Le trasformazioni del lavoro e della formazione continua

Dalla seconda alla quarta rivoluzione industriale

Autori e curatori
Contributi
Francesco Franco
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 104,      1a edizione  2017   (Codice editore 1820.314)

Le trasformazioni del lavoro e della formazione continua. Dalla seconda alla quarta rivoluzione industriale
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 15,00
Disponibilità: Discreta




Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891762177
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 10,50
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891765765
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve

Il volume – frutto di una ricerca sostenuta da FondItalia – ripercorre le trasformazioni che si sono susseguite dalla seconda rivoluzione industriale all’alba di quella che è stata definita “industria 4.0”, con il fine di trarne dei suggerimenti per potenziare la formazione professionale continua dei lavoratori.

Utili Link

Il Sole 24 Ore In azione per la formazione 4.0… Vedi...

Presentazione del volume

"Essendo il lavoro giunto al limite estremo di semplificazione, la macchina prende il posto dell'uomo, e l'uomo riprende un altro lavoro più complesso, che in seguito si sforza di dividere, di semplificare, per farlo ancora divenire lavoro a macchina e così via. Di modo che la macchina invada sempre più il dominio del manovale e che, spingendo il sistema fin quasi ai limiti estremi, la funzione del lavoratore diventerebbe sempre più intellettuale" (Claude-Anthime Corbon, De l'enseignement professionnel, 1859).
È dalla metà dell'Ottocento che l'innovazione tecnologica ha iniziato ad incidere profondamente sull'organizzazione del lavoro e della produzione. Il volume - frutto di una ricerca sostenuta da FondItalia - ripercorre le trasformazioni che si sono susseguite dalla seconda rivoluzione industriale all'alba di quella che è stata definita "industria 4.0", con il fine di trarne dei suggerimenti per potenziare la formazione professionale continua dei lavoratori.

Marco Zaganella insegna Storia economica presso l'Università degli Studi dell'Aquila ed è direttore della Fondazione Ugo Spirito e Renzo De Felice. Ha pubblicato, tra gli altri, Programmazione senza sviluppo. Giuseppe Di Nardi e la politica economica della prima Repubblica (Rubbettino, 2013) e, nell'ambito di una ricerca sostenuta sempre da FondItalia, Proposte per lo sviluppo della formazione continua in Italia (FrancoAngeli, 2016).

Indice

Francesco Franco, Prefazione
Introduzione
Ascesa della società industriale e accentramento della produzione
(La dispersione dei processi produttivi nell'economia preindustriale; Accentramento produttivo e riduzione delle abilità fisiche; L'organizzazione "scientifica" del lavoro; La disciplina del lavoro; Istruzione professionale e dequalificazione; Capitalismo fordista: mass production e stabilità contrattuale)
Capitalismo flessibile e crescita del capitale umano
(Instabilità economica e frantumazione della società; La rivoluzione informatica; Il capovolgimento del taylorismo: flessibilità e qualità; La partecipazione dei lavoratori; L'alba dell'economia della conoscenza; Subordinazione flessibile)
Interconnessione
(Un mondo senza barriere; Lavoratori-imprenditori (di se stessi); Industria 4.0; Robot e uomini al lavoro insieme; "Re-skilling")
Conclusioni.




newsletter facebook rss

Linkedin Facebook Twitter RSS Informatemi