Giuseppe Sarto, Vescovo di Mantova
Autori e curatori
Contributi
Roberto Busti, Luigi Cavazzoli, Alejandro Mario Dieguez, Stefano Siliberti, Cesarino Mezzadrelli, Roberta Benedusi, Licia Mari, Massimiliano Cenzato, Giovanni Telò, Alessandra Pignatta, Giancarlo Ganzerla, Alessandro Fabbri, Paola Sposetti, Amelia Dusi, Pia Dusi, Pacifico Sella, Roberto Rezzaghi, Filippo Cerini
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 848,      1a edizione  2014   (Codice editore 1047.21)
Peer reviewed content
Peer Reviewed Content

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 50.00
Disponibilità: Discreta




Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891709615
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 35.00
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891718860
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve
Il volume tenta di ricostruire al meglio il periodo, una decina d’anni (dal 1885 al 1894), di permanenza di Giuseppe Sarto a Mantova, quale vescovo di questa diocesi. Cercando di restare ancorati ai documenti mantovani, il testo prova a comprendere in modo più approfondito il percorso di un sacerdote che, da Vescovo, sarebbe diventato addirittura Papa e poi Santo.
Utili Link
La Vita del Popolo Recensione (di mons. Lino Cusinato)… Vedi...
Gazzetta di Mantova Papa Sarto raccontato a un secolo dalla morte (di G.Scuderi)… Vedi...
Presentazione del volume

Lo scopo di questo lavoro è quello di ricostruire al meglio il periodo, una decina d'anni (dal 1885 al 1894), di permanenza di Giuseppe Sarto a Mantova, quale Vescovo di questa diocesi. Si tratta, in effetti, di una fase della sua vita poco nota, se non addirittura piuttosto oscura, interpretata in vari modi quale "parentesi" o "maturazione" o dimostrazione di un'intransigenza "fino al midollo".
Nel colmare questa lacuna non si pensava però di dover fare i conti con il percorso biografico di un sacerdote che, da Vescovo, sarebbe diventato addirittura Papa e poi Santo. È chiaro che il prima (Vescovo Sarto) non può non condizionare ed essere a sua volta condizionato dal dopo (Papa Sarto). In ogni caso, Sarto fu di una coerenza estrema. Quello che fece a Mantova lo fece, mutatis mutandis, a Roma. Gli aspetti conservatori della sua vita di fede (ad esempio l'incomprensione della "questione sociale") e quelli esemplari della sua vita (ad esempio la moralità, la frugalità e l'estrema laboriosità) sono documentati nel testo in maniera inedita, originale ed estremamente particolareggiata. È, dunque, lungo questa ambivalenza metodologica che è stata condotta questa ricerca che, pur essendo ancorata a Mantova, non è sicuramente mantovana.

Costantino Cipolla, professore ordinario di Sociologia presso l'Università di Bologna, è autore di circa 500 pubblicazioni di taglio scientifico, soprattutto in riferimento a temi quali la sociologia generale, la sociologia della salute, quella del gusto e la sicurezza sociale. Tra le sue opere si segnalano, per i nostri tipi: Epistemologia della tolleranza (1997, 5 voll., 3218 pp.); Belfiore I. I Comitati insurrezionali del Lombardo-Veneto ed il loro processo a Mantova del 1852-1853 (2006), oltre ad aver curato un volume II di documenti; Dal Mincio al Volturno. I due anni che fecero l'Italia (2012); Don Enrico Tazzoli e il cattolicesimo sociale lombardo (2012), in due volumi, curati rispettivamente insieme a Stefano Siliberti, e a Roberta Benedusi e Alessandro Fabbri; Perché non possiamo non essere eclettici. Il sapere sociale nella web society (2013).
Il Curriculum e la lista delle pubblicazioni sono reperibili all'indirizzo www.unibo.it/docenti/costantino.cipolla.

Indice
Monsignor Roberto Busti, Prefazione
Costantino Cipolla, Introduzione: San Pio X vescovo di Mantova
Luigi Cavazzoli,
La società mantovana dell'epoca
Alejandro Mario Dieguez, L'avvicendamento tra Giovanni Berengo e Giuseppe Sarto alla guida della diocesi di Mantova
Stefano Siliberti, Una diocesi come apprendistato
Cesarino Mezzadrelli, "Mala fama famosa": riforma e riorganizzazione del clero
Roberta Benedusi,
Una visione "eclettica" dell'arte come nutrimento della fede
Licia Mari,
"Sia una la forma della preghiera e, per quanto è possibile, la norma del canto". Musica sacra a Mantova durante l'episcopato di Giuseppe Sarto
Massimiliano Cenzato, I laici nel pensiero del vescovo Sarto
Giovanni Telò,
"Col Papa e per il Papa". Il movimento cattolico mantovano durante l'episcopato di monsignor Sarto
Alessandra Pignatta, Il rapporto con la stampa locale dell'epoca
Stefano Siliberti,
Una "gemma" del governo pastorale di monsignor Sarto: le croci provocate da sacerdoti inadempienti
Giancarlo Ganzerla, Tracce visibili di Giuseppe Sarto in Mantova e nel Mantovano
Alessandro Fabbri,
I rapporti di Giuseppe Sarto con l'episcopato lombardo
Paola Sposetti, "Oh se voi donne, che tanto potete nel mondo, adoperaste a buon fine quelle armi onnipotenti, che il Signor vi ha donato"
Amelia Dusi,
Pia Dusi, Il disagio sociale e la religione nel pensiero di monsignor Giuseppe Sarto
Amelia Dusi,
Dalla "luce della scienza" al dovere dell'istruzione delle Verità di Fede
Pacifico Sella,
"...quanto inaspettata, altrettanto dolorosa...". I Frati Minori veneti al Santuario delle Grazie di Mantova (1887-1905)
Roberto Rezzaghi,
La santità, come virtù sociale
Alessandro Fabbri, La valutazione storiografica della presenza di Giuseppe Sarto a Mantova
Filippo Cerini,
Addendum. Il Sinodo e l'opera riformatrice del vescovo Sarto nella ricerca storica di don Vincenzo Lui
Alessandra Pignatta,
Bibliografia e sitografia su Giuseppe Sarto
Indice dei nomi
Notizie sugli autori.


Le nostre spedizioni verranno sospese dal 19 Dicembre al 6 Gennaio (inclusi).
Pubblicità