In queste montagne altissime della patria. Le Alpi nelle testimonianze dei combattenti del primo conflitto mondiale
Autori e curatori
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 322,      1a edizione  2017   (Codice editore 123.2)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 30.00
Disponibilità: Discreta




Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891743442
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 21.00
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891748843
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve
Attraverso lo studio di epistolari, diari e memorie di guerra scritti da combattenti e reduci inviati sul fronte alpino durante il primo conflitto mondiale, il volume tratta una tappa fondamentale del processo di avvicinamento degli italiani alle montagne, iniziato nella seconda metà dell’Ottocento anche grazie alle attività del Club Alpino Italiano e della Società degli Alpinisti Tridentini.
Utili Link
Montagne 360° Recensione (di Alessandro Pastore)… Vedi...
Presentazione del volume

Basandosi sullo studio di epistolari, diari e memorie di guerra scritti da combattenti e reduci inviati sul fronte alpino durante il primo conflitto mondiale, questo lavoro si occupa di una tappa fondamentale del processo di avvicinamento degli italiani alle montagne, iniziato nella seconda metà dell'Ottocento anche grazie alle attività del Club Alpino Italiano e della Società degli Alpinisti Tridentini. Durante i tre anni e mezzo di ostilità, soldati di ogni estrazione sociale e provenienza geografica furono spinti, per convinzione o per obbligo, a prendere confidenza con il suolo accidentato, la dimensione verticale, attività pratiche come lo sci. La montagna, resa ancora più ostile dal contesto bellico, fu una scuola di vita e di sopravvivenza: i combattenti dovettero imparare a difendersi da un ambiente sfavorevole, adattandosi a climi e terreni refrattari alla presenza dell'uomo.

Andrea Zaffonato è dottore di ricerca in Scienze storiche e antropologiche presso l'Università di Verona. Le sue ricerche sono rivolte allo studio dell'alpinismo e dell'immaginario relativo alla montagna, con particolare riguardo al ruolo di cesura storica svolto dal primo conflitto mondiale. Ha pubblicato saggi sull'associazionismo alpinistico italiano e sulle scritture di guerra dei combattenti. Insegna materie letterarie nelle scuole secondarie.

Indice
Introduzione
Abbreviazioni
Alpinismo patriottico
(Montagne contese; Da alpinisti a soldati; Gli alpinisti nella Grande Guerra; Conclusioni)
Le Alpi nell'immaginario dei soldati
(Montagne "sublimi"; Montagne "terribili"; Riempire il vuoto: l'appropriazione delle montagne; Conclusioni)
Montagne tricolori
(Paesaggi politici: le Alpi come "Patria estrema"; Paesaggi linguistici: la retorica delle "Alpi nostre"; Paesaggi umani; Conclusioni)
La guerra in montagna tra mito e realtà
(I combattenti a confronto con il mito; La guerra sulla pelle; Sangue sulle vette; Conclusioni)
Epilogo: dal dopoguerra ai giorni nostri
Bibliografia
Indice dei nomi.