Il giudice che guardava al futuro. Gian Paolo Meucci e i diritti dei minori
Autori e curatori
Livello
Studi, ricerche. Textbook, strumenti didattici
Dati
pp. 144,      1a edizione  2017   (Codice editore 249.2.13)
Peer reviewed content
Peer Reviewed Content

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 19.00
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891708885

In breve
L’impegno di Gian Paolo Meucci (1919-1986), «l’icona più prestigiosa» di magistrato minorile, Presidente del Tribunale di Firenze tra il 1966 e il 1986, ci restituisce un’esperienza che, sul piano teorico e metodologico, è risultata precorritrice di alcuni principi fondanti del nostro sistema penale minorile, con forti legami e interconnessioni con gli ambiti delle scienze dell’educazione.
Utili Link
Stampatoscana.it Il giudice Meucci e i progetti di abolire i tribunali per i minori… Vedi...
Crotonese Meucci "creatore d'avvenire" (di Iginio Carvelli)… Vedi...
Presentazione del volume

Il volume ripercorre l'opera di Gian Paolo Meucci (1919-1986), Presidente del Tribunale per i minorenni di Firenze tra il 1966 e il 1986. Il suo impegno nel promuovere un profondo rinnovamento della sfera del diritto minorile, fino ad allora contraddistinta dal ricorso alla punizione e alla correzione, lo ha portato a essere considerato "il prototipo più conosciuto", "l'icona più prestigiosa" di magistrato minorile, "antesignano e maestro" di tutti quei giudici che hanno saputo mettere al centro, solo più tardi, i bisogni e i diritti dei minori, contribuendo in questo modo a una più vasta revisione della cultura relativa all'infanzia, all'adolescenza e quindi ai diritti all'educazione, alla vita, all'autonomia, alla socializzazione, alla non-discriminazione. Con particolare attenzione vengono analizzati i rapporti che Meucci ha intrattenuto con alcune figure di spicco della sua epoca, tra le quali don Lorenzo Milani, don Giulio Facibeni, Giorgio La Pira, Alfredo Carlo Moro e Giorgio Battistacci. Riconsiderato a distanza di tre decenni, l'impegno di Gian Paolo Meucci ci restituisce un'esperienza che, sul piano teorico e metodologico, è risultata precorritrice di alcuni principi fondanti del nostro sistema penale minorile, marcando forti interconnessioni con gli ambiti delle scienze dell'educazione.

Rossella Raimondo
, dottore di ricerca in Scienze pedagogiche, è assegnista presso il Dipartimento di Scienze dell'educazione "G.M. Bertin" dell'Università di Bologna. I suoi interessi di ricerca hanno riguardato la storia dei luoghi di internamento, con particolare riferimento alla nascita e allo sviluppo delle case di correzione in Italia e in Inghilterra, e il contributo delle emancipazioniste femminili a favore dell'infanzia traviata e derelitta. Tra le sue pubblicazioni: Discoli incorreggibili. Indagine storico-educativa sulle origini delle case di correzione in Italia e in Inghilterra (Milano 2015); Audaci filantrope e piccoli randagi. Il contributo di Lucy Bartlett, Alessandrina Ravizza e Bice Cammeo a favore dell'infanzia traviata e derelitta (Parma 2016).

Indice
Introduzione
Gian Paolo Meucci nella Firenze del secondo dopoguerra: attività e contatti
(La formazione di Gian Paolo Meucci; L'imprinting facibeniano; Il rapporto con don Lorenzo Milani; Un magistrato tra "caso", scelta e necessità)
Gian Paolo Meucci in educazione
(Da suddito a cittadino: la (ri)scoperta dell'infanzia; Un nuovo giudice per i minori; Delinquenti non si nasce, si diventa; Quale educazione secondo Meucci?)
Il contributo di Meucci nel più ampio progetto di riforma della giustizia penale minorile
(Cultura dei diritti; Evoluzione degli interventi; L'attività pratica)
Riflessioni non conclusive
Appendice
(Allegato 1. Una relazione sulla delinquenza minorile. Senza amore verso i giovani non è possibile la loro rigenerazione, in Il Mattino dell'Italia centrale, 12 maggio 1953; Allegato 2. Maria: la verità dell'innocenza; Allegato 3. Gian Paolo Meucci, Il ruolo del giudice per minori, in Centro internazionale studi famiglia, Delinquenza minorile e comportamenti devianti, Atti del congresso internazionale, Milano, 4-8 maggio 1977; Allegato 4. Sentenza del Tribunale Penale Minorenni di Firenze del 19 gennaio 1977; Allegato 5. Un nuovo modo di essere giudice dei minori in Psicologia e giustizia. Questioni di psicologia giuridica, a cura di Carlo Serra, Giuffrè, Milano, 1980, pp. 249-260)
Riferimenti bibliografici
Indice dei nomi.



Pubblicità