La biblioteca di Garibaldi a Caprera
Autori e curatori
Contributi
Giorgio Montecchi
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 278,      1a edizione  2014   (Codice editore 1615.63)
Peer reviewed content
Peer Reviewed Content

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 35.00
Disponibilità: Nulla
Codice ISBN: 9788820462956
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 24.50
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891702838
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve
L’autrice ha redatto l’intero catalogo dei libri garibaldini di Caprera e ci ha introdotti, con l’abituale leggerezza, alla sua lettura e interpretazione, con un’analisi storica e bibliografica la cui qualità è ben nota a quanti hanno frequentato i suoi scritti sull’editoria e sulla circolazione libraria in Italia e in particolar modo in Sardegna dalle origini della stampa a oggi.
Utili Link
La Nuova Sardegna Tutti i libri del Generale (di Manlio Brigaglia)… Vedi...
Il Sole 24 Ore Domenica Libri in camicia rossa (di Giancarlo Petrella)… Vedi...
Presentazione del volume

Di libri a Caprera, dal primo approdo di Garibaldi verso il 1856 fino alla fine dei suoi giorni nel 1882, ne giunsero tantissimi. Pare che non vi fosse una sala adibita ad uso di biblioteca ma che essi fossero un po' ovunque, negli spazi che, di volta in volta, riservavano loro le occasionali necessità di lettura, o più spesso la loro qualità di cimeli bibliografici. Sono in tutto 2700, di cui 939 volumi e 1548 opuscoli, ai quali si sommano i 213 esemplari presenti nell'attuale raccolta ma pubblicati dopo la morte di Garibaldi.
Prima di lasciarci Tiziana Olivari, ha completato l'intero catalogo dei libri garibaldini di Caprera e ci ha introdotti, con l'abituale leggerezza, alla sua lettura ed interpretazione, con un'analisi storica e bibliografica la cui qualità è ben nota a quanti hanno frequentato i suoi scritti sull'editoria e sulla circolazione libraria in Italia ed in particolar modo in Sardegna dalle origini della stampa ad oggi.

Tiziana Olivari (Sassari 1950-2012) è stata direttore-coordinatore presso la Biblioteca Universitaria di Sassari e professore a contratto di Teoria e tecnica della catalogazione e di Storia del libro nella Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università di Sassari. Tra i suoi lavori si segnalano la monografia Dal chiostro all'aula (Carocci 1998), i saggi Iniziative editoriali in Sardegna tra sardismo e sardofascismo, in Stampa e piccola editoria tra le due guerre (FrancoAngeli 1997), L'editoria sarda nel Settecento ("Studi storici", 2000), Le edizioni a stampa della "Carta de Logu" (XV-XIX secolo), in La Carta de Logu d'Arborea nella storia del diritto (Laterza 2004), Dal manoscritto alla stampa. Il libro universitario italiano nel XV secolo, in Manoscritti, editoria e biblioteche dal medioevo all'età contemporanea (Roma nel Rinascimento 2006), e le schede sugli editori sardi in Editori italiani dell'Ottocento. Repertorio (FrancoAngeli 2004).

Indice


Giorgio Montecchi, Presentazione
La biblioteca di Garibaldi a Caprera
(Le vicende dei libri di Garibaldi; Il recupero dei libri di Garibaldi; Caratteristiche della biblioteca; I libri dell'"agricoltore"; Le dediche manoscritte)
Avvertenza al catalogo
Catalogo della biblioteca di Garibaldi a Caprera.