Officina cartografica. Materiali di studio
Autori e curatori
Contributi
Camillo Berti, Francesca Cervellini, Elena Dai Prà, Annalisa D'Ascenzo, Valentina De Santi, Anna Guarducci, Giulio Iacoli, Giorgio Mangani, Carla Masetti, Lucia Masotti, Marco Mastronunzio, Stefano Piastra, Cinzia Podda, Paola Pressenda, Massimo Quaini, Raffaella Rizzo, Leonardo Rombai, Luisa Rossi, Massimo Rossi, Valentina Sacco, Giuseppe Scanu, Silvia Siniscalchi, Luisa Spagnoli, Maria Luisa Sturani
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 314,      1a edizione  2017   (Codice editore 1387.60)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 41.00
Disponibilità: Discreta





Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 29.00
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (ePub) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 29.00
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: Epub con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare

In breve
Il volume nasce nell’ambito di un seminario tenutosi a Parma nel 2016. L’articolato ventaglio di approcci dei saggi qui raccolti rivela il desiderio di conoscenza che, attorno alla cartografia storica da qualche anno accomuna geografi, storici (dell’ambiente, della città, dell’amministrazione, della cultura ecc.), sociologi, urbanisti, storici dell’arte e della letteratura.
Presentazione del volume

L'11 e il 12 febbraio 2016 il Dipartimento di Lettere, Arti, Storia e Società dell'Università di Parma e il Centro Italiano per gli Studi Storico-Geografici hanno organizzato nella città emiliana il seminario di studio Officina cartografica: materiali per lo studio della cartografia.
Due grandi campi di ricerca hanno dato fondamento all'incontro: la storia della cartografia come evoluzione nel lungo periodo della rappresentazione dello spazio; la cartografia storica quale fonte primaria per la storia del territorio, del paesaggio e dei centri urbani.
L'articolato ventaglio di approcci che gli studiosi hanno messo in gioco - e che bene si riflette nei saggi qui raccolti, frutto dell'approfondimento e della rielaborazione dei temi affrontati nel corso del seminario - rivela il desiderio di conoscenza che, attorno alla cartografia storica e nell'orbita della galassia relazionale che fa capo al cosiddetto spatial turn, da qualche anno accomuna geografi, storici (dell'ambiente, della città, dell'amministrazione, della cultura ecc.), sociologi, urbanisti, storici dell'arte e della letteratura.
Il lettore interessato potrà quindi trovare - frutto del lavoro di nomi affermati del panorama scientifico italiano e internazionale e di giovani studiosi - contributi metodologici e riflessioni sui recenti cambiamenti epistemologici nella ricerca storico-cartografica (Mangani, Rombai, Siniscalchi), proposte di scambio scientifico, di formazione archivisitica e aperture a nuove piste di ricerca (Guarducci, Pressenda e Sturani, M. Rossi); ricerche d'archivio e casi di studio dalla forte ricaduta applicativa (Quaini, De Santi, Gemignani-Cervellini-Rossi L., Sacco, Masetti, D'Ascenzo, Spagnoli, Piastra, Scanu e Podda, Dai Prà e Mastronunzio, Masotti, Berti, Rizzo) e una finale riflessione sul recente e fortunato romanzo di Vittorio Giacopini La mappa (Iacoli) che, riprendendo una tradizione illustrata da Borges, Calvino e tanti altri, chiama in causa il dispositivo apparentemente tecnico e astratto della carta per proporre al pubblico degli appassionati di letteratura una vicenda declinata fra storia e immaginazione.

Indice
Carlo A. Gemignani, Officina cartografica: nodo di una rete in costruzione
Anna Guarducci, "Storia della cartografia e cartografia storica": le ragioni di un gruppo di lavoro AGeI
Giorgio Mangani, Pensare attraverso i luoghi. Michel de Certeau e la geografia
Leonardo Rombai, La cartografia a grande scala nell'Italia preunitaria: valore e applicazioni geo-politiche di lungo periodo
Paola Pressenda, Maria Luisa Sturani, Reti attraverso i confini: circolazione interstatale di cartografi e saperi cartografici in età moderna. Una proposta di ricerca
Silvia Siniscalchi, La cartografia storica tra orientamenti di ricerca e prospettive metodologiche
Valentina De Santi, La Galerie des plans-reliefs nel secondo quarto del XIX secolo: spunti di riflessione sugli intrecci tra linguaggio topografico e storia nazionale
Massimo Quaini, Quando i "geografi" sanno essere rivoluzionari. L'avventura dell'ingegnere geografo Joseph-François de Martinel (1763-1829)
Carlo A. Gemignani, Luisa Rossi, Francesca Cervellini, Cartografia e patrimonio militare. Il caso dell'Arsenale Militare Marittimo della Spezia
Valentina Sacco, Studio dei complessi fortificati e cartografia storica
Carla Masetti, Dal taccuino di viaggio alla fonte cartografica. La genesi della Carta de' dintorni di Roma di Antonio Nibby e William Gell
Annalisa D'Ascenzo, Lorenzo Possi e l'"officina cartografica" degli ingegneri militari al servizio della Monarchia ispanica (XVII secolo)
Luisa Spagnoli, La geografia sacra e le raccolte geo-cartografiche degli Ordini religiosi
Stefano Piastra, L'"incontro cartografico" tra Oriente e Occidente. Considerazioni preliminari circa le mappe di Michele Ruggieri relative al Guangdong
Giuseppe Scanu, Cinzia Podda, Tecniche cartografiche e problemi confinari in Sardegna: dalla ricerca alle potenzialità applicative
Elena Dai Prà, Marco Mastronunzio, La carta storica come laboratorio interdisciplinare: intersezioni metodologiche
Massimo Rossi, Il progetto Atlante Veneto. La cartografia storica per il progetto territoriale
Lucia Masotti, Il catasto e i proprietari. A proposito dell'operare cartografico dei fattori nel primo Ottocento
Camillo Berti, Il "Nuovo Catasto Terreni" da strumento fiscale a fonte per la storia del territorio
Raffaella Rizzo, Lo sguardo alto. Eugenio Turri fra fotografia e cartografia
Giulio Iacoli, "L'atroce eloquenza di un paesaggio dopo la battaglia". La Mappa di Vittorio Giacopini, romanzo della cartografia.