Design è Traduzione. Il paradigma traduttivo per la cultura del progetto. "Design e Traduzione": un manifesto
Contributi
Valeria Bucchetti, Daniela Calabi, Matteo Ciastellardi, Derrick De Kerckhove, Antonella Penati, Silvia Pizzocaro, Marco Quaggiotto, Dina Riccò, Salvatore Zingale
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 278,   3a ristampa 2019,    1a edizione  2016   (Codice editore 313.3.5)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 19.00
Disponibilità: Discreta





Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 13.00
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (ePub) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 13.00
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: Epub con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare

In breve
Nell’ambito del Design della Comunicazione saper tradurre vuol dire rendere accessibili i contenuti di un processo di comunicazione, individuando la forma di espressione più pertinente per un nuovo medium e nuovi formati. La ricerca sul modello traduttivo è la ricerca sulle modalità della comunicazione progettata in un universo sempre più interlinguistico e interculturale, fatto di molteplici culture, supporti, sistemi, linguaggi che convivono e dialogano tra loro.
Utili Link
La Provincia Recensione (di Maria Giovanna Bullock)… Vedi...
Rivistatradurre.it Recensione (di Franca Cavagnoli)… Vedi...
Presentazione del volume

Volume selezionato dall'ADI Index 2017 nella sezione "Ricerca teorico, storico, critica e progetti editoriali" e riconosciuto tra le “Eccellenze della Lombardia all'interno dei prodotti e dei progetti selezionati da ADI Index 2017” da parte di Regione Lombardia.

Il continuo spostamento delle frontiere tra discipline, campi del sapere e modelli produttivi va richiedendo competenze progettuali sempre più in grado di svilupparsi quali processi di traduzione tra differenti codici e registri. È su questo piano che si rende necessario ma soprattutto le soglie critiche e analitiche di chi progetta. La traduzione può dunque essere indagata come un modello di base per il campo del design nel suo insieme. In particolare, nell'ambito del Design della Comunicazione saper tradurre vuol dire rendere accessibili i contenuti di un processo di comunicazione, individuando la forma di espressione più pertinente per un nuovo medium e nuovi formati. La ricerca sul modello traduttivo è la ricerca sulle modalità della comunicazione progettata in un universo sempre più interlinguistico e interculturale, fatto di molteplici culture, supporti, sistemi, linguaggi che convivono e dialogano tra loro.
Con questi presupposti, Design è Traduzione promuove, in termini fondativi, l'incontro di due componenti, le culture del Design e le culture della Traduzione (nei termini propri dei Translation Studies); coinvolge altri ambiti disciplinari come la semiotica o i media studies; scandaglia specifici ambiti di ricerca che pongono l'accento sulla dimensione progettuale e artefattuale, facendo così emergere la valenza traduttiva.

Giovanni Baule Designer della comunicazione. Professore ordinario di Disegno industriale presso il Dipartimento di Design (Politecnico di Milano); docente di Design della comunicazione presso la Scuola del Design, dove è stato presidente del Corso di laurea in Design della comunicazione e Co-coordinatore del Dottorato in Disegno industriale e comunicazione multimediale. È stato direttore di "Linea grafica" (XVII Premio Compasso d'Oro ADI-Comune di Milano) e direttore di "Area"- Rivista per la cultura del progetto in architettura, design, comunicazione. È autore di numerosi saggi sui temi del progetto di comunicazione e promotore del centro Design della Comunicazione per il Territorio - DCxT.

Elena Caratti Laureata in architettura, Dottore di ricerca in Disegno industriale e Comunicazione multimediale, Master in E-Design. È ricercatore di ruolo presso il Dipartimento di Design del Politecnico di Milano e professore aggregato presso la Scuola del Design (Politecnico di Milano). In particolare è docente di Culture visive e Elementi di Progettazione nel Corso di laurea in Design della Comunicazione. Le sue attività di ricerca riguardano principalmente la formazione di base del Design della Comunicazione e l'ambito della cultura visuale, con particolare interesse alle teorie della rappresentazione.

Indice
Giovanni Baule, Elena Caratti, Per un design della traduzione
Esplorazioni
Giovanni Baule, Lo sguardo traduttore. Design e traduzione per il campo editoriale
Salvatore Zingale,
Come una traduzione: La traduzione del senso nel design
Valeria Bucchetti,
Il genere tra declinazione e traduzione. Stereotipi, grammatiche comunicative e modelli sociali
Elena Caratti,
Traduzioni multiple. Il paradigma traduttivo negli albi illustrati
Dina Riccò,
Traduzioni sinestesiche. Teorie e pratiche per il progetto dell'accessibilità ai contenuti
Matteo Ciastellardi, Derrick De Kerckhove,
La narrazione e il supporto. Il principio di traduzione nel progetto transmediale
Antonella Penati,
Traduzioni artefattuali. Le molteplici forme della traduzione progettuale
Marco Quaggiotto,
Traduzione cartografica. Discorsi visivi per il racconto del territorio
Daniela Calabi,
Texture e Testo. Un processo traduttivo
Silvia Pizzocaro,
Lost in knowledge translation. Nodi irrisolti nella conversazione tra ricerca e progetto
DeT 1.0 Un manifesto per Design e Traduzione.