Sociologia dei digital media
Contributi
Junji Tsuchiya
Livello
Textbook, strumenti didattici
Dati
pp. 212,   1a ristampa 2015,    1a edizione  2012   (Codice editore 1381.1.20)
Peer reviewed content
Peer Reviewed Content

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 28.00
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788820410100

In breve
Uno strumento per studenti e studiosi di scienze sociali e della comunicazione per approfondire tematiche di grande attualità, senza eccessivi tecnicismi e con forti agganci a quelle teorie che sono ormai da considerarsi “classiche” nell’ambito dell’analisi sui nuovi scenari sociali.
Presentazione del volume

I digital media hanno invaso ogni esperienza della vita collettiva, ridefinendo spazi e tempi della comunicazione e, più in generale, della quotidianità. Hanno comportato la nascita di nuovi luoghi d'incontro, divenendo spazi privilegiati per molti individui, e hanno dato vita a un nuovo modo non solo di interagire, ma anche di guardare la tv, ascoltare la musica, leggere un giornale, fare formazione.
Il testo tratta, parallelamente, i mutamenti tecnologici e quelli della struttura sociale. L'intento è quello di offrire a studenti e studiosi di scienze sociali e della comunicazione uno strumento che permetta loro di approfondire, soprattutto in chiave didattica, tematiche di grande attualità, senza eccessivi tecnicismi e con forti agganci a quelle teorie che sono ormai da considerarsi "classiche" nell'ambito dell'analisi sui nuovi scenari sociali. A una prima parte dedicata allo sviluppo delle prime teorie formulate fino a oggi segue l'analisi di alcune questioni fondamentali, come l'identità in rete, il digital divide, la comunicazione politica e la nascita delle nuove industrie culturali nell'epoca del web 2.0.

Marco Centorrino è ricercatore di Sociologia dei processi culturali e comunicativi presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università di Messina, dove insegna Sociologia della comunicazione. Si occupa di argomenti legati soprattutto alla comunicazione di massa nelle sue forme tradizionali e innovative. Trascorso un periodo di specializzazione nel Regno Unito, ha iniziato a studiare i fenomeni connessi alla digitalizzazione già alla fine degli anni '90, quando ha preso parte alle prime ricerche italiane dedicate a temi oggi di stretta attualità, come la comunicazione politica locale in rete o come le nuove forme d'intrattenimento elettroniche. Ha pubblicato, tra l'altro, Servizio pubblico e mercato televisivo (Aracne, 2012), Bulli, pupe e videofonini (Bonanno, 2008), La rivoluzione satellitare (FrancoAngeli, 2006). Recentemente ha altresì partecipato alla pubblicazione di Media+Generations (Vita e Pensiero, 2011), Broadband Society and Generational Changes (Peter Lang, 2011), Narrare l'Altro. Pratiche discorsive sull'immigrazione (Aracne, 2011).
Angelo Romeo insegna Teorie dei nuovi media presso la Pontificia Università Gregoriana e Communication allo IED (Istituto Europeo Design) di Roma; è PhD. in Scienze della Comunicazione e Organizzazioni Complesse. Ha pubblicato Società, relazioni e nuove tecnologie (FrancoAngeli, 2011), Lo spazio abitato. Scenario e tecniche della comunicazione in rete (Paoline, 2010), E- learning. Teorie, modelli ed esempi (Aracne, 2006). Ha curato, inoltre, la pubblicazione di I sociologi dimenticati. Antologia del pensiero proto sociologico italiano (con M. Nocenzi FrancoAngeli, 2011), La moda ,di F. Squillace (Nuova Cultura, 2011), Tonache cross mediali. Preti, suore e frati nei mass media (Effatà, 2011), Dall'uomo all'avatar e ritorno. Realtà e dimensioni emergenti (con P. Canestrari, QuiEdit, 2010) e Second Life. Oltre la realtà il virtuale (con P. Canestrari, Lupetti, 2008).

Indice


Junji Tsuchiya, Prefazione
Marco Centorrino, Angelo Romeo, Cenni introduttivi
Dall'analogico al digitale - dal moderno al postmoderno
(Media e modernità; Dal medium nucleare alla rivoluzione digitale; Nuovi media e post-modernità; Dai new media ai digital media: cosa sono, perché distinguerli)
Sociologia dei digital media - primi studi e approcci metodologici
(Internet Studies: lo sviluppo; Rete e Virtuale: oggetto e new media research)
Sociologia dei digital media - creatività, vita quotidiana e condivisione
(I digital media tra creatività e quotidianità; Gli studi italiani)
Esperienze in rete e nuove pratiche della vita collettiva
(Identità, relazioni e socialità digitali; I Social network; I blog)
Cultural digital media: gli ambiti e le questioni
(I digitali nativi; Inclusioni ed esclusioni digitali; La new economy; Il nuovo agire politico)
Come cambiano gli scenari mediali
(Le nuove industrie culturali; Giochi e videogiochi; Tv digitale e scenari post-televisivi; Giornalismo e sistema dell'informazione).