Perché educare alla finanza? Una questione sociologica
Autori e curatori
Contributi
Paolo Zurla
Livello
Studi, ricerche. Textbook, strumenti didattici
Dati
pp. 146,      1a edizione  2015   (Codice editore 634.3)
Peer reviewed content
Peer Reviewed Content

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 19.00
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891725875

In breve
Partendo dalla distinzione tra socializzazione ed educazione finanziaria, il volume illustra alcuni modelli interpretativi del legame tra educazione, finanza e società – con chiaro riferimento ai paradigmi funzionalista, conflittualista e interazionista-comunicativo della sociologia dell’educazione – per offrire una tipologia delle forme di educazione finanziaria esistenti in Italia oggi.
Presentazione del volume

La recente crisi finanziaria che ha investito tutto il mondo ha portato in evidenza, in uno scenario formativo sempre più complesso, la rilevanza dell'educazione finanziaria. In Italia negli ultimi anni sono aumentate sensibilmente le iniziative dedicate a questo tema a opera di molteplici soggetti (banche e fondazioni bancarie, istituzioni assicurative, associazioni culturali e di consumatori...) e rivolte a diversi destinatari.
Delineare forme e funzioni di tali iniziative risulta di notevole interesse per la riflessione sociologica, sia per una comprensione più approfondita dei processi educativi, sia per identificare possibili forme di disuguaglianza nelle opportunità educative e di rafforzamento di asimmetrie informative relative al settore economicofinanziario.
Partendo dalla distinzione tra socializzazione ed educazione finanziaria, il volume illustra alcuni modelli interpretativi del legame tra educazione, finanza e società - con chiaro riferimento ai paradigmi funzionalista, conflittualista e interazionista-comunicativo della sociologia dell'educazione - per poi offrire una tipologia delle forme di educazione finanziaria esistenti in Italia oggi. Il percorso di lettura prosegue tratteggiando alcune questioni aperte relative alla financial capability e all'influenza dei fattori sociali sulla financial literacy e si conclude con indicazioni utili alla progettazione e alla valutazione delle attività di educazione finanziaria in contesti scolastici ed extra-scolastici.

Emanuela E. Rinaldi è ricercatrice in Sociologia dei processi culturali e comunicativi presso l'Università degli Studi di Udine. Da anni si occupa dei processi di socializzazione economica, del rapporto tra scuola ed educazione finanziaria e dell'inclusione degli alunni stranieri in Italia. È membro del comitato direttivo della Sezione-EDUCAZIONE dell'Associazione Italiana di Sociologia e di AEEE-Italia (Associazione Europea per l'Educazione Economica). È consulente per il settore SCUOLA della Fondazione ISMU (Iniziative e Studio sulla Multietnicità) e per diversi enti che si occupano di financial education. Tra le sue pubblicazioni: Giovani e denaro. Percorsi di socializzazione economica (Milano 2007); Fiabe e denaro. Un libro per educare al risparmio e all'economia (Varese 2013).

Indice

Paolo Zurla, Presentazione
Introduzione
La rilevanza dell'educazione finanziaria oggi
(Distinzione tra socializzazione ed educazione finanziaria; Critiche alla definizione di educazione finanziaria; Financial planning e counseling; La financial literacy nella società della conoscenza; Perché educare alla finanza oggi?)
Il rapporto tra educazione finanziaria e società: prospettive sociologiche
(Prospettiva lineare; Prospettiva dialettica; Prospettiva negoziale)
Disuguaglianze nella financial literacy: fattori sociali
(L'indagine OCSE, PISA sulla financial literacy; Dalla financial literacy alla financial capability)
Una classificazione dei progetti di educazione finanziaria in Italia
(Lo sviluppo della sensibilità verso l'educazione finanziaria; Una mappatura del contesto nazionale; L'uso di cinema e teatro: stimolare la componente emotiva; Una proposta di classificazione delle attività di educazione finanziaria)
Progettare e valutare l'educazione finanziaria
(Progettazione e buone pratiche di educazione finanziaria; La valutazione degli effetti dell'educazione finanziaria; L'educazione finanziaria è efficace?; Indicazioni per migliorare le ricerche valutative)
Osservazioni conclusive
Riferimenti bibliografici.