Apprendimento informale in rete. Dalla progettazione al mantenimento delle comunità on line
Autori e curatori
Contributi
Paolo Ferri, Alessandra Teruggi, Lorenzo Todaro
Livello
Textbook, strumenti didattici. Testi per insegnanti, operatori sociali e sanitari
Dati
pp. 192,   4a ristampa 2018,    1a edizione  2011   (Codice editore 940.1.3)
Peer reviewed content
Peer Reviewed Content

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 25.50
Disponibilità: Discreta




Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856844450
Informazioni sugli e-book

Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 21.50
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856874020
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book



In breve
Obiettivo del volume è di approfondire il tema dell’apprendimento informale che si sviluppa in Rete nelle community on line presenti nei contesti professionali. Partendo da una riflessione sulla formazione permanente come condizione rilevante della società attuale, il testo affronta l’argomento della comunità on line come ambito in cui vivere esperienze formative ed educative.
Presentazione del volume

Il volume intende approfondire il tema dell'apprendimento informale che si sviluppa in Rete nelle community on line presenti nei contesti professionali.
Partendo da una riflessione sulla formazione permanente come condizione rilevante della società attuale, il testo affronta l'argomento della comunità on line come ambito in cui vivere esperienze formative ed educative. La prospettiva pedagogica dell'educazione continua si interroga su come sia possibile integrare le diverse attività educative - nella coerenza fra educazione formale e informale - che vengono rivolte all'individuo ed è proprio in questa dimensione che si colloca il Web che diviene esperienza educativa. La Rete può così essere letta come un nuovo territorio dell'educazione in cui gli individui apprendendo dai pari si scambiano idee attraverso il dialogo, la narrazione e la condivisione, creando un tessuto connettivo in grado di supportare il processo formativo.
Sul concetto di comunità on line è già presente una vasta bibliografia, ma tenendo in considerazione gli attuali cambiamenti del mondo della Rete - come ad esempio la diffusione del Web 2.0 - il libro intende rispondere ad alcune domande: come e perché progettare community on line ? In che modo è possibile realizzare un monitoraggio? Come mantenerle vive?
Il volume vuole altresì analizzare gli apprendimenti informali che si sviluppano al termine di un percorso formale: quanto incide l'apprendimento formale sulla pratica professionale? Qual è il confine tra sapere e saper fare?
Completano il testo le schede di approfondimento che soffermano l'attenzione del lettore su alcune delle principali tematiche trattate facendo da raccordo tra teoria e pratica.
Il libro si rivolge a quanti - insegnanti, educatori, professionisti - incontrano, fanno parte, intendono costruire comunità on line per incrementare il proprio sviluppo professionale, ma anche a studiosi ed esperti a vario titolo del concetto di comunità che desiderino avvicinarsi alla dimensione della Rete.

Livia Petti , dottore di ricerca in Società dell'informazione, collabora con il LISP - Laboratorio Informatico di Sperimentazione Pedagogica - presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell'Università degli Studi di Milano-Bicocca, dove svolge attività di formazione e ricerca. Si occupa di didattica on line , comunità di apprendimento e di pratica, strategie di tutoring , processi formativi e aggiornamento degli insegnanti.

Indice


Paolo Ferri, Premessa
Introduzione
L'apprendimento informale in Rete
Le teorie dell'apprendimento adulto; L'apprendimento in età adulta nella società dell'informazione e della conoscenza; Formale, informale e non formale: verso una definizione; Apprendimenti informali in Rete; Criticità degli apprendimenti informali in Rete)
Comunità e comunità in Rete
(Il concetto di comunità; Diverse tipologie di comunità)
Progettare e sviluppare community professionali
(Analisi dei bisogni; Ambiente on line; Community Manager; Moderatori; Start-up)
Il monitoraggio delle community professionali
Aree da monitorare e possibili indicatori; Alcuni strumenti per il monitoraggio; Conoscenze tacite ed esplicite; Il ruolo dell'apprendimento informale nelle community; Gli apprendimenti formali e la pratica professionali. La
proposta di un modello di valutazione)
Conclusioni
Schede di approfondimento
Scheda 1 - Livia Petti, Le community presenti in Rete dedicate agli insegnati: una modalità per il life long learning
Scheda 2 - Livia Petti, Il processo di costruzione di una community professionale di insegnanti. Il caso della community Bicocca In-Formazione
Scheda 3 - Alessandra Teruggi, La community professionale in azienda. Il caso Vodafone Italia
Scheda 4 - Lorenzo Todaro, Progettare una community on line per operatori sociali. Il caso di Comunità Nuova Onlus
Scheda 5 - Livia Petti, Il monitoraggio di avvio della community Bicocca In-Formazione
Bibliografia.


Management

Finanza. Amministrazione. Controllo

Marketing. Pubblicità. Comunicazione. Vendite

Produzione. Logistica. Qualità.

Risorse umane

Banca, credito e assicurazioni

Commercio e turismo

Pubblicazioni in Open Access


Pubblicità