività indipendenti degli immigrati
Parte II. Innovazione istituzionale
Joselle Dagnes, Reti sociali fra inerzia e cambiamento. Il caso delle imprese italiane quotate in borsa (1987-2007)
Barbara Giullari, Sara Elisabetta Masi, Processi di policy making e innovazione nelle politiche industriali dell'Emilia Romagna
Beatrice Tosio, Imprenditori accademici e innovazione nei processi di trasferimento tecnologico
Maria Mirabelli, Antonella Coco, Pianificazione territoriale e innovazione istituzionale: l'esperienza di una città del Mezzogiorno
Parte III. Innovazione organizzativa
Annalisa Murgia, Paolo Tomasin, Quando la ricerca da pubblica si fa privata. Innovazioni organizzative in un caso studio
Mara Tognetti Bordogna, Gli immigrati tra innovazione organizzativa e cambiamenti culturali
Manuela Perrotta, Il pre-embrione (non) è unodi noi: breve storia di una innovazione inter-organizzativa tra istituzioni, comunità professionali e tecnologie
Sonia Bertolini, Valentina Goglio, L'imprenditoria femminile come strumento di innovazione per lo sviluppo locale
Parte IV. Innovazione nelle politiche pubbliche
Cristina Tajani, Reti, attori, politiche e beni collettivi nei processi di riaggiustamento industriale in Lombardia
Alberto Zanutto, Enrico Maria Piras, Al "gran ballo" delle Ict in ambito sanitario: la presentazione del sistema Phr
Davide Arcidiacono, Maurizio Avola, Tiziana Briulotta, La riforma incompiuta dei servizi per l'impiego in un comprensorio siciliano
Antonella Bruno, L'innovazione nelle Politiche socio-assistenziali tra partecipazione ed eterogeneità
Abstracts.