Energia e restauro. Il miglioramento dell'efficienza energetica in sistemi aggregati di edilizia pre-industriale, tra istanze conservative e prestazionali
Contributi
Riccardo Dalla Negra, Giovanni Zannoni
Livello
Saggi, scenari, interventi
Dati
pp. 352,      1a edizione  2013   (Codice editore 1330.87)
Peer reviewed content
Peer Reviewed Content

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 39.00
Disponibilità: Discreta




Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788820433307
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 27.50
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788820461225
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve
Dopo un’analisi dell’approccio culturale e normativo alla riqualificazione energetica dell’esistente, fino alle più recenti disposizioni legislative, il volume affronta le problematiche conservative connesse agli interventi maggiormente in uso.
Presentazione del volume

La riqualificazione energetica del costruito, come viene comunemente definita, è tematica ormai ampiamente affrontata in letteratura, tuttavia solo un ridotto numero di studi si è concentrato sull'analisi dell'efficienza energetica nell'ambito dell'edilizia storica.
L'assunto di questo libro è che il miglioramento dell'efficienza energetica nell'edilizia storica non possa prescindere da una attenzione alle primarie finalità conservative del processo di Restauro ma, allo stesso tempo, anche alle attuali esigenze di natura prestazionale alla base dello sviluppo sostenibile.
Dopo un'analisi dell'approccio culturale e normativo alla riqualificazione energetica dell'esistente, fino alle più recenti disposizioni legislative, il volume affronta le problematiche conservative connesse agli interventi maggiormente in uso.
La sezione centrale del testo delinea (con un approccio analogo a quello ormai condiviso per la riduzione del rischio sismico) il concetto di miglioramento dell'efficienza energetica nell'edilizia storica, anche attraverso l'individuazione di modelli di valutazione speditivi e la definizione dei principali fattori edilizi e aggregativi che connotano il comportamento energetico in tali contesti. L'approccio proposto è esemplificativo di uno specifico organismo urbano (Ferrara), arrivando alla valutazione del comportamento energetico alla scala urbana e all'individuazione critica delle incidenze dei singoli fattori. Il testo propone quindi alcuni strumenti utili alla gestione della trasformazione edilizia: da una serie di simulazioni dell'efficacia di interventi compatibili, alle possibili strategie di promozione del miglioramento dell'efficienza energetica a livello di gestione territoriale e di programmazione dei finanziamenti.

Keoma Ambrogio, architetto, PhD e specialista in restauro dei monumenti. Funzionario architetto della Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici di Ravenna. Docente a contratto di Fondamenti di restauro architettonico presso l'Università degli Studi di Ferrara. Ha partecipato a gruppi di ricerca nazionali nell'ambito del restauro, della salvaguardia e del monitoraggio degli edifici di interesse storico e monumentale, con pubblicazioni su riviste e libri di settore.
Marco Zuppiroli, architetto e PhD; già assegnista di ricerca presso l'Istituto per le tecnologie applicate ai beni culturali del CNR. Docente a contratto di Conservazione e adeguamento tecnologico degli edifici storici presso l'Università degli Studi di Ferrara. Ha partecipato a gruppi di ricerca di interesse nazionale e internazionale nell'ambito del restauro e della salvaguardia dei centri urbani storici, con contributi in diverse riviste e pubblicazioni scientifiche.

Indice


Giovanni Zannoni, Il miglioramento dell'efficienza energetica nell'edilizia storica
Riccardo Dalla Negra, Lo studio dei fenomeni urbani quale premessa per il governo delle trasformazioni dell'edilizia storica (pre-industriale)
Nota introduttiva
Parte I: Quarant'anni di politiche per la riqualificazione energetica del costruito
Lo stato dell'arte della riqualificazione energetica dell'edilizia esistente
(Politiche per la riduzione dei consumi nel settore edilizio; Soluzioni in uso per la riqualificazione energetica; Efficacia e strategie in base al rapporto costi/benefici)
Analisi del quadro normativo vigente, in relazione all'intervento sugli edifici pre-industriali
(Le Direttive Europee 2002/91/EU e 2010/31/EU; La normativa nazionale, dal Decreto Legislativo n. 192/2005 al Decreto del Presidente della Repubblica n. 59/2009; Le Delibere regionali)
Attuali approcci sull'uso efficiente dell'energia nel patrimonio storico
(Linee guida MiBAC; Linee guida ATTES; Linee guida "Energy Efficiency and Historic Building"; Protocolli di certificazione volontaria)
Parte II: Il miglioramento dell'efficienza energetica dell'edilizia pre-industriale
Appunti per un approccio consapevole
(Una questione di metodo; Lacune, nell'approccio attuale, rispetto all'edilizia pre-industriale; Il concetto di Miglioramento (dell'efficienza energetica))
Modelli di valutazione della prestazione energetica dei piccoli, medi e grandi parchi edilizi
(Modelli di valutazione alla scala urbana; Modelli di analisi top-down; Modelli di analisi bottom-up)
Fattori connessi al comportamento energetico dell'edilizia pre-industriale ferrarese
(La scomposizione in fattori dell'edificio pre-industriale; Fattori geometrico-costruttivi (A); Fattori tecnico-impiantistici (B); Fattori d'uso (C))
Analisi alla scala dell'organismo nel centro urbano di Ferrara
(Esemplificazione metodo top-down; Esemplificazione metodo bottom-up)
Modello di valutazione speditivo alla scala dell'aggregato
(Metodologia di calcolo prevista dalla UNI/TS 11300; Semplificazioni introdotte nel foglio di calcolo; Valutazione quantitativa del fabbisogno di energia termica utile e del fabbisogno di energia primari dei sistemi aggregati individuati; Predisposizione di database relazionale su piattaforma GIS; Valutazione dell'incertezza relativa dei risultati; Analisi qualitativa delle incidenze maggiormente significative nel caso ferrarese)
Parte III: Strumenti per possibili politiche energetiche
Scenari di intervento e analisi SWOT
(Simulazione di scenari futuri; Considerazioni conclusive)
Indirizzi e strategie per il miglioramento energetico
(Gestione della trasformazione; Validità e sviluppi della ricerca)
Glossario comparativo
Bibliografia.