Metodo e qualità dell'esperienza scolastica
Autori e curatori
Contributi
Pierangelo Barone, Rossana Brambilla Brambilla, Ernesto Curioni, Simona Faucitano, Jole Orsenigo, Manuela Palma, Cristina Palmieri, Anna Rezzara
Livello
Textbook, strumenti didattici. Testi per insegnanti, operatori sociali e sanitari
Dati
pp. 176,   2a ristampa 2017,    1a edizione  2014   (Codice editore 565.1.4)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 22.00
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891709837

In breve
La ricerca analizza il dispositivo in atto nelle pratiche scolastiche e consegna a educatori, formatori e insegnanti possibili strumenti di lavoro che nascono dal rapporto tra i contenuti del lavoro formativo e la complessità dell’esperienza scolastica.
Presentazione del volume

Molti sostengono che il XXI secolo sarà necessariamente segnato dalle questioni formative che la network society sta ponendo alle nuove generazioni, dei nativi digitali, e alle vecchie, nate dopo la metà del Novecento. La scuola, in questo scenario, intesa come modello originario di ogni tipo di azione educativa, formativa e istruttiva è al collasso.
Che fare?
C'è bisogno di un pensiero sulla scuola che non si limiti a considerarla come qualcosa d'imprecisabile che ha effetti benefici o nefasti: bisogna ripensare l'educazione nella sua struttura di generazione di esperienze, che abbiano un valore e una qualità alta per tutti gli attori sociali della scena educativa e formativa. Solo attraverso un pensiero interessato a entrare in contatto con la materialità del lavoro di chi la scuola la vive tutti i giorni si possono promuovere sguardi inediti e indicare vie da percorrere verso cambiamenti concreti possibili. Per questo è necessario tematizzare la questione del metodo come qualcosa che riguarda gli insegnanti, i dirigenti, i genitori e gli studenti.
In rapporto a questa necessità il Laboratorio permanente Cambiare la scuola: educare e istruire del Centro Studi Riccardo Massa come suo primo gesto ha promosso e realizzato le ricerche presentate in questo testo. Le ricerche rappresentano un'occasione di osservazione e comprensione profonda dei dispositivi educativi che agiscono nelle concrete situazioni scolastiche e consegnano ad educatori, formatori e insegnanti possibili strumenti di lavoro.

Francesco Cappa, ricercatore di Pedagogia generale, insegna Metodologia della formazione nel Corso di laurea in Scienze dell'educazione e conduce il Laboratorio teatrale presso il Dipartimento di Scienze umane per la formazione Riccardo Massa dell'Università degli Studi di Milano- Bicocca. Esperto di clinica della formazione, è socio fondatore del Centro Studi Riccardo Massa e di "OT. Orbis Tertius. Ricerche sull'immaginario contemporaneo". Tra altri ha curato, per questa casa editrice, Riccardo Massa. Lezioni su La peste, il teatro, l'educazione (con F. Antonacci, 2001); Intenzionalità e progetto. Tra filosofia e pedagogia (2007); Foucault come educatore (2009); e inoltre Walter Benjamin, Figure dell'infanzia. Educazione, letteratura, immaginario (con M. Negri, Cortina 2012).

Indice
Francesco Cappa, Introduzione
Cristina Palmieri, Metodo e qualità dell'esperienza scolastica: percorsi di ricerca e formazione
(Presupposti e oggetti di ricerca e formazione; La ricerca a scuola; Le esperienze di ricerca)
Pierangelo Barone, La professionalità dell'insegnante: tra materialità e affettività
Jole Orsenigo,
La scuola che c'è. Sulla valorizzazione discorsiva dell'esistente
Anna Rezzara,
L'esperienza della valutazione
Rossana Brambilla, Metodo educativo e qualità della scuola secondo studenti e studentesse
Simona Faucitano,
La retorica della "riforma della scuola" tra umanesimo e scientismo
Manuela Palma,
L'educativo: legittimazione di un impensato
Ernesto Curioni,
Il clima e la sintassi. Dimensione relazionale e metodo nel dispositivo scolastico
Francesco Cappa,
L'amore per la materia. Didattica, metodo e affettività.