Le carte di Francesco Ferrara. Con un'appendice di scritti inediti
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 208,      1a edizione  2014   (Codice editore 363.98)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 27.00
Disponibilità: Discreta




Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788820462758
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 19.00
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891702968
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve
I manoscritti di Francesco Ferrara destano un ininterrotto interesse e i fondi archivistici che li custodiscono sono meta di ricorrenti visite. Questa monografia, che offre una panoramica delle carte ferrariane e una riflessione metodologica sul loro impiego, presenta alcuni inediti rinvenuti di recente a Palermo e a Genova: una selezione di manoscritti che temporalmente riguardano le principali tappe del percorso umano, scientifico e politico dell’economista siciliano.
Presentazione del volume

Francesco Ferrara è uno di quei casi che testimonia l'importanza per la storia del pensiero economico di ricorrere alla ricerca d'archivio. Il contesto risorgimentale nel quale si trovò a operare lo rendono distante dall'immagine tradizionale dell'economista accademico. La sua produzione rispecchia questa condizione e, salvo le prefazioni della Biblioteca dell'Economista, si compone di una disomogenea quantità di articoli, lezioni manoscritte, sunti litografati e pamphlet. Senza le carte di archivio sarebbe più difficoltoso studiare le più note tra le sue opere e perderemmo l'occasione di conoscere una parte consistente dei suoi scritti.
Questa monografia, che offre una panoramica delle carte ferrariane e una riflessione metodologica sul loro impiego, presenta alcuni inediti rinvenuti di recente. Si tratta di una selezione di manoscritti che temporalmente riguardano le principali tappe del percorso umano, scientifico e politico dell'economista siciliano: gli anni giovanili prima del '48; l'esperienza a Torino come docente e curatore della Biblioteca dell'Economista; l'impegno come funzionario del Regno d'Italia e ministro delle finanze.
L'appendice al presente volume raccoglie le trascrizioni dei manoscritti supportate da un apparato critico di note.

Anna Li Donni è ordinario di Storia del pensiero economico nell'Università di Palermo e coordinatore del corso di laurea in Scienze del turismo. I suoi interessi riguardano l'evoluzione del pensiero economico italiano, la natura epistemologica moderna della scienza economica e gli studi dei problemi territoriali ed urbani. Le sue pubblicazioni includono monografie e saggi su: il profilo degli economisti siciliani, il dibattito sulla programmazione in Italia e gli studi di finanza pubblica.
Fabrizio Simon svolge attività di ricerca presso l'Università degli Studi di Palermo. I suoi interessi di studio riguardano il pensiero economico italiano, le idee economiche dell'Illuminismo, le origini e la storia della Law and Economics. Le sue pubblicazioni includono articoli e saggi su: le relazioni tra criminologia ed economia politica nelle opere dell'Illuminismo giuridico; il pensiero e le opere di Adam Smith, Cesare Beccaria e Gaetano Filangieri; Francesco Ferrara e il liberalismo siciliano.

Indice


Premessa
Francesco Ferrara e le fonti storiche
(Ricerca d'archivio ed edizioni delle opere di Ferrara; Le fonti d'archivio e la storia del pensiero economico; Tipologie di fonti per la storiografia su Ferrara)
La prolusione pisana
(Il ritrovamento del manoscritto; Oggetto e metodo della scienza economica)
La nota sul libero arbitrio
(Una teoria soggettiva della libertà; Psicologia edonista e libertà)
Le lettere a Cesare Cabella (1834-1842)
(La corrispondenza con un patriota genovese; La vita del giovane Ferrara; Cultura, politica ed economia nella Sicilia prima del '48)
L'epistolario (1864-1870)
(Le idee del Ferrara sul macinato nella città di Palermo; L'epidemia di colera; La sua partecipazione attiva alla politica; La crisi borsistica si ripercuote negli affari di famiglia; Il Ferrara nel contesto familiare; Ferrara ministro delle finanze)
Conclusione
Bibliografia
Appendice
(Prolusione al corso di lezioni di Pisa dell'anno 1860; Schema di una nota sul libero arbitrio; Lettere a Cesare Cabella (1834-1842); Epistolario (1864-1870)).