Corporate real estate. Strategie, modelli e strumenti per la gestione attiva del patrimonio immobiliare aziendale
Autori e curatori
Contributi
Marco Claudio Agazzi, David Galli, Andrea Moioli, Silvio Tentori
Collana
Livello
Testi advanced per professional
Dati
pp. 242,      1a edizione  2016   (Codice editore 1309.5)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 30.00
Disponibilità: Discreta





Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 20.99
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (ePub) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 20.99
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: Epub con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare

In breve
Possibilità di incidere sul piano dei costi e consapevolezza che la componente immobiliare costituisce un fattore in grado di dare vantaggio competitivo rendono viva l’attenzione verso la gestione degli immobili utilizzati strumentalmente dalle aziende. Il testo inquadra in maniera organica il tema illustrandone i diversi punti di vista, fornendo indicazioni metodologiche utili a un approccio consapevole e strutturato, anche con il supporto di casi studio.
Presentazione del volume

L'attenzione verso la gestione degli immobili utilizzati strumentalmente dalle aziende è cresciuta molto negli ultimi anni, per diversi motivi.
Il primo è connesso alla possibilità di incidere sul piano dei costi: in molti casi il costo del patrimonio immobiliare strumentale nelle aziende è secondo solo a quello del personale; le possibilità di ridurre o contenere la spesa corrente è un aspetto rilevante, specialmente in una fase storica in cui, per molti settori, l'incremento dei ricavi appare un obiettivo difficilmente raggiungibile.
Un altro motivo risiede nella consapevolezza che la componente immobiliare costituisca un fattore in grado di dare vantaggio competitivo; una corretta strategia (scelta localizzativa, flessibilità degli spazi, efficienza, supporto alla relazione tra dipartimenti/funzioni) consente di rispondere in maniera efficace alla moderna necessità di gestione del cambiamento.
Per molti osservatori il "corporate real estate" ha subito una trasformazione simile a quella che ha visto protagonista il mondo dell'information technology; nuovi strumenti e modelli di gestione sono in grado di incidere sulle attività "core" delle aziende, contribuendo al benessere delle persone e, di conseguenza, alla loro produttività.
Il testo ha l'obiettivo di inquadrare il tema del "corporate real estate" illustrandone i diversi punti di vista e fornendo indicazioni metodologiche utili a un approccio consapevole e strutturato, anche con il supporto di casi studio.

Andrea Ciaramella, architetto, professore associato di Tecnologia dell'architettura presso Dipartimento di Architettura, Ingegneria delle costruzioni e Ambiente costruito - ABC del Politecnico di Milano. Membro della Faculty di Mip - Politecnico di Milano - Graduate School of business. Svolge attività di ricerca nell'ambito della gestione di edifici e patrimoni immobiliari, con particolare riferimento alle strategie di efficientamento e valorizzazione.

Indice
Ringraziamenti
Premessa
Tendenze globali e attività d'impresa
(Cambiamenti demografici; Dinamiche sociali; Modelli di business e mercati; Tecnologie)
Strategie immobiliari e modelli di business: introduzione al corporate real estate
(I diversi approcci al corporate real estate; Le linee di azione)
La domanda di spazio da parte delle imprese: evoluzione e trasformazione
(Crescita economica e decrescita immobiliare)
Corporate real estate: le aree per la creazione di valore
(Incremento della produttività: localizzazione, innovazione, fidelizzazione del capitale umano; Riduzione dei costi: costo/postazione, costo dei servizi, benchmarking; Controllo dei rischi: rigidità di portafoglio, problematiche ambientali, processi di sviluppo; Incremento di valore: acquisto o locazione, valorizzazione, analisi di mercato; Cambiamenti culturali: smart working e comunicazione)
Attività di impresa e patrimonio immobiliare
(Il patrimonio immobiliare aziendale; Il caso italiano: il patrimonio immobiliare familiare; Il patrimonio immobiliare delle corporate; Il valore del patrimonio per l'azienda)
Componente immobiliare e gestione del cambiamento
(Attività e problematiche ricorrenti; Apertura di una nuova sede e scelte localizzative; Cambiamento di sede; Ampliamento della sede in uso; Razionalizzare gli spazi occupati)
Impostazione della strategia gestionale
(Property management e Facility Management; Modelli gestionali: come scegliere il modello appropriato; Criteri per la segmentazione del patrimonio)
Una gestione attiva per la generazione di valore
(Conoscere il patrimonio immobiliare; La verifica delle conformità: Due Diligence immobiliare; La determinazione del valore; Riduzione degli spazi occupati: le azioni di consolidamento; Pianificare la gestione tecnica; Organizzare la manutenzione ordinaria; Programmare la manutenzione straordinaria; Dalla manutenzione alle strategie di investimento: strumenti a supporto delle decisioni; Efficientamento energetico; Gestione amministrativa; Gestione contabile)
Sostenibilità, corporate social responsibility e patrimonio immobiliare
(Prestazioni energetiche e sostenibilità; Verso una corporate sustainability)
Silvio Tentori, ABB: flessibilità e competenze per gestire il cambiamento
(Caratteristiche e dimensioni del patrimonio gestito; Modello organizzativo adottato; Priorità e strategie gestionali in atto; Progetti in fase di realizzazione; Obiettivi e risultati attesi)
David Galli, Banca Popolare di Milano: il patrimonio immobiliare, una leva per perseguire l'efficienza
(Banca Popolare di Milano: un patrimonio costruito nel tempo sul territorio; Numeri e distribuzione geografica; Il modello organizzativo adottato; La funzione Corporate Real Estate & Facility Management; Le priorità e le strategie gestionali in atto; Esperienze realizzate nel periodo 2014/16; BPM Agile: il prototipo IT; Obiettivi e risultati conseguiti)
Marco Claudio Agazzi, Nokia: verso un "nuovo" real estate
(Le caratteristiche e le dimensioni del patrimonio gestito; Modello organizzativo adottato; Esperienze realizzate)
Andrea Moioli, Tenaris. Obiettivo: gestione integrata
(Caratteristiche e dimensioni del patrimonio gestito; Modello organizzativo adottato; Priorità e strategie gestionali in atto; Esperienze realizzate e risultati ottenuti)
Autori
Riferimenti bibliografici.


Le nostre spedizioni verranno sospese dal 19 Dicembre al 6 Gennaio (inclusi).

Management

Finanza. Amministrazione. Controllo

Marketing. Pubblicità. Comunicazione. Vendite

Produzione. Logistica. Qualità.

Risorse umane

Banca, credito e assicurazioni

Commercio e turismo

Pubblicazioni in Open Access