Essere in un gesto. I sensi dell'adozione

Contributi
Marco Chistolini, Pier Francesco Ferrari, Gianluca Aimi, Lorella Aimi
Livello
Testi per psicologi clinici, psicoterapeuti
Dati
pp. 180,      1a edizione  2014   (Codice editore 1305.201)

Essere in un gesto. I sensi dell'adozione
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 24.00
Disponibilità: Discreta





Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 16.99
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (ePub) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 16.99
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: Epub con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare

In breve

Obiettivo del volume è di fornire nuovi e originali chiavi di lettura dell’esperienza adottiva ponendo una particolare attenzione al corpo vivo che si trasforma istante per istante nell’incontro con l’altro.

Utili Link

Dietro le Quarte L'esperienza sensoriale nell'adozione… Vedi...

Presentazione del volume

In questo libro gli autori hanno provato a raccontare l'adozione dall'esperienza di gruppo con adolescenti adottati.
Perché Essere in un gesto?
Essere in un gesto rimanda alla potenza della nascita, il gesto di nascere che determina il nostro esistere. Gesti sono anche l'abbandono, come l'accogliere in adozione. Attimi che hanno determinato la vita di tutti, dei ragazzi, dei genitori biologici e dei genitori adottivi.
Essere in un gesto racconta di adolescenti, protagonisti di questa storia che parla di corpi vivi e in movimento.
Essere in un gesto racconta, poi, anche dell'essere in gruppo. "Esserci", dicono loro, è quello che conta, avere scelto di condividere un tempo e un luogo in cui non c'è bisogno delle parole, basta un gesto per capirsi e sentirsi.
Partendo dai vissuti, gli autori hanno provato a raccontare quanto sentito, attraverso linguaggi scientifici, filosofici e psicologici. Per questo motivo hanno esplorato prima di tutto i saperi, per passare poi al racconto dell'esperienza proseguendo con la storia del gruppo fino all'esplorazione dei "sensi dell'adozione". Tatto, gusto, olfatto, udito e vista, intesi proprio come sensazioni del corpo e insieme, i significati che questa esperienza può avere in sé.
Con questo libro gli autori intendono parlare sia al mondo delle famiglie, genitori e figli, sia agli operatori. L'obiettivo è fornire nuovi e originali chiavi di lettura dell'esperienza adottiva ponendo una particolare attenzione al corpo vivo che partecipa, si trasforma istante per istante nell'incontro con l'altro.

Massimo Maini, pedagogista clinico, filosofo, mediatore familiare, svolge la sua attività presso i Servizi Socio-Sanitari dell'Unione delle Terre d'Argine, Area Minori e Famiglie dove si occupa del coordinamento di un Centro Educativo-Ricreativo, degli interventi connessi alla tutela dei minori e in particolare riguardo al disagio adolescenziale. È giudice onorario presso il Tribunale per i Minorenni di Bologna.
Daria Vettori, psicologa e psicoterapeuta, da vent'anni si occupa di affidamento familiare e adozione. Insegna Pedagogia dell'affido e dell'adozione presso l'Università degli Studi di Parma. Collabora come consulente con Enti pubblici e privati conducendo progetti di promozione, formazione e sostegno su temi della genitorialità. Nel 2007 ha svolto un internship program presso il Children's Hospital di Washington DC.

Indice

Marco Chistolini, Prefazione
Gianluca,
Lorella Aimi, "Questo libro non dovrebbe scriverlo chi ha adottato dei bambini?"
Introduzione
Parte I. Esperienza dell'Altro
Cornice teorica di riferimento
(Pier Francesco Ferrari, La nascita della mente sociale. Come le esperienze precoci modificano e plasmano la costruzione del cervello sociale; Intercorporeità e intersoggettività)
Adolescenza e Adozione
(L'adolescenza adottiva: chi sono io? da dove vengo?; Adolescenza e Gruppo; I gruppi per Adolescenti: un luogo di cura)
Storia di un gruppo di adolescenti. Storia di un gruppo di genitori
(I gruppi post adozione; Il gruppo dei genitori; Dal gruppo dei genitori al gruppo dei ragazzi; Il gruppo dei ragazzi)
Parte II. I Sensi dell'Adozione
Sensi, sensazioni e sensibilità
L'Olfatto
(Tracce Teoriche; Olfatto e adolescenza: il gruppo)
Il Gusto
L'Udito
(Il suono del mio nome; Dal suono alla voce; Ascoltare il silenzio; Ascoltare racconti)
La Vista
(I luoghi del visibile: lo specchio, la fotografia, il volto, i social networks)
Il Tatto
("Il tatto come con-tatto"; "Un abbraccio lungo un gruppo"; Adolescenza, tatto e contatto...)
Il corpo nella genitorialità adottiva
(La genitorialità adottiva: dalla mente al corpo o dal corpo alla mente?; Farsi carico del sentire; Dal corpo alla parola; Dalle parole al racconto; Conclusioni)
Una mamma, un papà, un figlio
Ringraziamenti
Bibliografia.




newsletter facebook rss

Linkedin Facebook Twitter RSS Informatemi
  • Psichiatria, neuropsichiatria, neuroscienze, psicofisiologia, psicobiologia
  • Psicologia cognitiva, psicologia della personalità
  • Psicologia sociale, di comunità, politica, ambientale, dell'emergenza, del turismo
  • Scienze e tecniche psicologiche per l'intervento clinico

    Scienze e tecniche psicologiche per il lavoro, l'impresa, le organizzazioni

    Teoria e tecniche dei test, psicometria, psicodiagnostica

    Scienze e tecniche psicologiche dello sviluppo e dell'educazione

    Teoria e tecniche per la riabilitazione

    Prevenzione e clinica delle dipendenze

    Psicologia giuridica, investigativa, forense, criminale, psicologia della devianza

    Psicologia della salute, psicologia del benessere, educazione al benessere

    Psicologia dell’arte e della letteratura, psicologia estetica

    Storia della psicologia

    Professione psicologo

    Servizi di cura


    Pubblicità