La sfida del meticciato nella migrazione musulmana. Una ricerca sul territorio milanese
Contributi
Gian Carlo Blangiardo, Donatella Bramanti, Martino Diez, Alessio Menonna, Ines Peta, Giovanna Rossi
Livello
Studi, ricerche. Textbook, strumenti didattici
Dati
pp. 160,      1a edizione  2016   (Codice editore 907.62)
Peer reviewed content
Peer Reviewed Content

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 21.00
Disponibilità: Buona





Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 15.00
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (ePub) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 15.00
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: Epub con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare

In breve
Muovendo da differenti prospettive disciplinari, la ricerca ha indagato le realtà musulmane presenti nel territorio milanese e i processi di possibile meticciato, messi in luce interpellando direttamente un campione di musulmani di prima e seconda generazione e alcune realtà organizzate (islamiche e non) sulle forme e sulle condizioni che rendono percorribile l’incontro culturale e religioso.
Presentazione del volume

Di fronte alle sfide della migrazione proveniente dai paesi musulmani, la categoria culturale del meticciato può essere una chiave di lettura adeguata per comprendere il percorso di effettivo scambio e incontro tra persone e realtà comunitarie appartenenti a differenti culture di riferimento?
I contributi raccolti nel volume intendono dare una risposta a questo interrogativo, basandosi sui risultati di un'ampia ricerca quanti-qualitativa promossa da Fondazione Oasis e condotta in collaborazione dal Centro di Ateneo Studi e Ricerche sulla Famiglia dell'Università Cattolica di Milano e Fondazione Ismu. Muovendo da differenti prospettive disciplinari, sono state indagate le realtà musulmane presenti nel territorio milanese e i processi di possibile meticciato, messi in luce interpellando direttamente un campione di musulmani di prima e seconda generazione e alcune realtà organizzate (islamiche e non) sulle forme e sulle condizioni che rendono percorribile l'incontro culturale e religioso.
Ne emerge un quadro della migrazione musulmana molto articolato e differenziato al proprio interno: scenari nei quali le possibilità di scambio e di incontro sono avvertite come reali e di fatto sono praticate; situazioni numericamente consistenti che esprimono una sostanziale indifferenza nei confronti dell'Altro; posizioni in cui è più evidente la difficoltà di integrazione su livelli che coinvolgono il piano sociale, culturale e personale. Gli elementi che determinano questi differenti profili sono molteplici: la competenza linguistica, la differenza generazionale, l'esperienza religiosa come fattore di apertura e, da ultimo, la possibilità del reciproco riconoscimento.

Camillo Regalia è professore ordinario di Psicologia sociale presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano.
Cristina Giuliani è ricercatore di Psicologia sociale presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano.
Stefania Giada Meda è ricercatore di Sociologia dei processi culturali presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano.

Indice
Giovanna Rossi, Prefazione
Parte I. Meticciato e realtà milanese
Martino Diez, Pensare il meticciato religioso, tra costanti e variabili
(Tra essenzialismo ed esistenzialismo; Costante vs. variabile; Alcune domande concrete; Dal descrittivo al prescrittivo; Riferimenti bibliografici)
Ines Peta, L'Islam in Italia e a Milano: patrimonio comune e fattori di differenziazione
(Introduzione; Patrimonio comune; Fattori di differenziazione; L'Islam organizzato in Italia; L'Islam organizzato a Milano; L'Islam "privato" dei cittadini e la sfida interculturale; Riferimenti bibliografici)
Gian Carlo Blangiardo, Alessio Menonna, L'immigrazione musulmana a Milano
(Gli aspetti quantitativi e le tipologie giuridico-amministrative della presenza straniera; Le caratteristiche strutturali (genere, età, istruzione) e l'anzianità della presenza; Le condizioni lavorative e professionali; Le condizioni abitative e familiari; Considerazioni conclusive; Riferimenti bibliografici)
Parte II. La ricerca sui musulmani a Milano
Cristina Giuliani, Stefania G. Meda, La ricerca empirica: obiettivi, strategie e strumenti di indagine
(Gli obiettivi; Una ricerca multi-metodo: strategie e strumenti; I partecipanti; L'analisi dei dati; Riferimenti bibliografici)
Cristina Giuliani, Camillo Regalia, Dinamiche identitarie e sociali: le sfide per le prime e le seconde generazioni musulmane in Italia
(Il modello dell'acculturazione negli studi psicologici; Il processo di acculturazione: orientamenti culturali e strategie di acculturazione; La dimensione religiosa: identificazione, pratiche e credenze; Il benessere individuale e relazionale; Connessioni tra strategie di acculturazione e dimensioni religiose; Connessioni tra strategie di acculturazione e benessere psicosociale; Riflessioni conclusive; Riferimenti bibliografici)
Donatella Bramanti, Stefania G. Meda, I differenti percorsi dei migranti musulmani: uomini e donne, prime e seconde generazioni verso possibili forme di meticciato
(Il "meticciato" come chiave di lettura emergente; I passi dell'analisi; La propensione al meticciato: differenze di genere e generazionali; Meticciato e capitale sociale; In sintesi; Riferimenti bibliografici)
Stefania G. Meda, Cristina Giuliani, Verso uno spazio pubblico condiviso nella prospettiva delle organizzazioni laiche, cattoliche e musulmane
(La descrizione delle realtà organizzative attraverso gli occhi dei referenti; Le rappresentazioni della società italiana; Musulmani e cristiani a Milano: auto ed eteropercezione; La necessità di spazi dignitosi per il culto e la questione del "riconoscimento"; L'incontro: presupposti, condizioni, pratiche e significati; La donna e le questioni di genere; Gli ostacoli al dialogo; In sintesi; Riferimenti bibliografici)
Camillo Regalia, Riflessioni conclusive
Gli autori.