Corpi in formazione. Voci pedagogiche
Autori e curatori
Contributi
Lucia Balduzzi, Carmela Belgianni, Sergio Bellantonio, Luana Collacchioni, Francesca D'Elia, Maria Benedetta Gambacorti-Passerini, Ivano Gamelli, Patrizia Garista, Maria Luisa Iavarone, Emanuele Isidori, Francesco Lo Presti, Andrea Mannucci, Alessandro Mariani, Francesca Marone, Elena Mignosi, Lorena Milani, Alba Giovanna Anna Naccari, Carlo Orefice, Alessandra Priore, Luca Refrigeri, Fausta Sabatano, Maurizio Sibilio, Maura Striano, Sergio Tramma, Lucia Zannini, Michele Zedda
Livello
Textbook, strumenti didattici. Testi per insegnanti, operatori sociali e sanitari
Dati
pp. 244,      1a edizione  2015   (Codice editore 1156.2)
Peer reviewed content
Peer Reviewed Content

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 28.00
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891728739

In breve
Obiettivo del libro è di presentare i concetti base del sentire e dell’agire educativamente l’altro quando in primo piano sono il corpo e il suo vissuto. Il richiamo al movimento e allo sport ha il senso sia di sottolineare la loro specifica qualità pedagogica, sia di rilanciare la loro grande opportunità educativa, quale spazio di costruzione e ri-costruzione identitaria e di ricomposizione di difficili sintonie tra i vari ambiti ed espressioni dello sviluppo e della crescita.
Presentazione del volume

L’intento del volume è quello di presentare in modo chiaro, sintetico ed efficace i concetti base del pensare, del sentire e dell’agire educativamente l’altro quando in primo piano siano il corpo e il suo vissuto. Il richiamo al movimento e allo sport ha il senso sia di sottolineare la loro specifica qualità pedagogica - se è vero che movimento e sport rappresentano campi privilegiati della riflessione e dell’azione educativa - sia di rilanciare la grande opportunità educativa che risiede nelle attività motorie e sportive, quale spazio di costruzione e ri-costruzione identitaria e di ricomposizione di difficili sintonie tra i vari ambiti ed espressioni dello sviluppo e della crescita.
Ricondurre le pratiche educative inerenti il corpo alle loro caratteristiche di intenzionalità e riuscire ad agirle in direzione di crescite e di cambiamenti quanto più possibile armonici e permeabili alla realizzazione dei propri desideri costituisce un perno fondamentale della formazione dei professionisti, in modo che essi facciano assurgere i propri e gli altrui corpi a fondamentali catalizzatori di relazioni educative efficaci a sostenere sviluppi formativi emancipativi.
La prospettiva suggerita costituisce un impegno pedagogico ineludibile, anche in considerazione della presenza di pratiche corporee e sportive di tipo tecnicistico, incentrate sull’acquisizione di comportamenti corretti e vincenti e sorde all’ascolto delle istanze che le persone durante il loro ciclo di vita e nei loro frastagliati percorsi esprimono.
La scommessa è quella di non relegare le attività motorie e sportive in luoghi “altri”, accessibili soltanto e sufficientemente attraverso specifiche teorie e tecniche relative al movimento e all’azione motoria e sportiva, laddove invece esse potrebbero essere messe al servizio di un educare alla soggettività che guardi all’altro come protagonista assoluto delle proprie vicende esistenziali, da accompagnare lungo percorsi, mai precostituiti, di chiarificazione e di ri-composizione sistemica e sistematica del proprio, esclusivo, essere al mondo.

Antonia Cunti è professore straordinario di Pedagogia generale e sociale presso il Dipartimento di Scienze motorie e del benessere dell’Università degli Studi di Napoli “Parthenope”. I suoi interessi di ricerca si sviluppano lungo due direttrici: la prima riguarda l’educazione al movimento e allo sport e il rapporto tra educazione, corpo e identità; la seconda si riferisce alla formazione degli educatori in chiave riflessiva e sistemica, al counseling e alla cura educativa, all’orientamento alle scelte. Ha pubblicato di recente, oltre a diversi articoli su riviste, Formarsi alla cura riflessiva. Tra esistenza e professione, FrancoAngeli, Milano, 2014.

Indice
Antonia Cunti, Introduzione
Antonia Cunti,
Adolescenza e corpo
Sergio Bellantonio, Agonismo sportivo
Lorena Milani,
Animazione sportiva
Carmela Belgianni,
Attività fisica, motoria e sportiva
Alba G.A. Naccari,
Attività motoria e sport nei cicli di vita
Sergio Bellantonio,
Competizione sportiva
Lucia Balduzzi,
Comunicazione e corpo
Alessandro Mariani,
Corpo/Corporeità
Antonia Cunti,
Counseling motorio e sportivo
Carlo Orefice,
Cultura, società e corpo
Maria Luisa Iavarone,
Didattica delle scienze motorie
Andrea Mannucci,
Luana Collacchioni, Disagio e corpo
Maura Striano,
Embodiment
Francesca Marone, Emozioni e corpo
Alessandra Priore,
Sergio Bellantonio, Empatia e corpo
Francesca Marone,
Genere, corpo, educazione
Antonia Cunti,
Gruppo sportivo
Alessandra Priore,
Immagine corporea
Fausta Sabatano,
Inclusione sociale e sport
Fausta Sabatano,
Infanzia, corpo e movimento
Michele Zedda,
Intelligenza corporea
Luca Refrigeri,
Intercultura e sport
Alessandra Priore,
Movimento e apprendimento
Elena Mignosi,
Movimento e educazione
Maria Benedetta Gambacorti Passerini,
Lucia Zannini, Narrazione e corpo
Emanuele Isidori,
Orientamento e sport
Ivano Gamelli,
Pedagogia del corpo
Emanuele Isidori,
Pedagogia dello sport
Sergio Bellantonio,
Prestazione/Performance sportiva
Francesca D’Elia,
Maurizio Sibilio, Professionalità in ambito motorio e sportivo
Antonia Cunti,
Relazione educativa e corpi
Patrizia Garista,
Salute e corpo
Carmela Belgianni,
Schema corporeo
Antonia Cunti, Scienze motorie
Francesco Lo Presti,
Sé e identità corporee
Sergio Tramma,
Setting formativo e sport
Gli Autori.