Costruire una nuova impresa. Cosa fare e come farlo
Autori e curatori
Contributi
Italo Ferrante, Oliviero Tronconi, Renato Ugo
Collana
Livello
Testi per professional
Dati
pp. 192,      1a edizione  2014   (Codice editore 1309.2)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 24,00
Disponibilità: Limitata




Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891711243
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 17,00
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891720849
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve
Lo scopo di questo libro è quello di prendere per mano il nuovo imprenditore, organizzare le conoscenze necessarie, indicare un metodo di lavoro e aiutarlo a superare la difficoltà di passare dal dire al fare. Particolare attenzione è prestata alle nuove iniziative nel real estate business, alle imprese a progetto, alle imprese che sviluppano applicazioni di software.
Presentazione del volume

Lo scopo di questo libro è quello di prendere per mano il nuovo imprenditore, organizzare le conoscenze necessarie, indicare un metodo di lavoro e aiutarlo a superare la difficoltà di passare dal dire al fare.
Il lettore che non abbia immediatamente la prospettiva di diventare imprenditore, ma presti la sua collaborazione di lavoro con un interesse non ristretto alle sue responsabilità, può trovare utile conoscere le logiche generali che regolano un'impresa. Infatti, è solo conoscendo tutte le variabili in gioco, i meccanismi decisionali del management, che potrà dare alla sua collaborazione un valore aggiunto.
In principio è il cliente. Questo è il nuovo verbo e significa che l'imprenditore, affascinato dalla propria idea, dovrà capire se troverà clienti e quanti ne potrà raggiungere e soddisfare.
Avviare un'impresa significa rispondere a una motivazione di realizzazione personale, a una necessità di sopravvivenza, a un'opportunità offerta dalle circostanze. In tutti i casi deve essere implicito l'obiettivo del profitto; sembra paradossale ma va ricordato.
Oggi molte imprese nascono, si cimentano (e muoiono) nel settore dello sviluppo di programmi di software, applicazioni e soluzioni. In queste realtà la struttura delle fasi produttive e dei costi è particolare, per di più le regole di prospettazione economica di start-up sono poco amate e sottovalutate dal giovane settore. Ciò può pregiudicare il successo per insufficienza di analisi iniziale. Nel libro si cercherà di chiarire le differenze per poi ricondurle allo schema generale d'impresa.

Giuseppe Milella, ingegnere industriale, ha avuto una trentennale esperienza in Olivetti - Laboratorio Ricerche Elettroniche, General Electric, Honeywell, con incarichi direttivi tecnici e di marketing, in Italia e all'estero.. Nel 1989 ha avviato la Sinted s.p.a., Società di Ingegneria. Dal 1991 al 1998 ne è stato presidente e amministratore delegato, portando la Sinted al livello di azienda leader del settore. Dal 1999 è stato consulente di direzione e advisor per primarie società di consulenza private e per istituzioni come Banca Mondiale, Commissione Europea a Bruxelles. Dal 1985 collabora con il Dipartimento ABC del Politecnico di Milano, dove attualmente tiene lezioni al Master REM. Dal 1997 partecipa a un programma di volontariato a supporto di neo imprenditori in start-up, attivato dal Rotary con la Camera di Commercio di Milano e con altre istituzioni pubbliche (www.programmavirgilio.org).

Indice
Italo Ferrante, Premessa
Renato Ugo, Presentazione
Oliviero Tronconi, Prefazione
Introduzione
Il quadro di riferimento
(Le motivazioni dell'imprenditore; Il progetto d'impresa: la fattibilità; Uno schema per il business plan)
Le prime funzioni
(Avviare l'impresa; Lo start-up e la valutazione del rischio imprenditoriale; L'operatività; Prima del tempo zero; Atti prima della costituzione; Il tempo zero; Atti dopo la costituzione; Le responsabilità dell'amministratore; Le funzioni di vertice)
I piani
(I programmi di avviamento; Il piano di marketing; Il piano di vendite; Il programma di produzione; Il piano degli investimenti; Il piano delle risorse umane; Il piano della logistica; Il sistema informativo aziendale)
I piani economici
(Formulazione del budget complessivo dei costi; Il piano dei ricavi; Il piano degli incassi; Il piano di cash flow; Primo piano economico o (bilancio) preventivo; Note su contabilità generale e industriale)
I prezzi e i costi
(Lavorare per commessa; Lavorare per linee di prodotto: strategia di prodotto; La preparazione delle offerte: la preventivazione; La determinazione del prezzo; I costi indiretti; Schema generale riepilogativo dei costi; Schema complessivo dei ricavi e dei costi; La normalizzazione dei ricavi e dei costi)
Il bilancio
(La formazione del bilancio; I capitoli del bilancio; L'analisi S.W.O.T; La valutazione dei lavori in corso nel rendiconto economico; Specificità del conto economico in imprese con attività diverse; I rapporti caratteristici: i ratio)
I progetti: l'offerta e le gare
(Le gare di forniture e appalti; Il progetto per la gara; La gara; La direzione lavori; Schema dei costi standard)
I servizi necessari
(L'imprenditore e le banche; I consulenti; Il Sistema Qualità)
Gli impegni contrattuali
(Gli ordini e i contratti)
Le attività nel real estate business
(Attività primarie e indotte; Attività di consulenza)
Imprese che sviluppano applicazioni software
(Considerazioni generali; Imprese che sviluppano prodotti a progetto; L'analisi dei costi: le metriche di preventivazione; Modalità di sviluppo alternative; Strategie di prodotto: sviluppi successivi; Imprese che sviluppano applicazioni per il mercato)
I primi giorni
(Come programmare i primi giorni; Avviare il processo produttivo; I primi clienti; L'avviamento dei servizi)
La gestione dello sviluppo
(I documenti di management; La dimensione del mercato; Le spese commerciali; Gli incentivi; L'apertura al mercato globale; Dopo lo start-up: ricerca e sviluppo; Strutture e funzioni specializzate; Le previsioni a lungo termine; L'assistenza post vendita)
La cultura d'impresa
(Lo stile di management; La comunicazione interna; La partecipazione come motivazione; Il premio all'innovazione; I rapporti con gli stakeholder)
Conclusioni
Bibliografia
Glossario.


Management

Finanza. Amministrazione. Controllo

Marketing. Pubblicità. Comunicazione. Vendite

Produzione. Logistica. Qualità.

Risorse umane

Banca, credito e assicurazioni

Commercio e turismo

Pubblicazioni in Open Access


Pubblicità