Cantiere paesaggio. Materiali per la costituzione degli Osservatori locali
Contributi
Elisabetta Becagli, Cecilia Cinelli, Fabio Massimo Parenti, Daniela Poli, Raffaella Rizzo, Luisa Rossi, Orlando Strati
Collana
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 240,   1a ristampa 2017,    1a edizione  2014   (Codice editore 1151.1.18)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 34.50
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891712455

In breve
Il volume riflette sul ruolo delle fonti visive storiche, in particolare della fotografia, per la ricostruzione a varie scale dei quadri paesaggistici, ambientali e territoriali del Paese, e sugli strumenti partecipativi più idonei a rispondere alle domande culturali e politiche provenienti da contesti specifici rispetto alla gestione delle trasformazioni ambientali, all’identificazione del patrimonio rurale e alla riattivazione delle pratiche e dei saperi ai quali è dovuta la residua qualità dei paesaggi italiani.
Presentazione del volume

Nato dalla lunga collaborazione fra gli autori, il volume riflette sostanzialmente su due temi: il ruolo delle fonti visive storiche, in particolare della fotografia, per la ricostruzione a varie scale, da quella nazionale a quella locale, dei quadri paesaggistici, ambientali e territoriali del Paese; la ricerca degli strumenti partecipativi più idonei a rispondere alle domande culturali e politiche provenienti da contesti specifici (come quello del Levante ligure e quello apuano) rispetto alla gestione delle trasformazioni ambientali, all'identificazione del patrimonio rurale e alla riattivazione delle pratiche e dei saperi ai quali è dovuta la residua qualità dei paesaggi italiani.
Su quest'ultimo punto riflettono molti dei saggi contenuti nel volume che individuano negli Osservatori locali del paesaggio gli strumenti più interessanti in risposta agli obiettivi di salvaguardia, gestione e partecipazione espressi dalla Convenzione europea del paesaggio del 2000.
Proprio la fotografia, in particolare quella conservata nei numerosi archivi meritevoli di valorizzazione, può costituire una fondamentale chiave di accesso, individuale e collettiva, alle ragioni della ricostruzione storica (e non solo estetica) di come è nato e come si presenta oggi un determinato paesaggio cioè, per dirla con Lucio Gambi, del quadro in cui "si coagulano ed unificano gli elementi dell'edificazione territoriale".

Massimo Quaini, dai primi anni di insegnamento della Geografia nell'Ateneo genovese fino alla più recente attività nella Società dei Territorialisti/e, di cui è membro fondatore, ha attraversato come autore di primo piano le vicende della geografia italiana mettendo al centro del proprio lavoro tanto la riflessione teorica quanto l'impegno per una geografia democratica a servizio della cittadinanza. Egli continua con questo volume il filo ininterrotto della ricerca sul paesaggio iniziata nel 1973 con Per la storia del paesaggio agrario in Liguria, e proseguita in numerosi articoli e libri fra cui L'ombra del paesaggio. L'orizzonte di un'utopia conviviale (2006).
Carlo A. Gemignani, dottore di ricerca in Geografia storica, dopo aver ricoperto incarichi di ricerca e didattica presso le Università di Genova, Torino e Trento è ora ricercatore dell'Università degli Studi di Parma (Dipartimento di Lettere, Arti, Storia e Società). Si occupa di gestione e valorizzazione del paesaggio e del patrimonio rurale, di aspetti metodologici relativi al trattamento delle fonti cartografiche e fotografico-storiche, di storia della geografia e del pensiero geografico.

Indice
Introduzione
Massimo Quaini, Nello spirito della Convenzione Europea: una rete di Osservatori locali del paesaggio per creare cittadinanza attiva
Parte I. Paesaggio e cittadinanza attiva
Carlo A. Gemignani, Paesaggio, ambiente, territorio, cittadinanza: scomposizioni e ricomposizioni politiche e culturali nella prospettiva della Convenzione Europea
Daniela Poli,
Nuove forme di rappresentazione e di governance per aumentare la consapevolezza e la sensibilità sociale del paesaggio
Carlo A. Gemignani,
Gli Osservatori fotografici tra Francia e Italia
Parte II. Metodi di lavoro e scale di osservazione
Raffaella Rizzo, Fabio Massimo Parenti, L'Italia allo specchio. L'Associazione "Italia Nostra" e il suo archivio fotografico
Fabio Massimo Parenti,
Paesaggi e partecipazione nel Lazio. Aspettando l'Osservatorio
Orlando Strati, La fotografia ripetuta nel caso dell'Osservatorio delle Alpi Apuane
Carlo A. Gemignani,
Costruire un Osservatorio del paesaggio in una realtà problematica: il Golfo Paradiso e il Tigullio
Luisa Rossi, Elisabetta Becagli, Cecilia Cinelli,
Per un progetto di Osservatorio dell'area UNESCO "Cinque Terre, Porto Venere e le Isole". Il caso della Palmaria
Parte III. Raffaella Rizzo, Un secolo di fotografia geografica a disposizione degli Osservatori del paesaggio
(Premessa; I congressi geografici e le mostre; Le escursioni geografiche; L'Archivio fotografico della Società Geografica Italiana; Le riviste scientifiche; La pubblicistica di divulgazione geografica).