La strategia della persuasione. Comunicazione e media nell'era della post-verità
Contributi
Simone Bressan, Alessandro Burato, Antonio Caragnano, Ewa Cholewa, Ilaria Corazza, Vittorio di Trapani, Luca Felicissimo, Gianandrea Gaiani, Domenico Manfredi, Veronica Martorana, Mario Mori, Anna Miykova, Paolo Parmeggiani, Antonella Pocecco
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 314,      1a edizione  2018   (Codice editore 244.1.82)
Peer reviewed content
Peer Reviewed Content

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 40.00
Disponibilità: Discreta





Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 28.00
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (ePub) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 28.00
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: Epub con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare

In breve
Comprendere la complessità delle dinamiche comunicative è oggi un processo imprescindibile per poter capire la complessità del mondo contemporaneo e futuro. Il volume affronta, da una molteplicità di punti di vista, il tema della comunicazione cercando di mettere in risalto la centralità, l’importanza e la pervasività che questo concetto ha assunto nei sistemi sociali contemporanei.
Presentazione del volume

Il volume affronta, da una molteplicità di punti di vista, il tema della comunicazione, cercando di mettere in risalto la centralità, l'importanza e la pervasività che questo concetto ha assunto nei sistemi sociali contemporanei. Sia che si parli di strategie commerciali, sia di dinamiche geopolitiche, sia per generale consenso politico, sia per diffondere sfiducia o disordine, le variabili comunicative risultano oramai gli elementi che maggiormente caratterizzano le dinamiche individuali e collettive delle nostre società.
In un contesto in cui declina la fiducia nei confronti dei media tradizionali e delle istituzioni, in cui si affacciano concetti come quelli delle fake news o della post verità, in un mondo sempre più interconnesso dove l'informazione è elemento chiave del dibattito pubblico e del funzionamento dei sistemi democratici ma al tempo stesso rappresenta anche un campo di battaglia dove si confrontano tutte le tipologie di attori sociali, comprendere la complessità delle dinamiche comunicative diventa imprescindibile per poter comprendere la complessità del mondo contemporaneo e futuro.

Claudio Melchior, sociologo, si occupa di comunicazione e teoria negoziale presso l'Università di Udine. Titolare dei corsi di Comunicazione nelle organizzazioni complesse e Teoria e tecnica della negoziazione, ha curato assieme a Antonella Pocecco il volume Guerra di propaganda. Semiotica e comunicazione nei teatri di crisi (Forum, 2016). Svolge attività di ricerca all'interno del Centro studi "Comunicazione strategica e nuovi media" sito presso la sede di Gorizia dell'Università di Udine.

Andrea Romoli è un giornalista e inviato del Tg2 Rai. Capitano di complemento dell'Esercito Italiano, ha partecipato alle missioni in Iraq, Afghanistan, Bosnia, Libano e Albania, dove è stato impiegato con il 28° Reggimento "Pavia", Unità del Comando Forze Speciali dell'Esercito specializzata nella Comunicazione Operativa. Ha conseguito il Ph.D. in Sociologia, è cultore della materia in Sociologia dei Processi Culturali e Comunicativi all'Università di Udine dove è anche componente del Centro studi "Comunicazione strategica e nuovi media". Ha ideato e condotto la prima rubrica realizzata dalla Rai sul tema delle fake news.

Indice
Parte I. La comunicazione come cifra del presente
Claudio Melchior, Andrea Romoli, Il volantino di Villejuif e il caso Wakefield
Gianandrea Gaiani,
La centralità della comunicazione negli scenari geopolitici attuali
Vittorio Di Trapani,
Informazione, Costituzione e libertà
Simone Bressan,
Il giornalismo e la sfida della rivoluzione digitale
Mario Mori,
Gli agenti d'influenza e la propaganda strategica durante la Guerra Fredda
Parte II. La comunicazione persuasoria
Marcello Rebecchi, Sulla propaganda moderna: l'evoluzione del metodo persuasivo dall'antichità alla Prima Guerra Mondiale
Andrea Romoli, Analizzare la propaganda in rete. Dallo SCAME al CAVACE
Paolo Parmeggiani,
Strategie retoriche della Jihad mediatica
Ilaria Corazza,
Propaganda 2.0: i meccanismi di reclutamento delle foreign fighters
Ewa Cholewa,
Trovare l'arma giusta per un nuovo modello di conflitto: la 77a brigata dell'esercito inglese
Parte III. La comunicazione e i suoi linguaggi
Nicoletta Vasta, Veronica Martorana, Minaccia alla sicurezza e uso della forza: la fluidità del linguaggio politico-istituzionale
Antonella Pocecco,
Frammenti della memoria collettiva di una guerra: i Vietnam movies
Claudio Melchior,
Trump e i suoi tweet. L'uso di Twitter nella campagna presidenziale del 2016
Parte IV. Comunicazione e informazioni
Anna Miykova, La information warfare nel diritto internazionale: un capitolo ancora aperto
Antonella Pocecco,
Claudio Melchior, La costruzione dell'allarme sociale: il caso delle migrazioni
Alessandro Burato, La Digital HumInt. Ri-comprendere i Social come spazio per la raccolta di informazioni rilevanti
Parte V. La comunicazione operativa in Italia
Luca Felicissimo, Prefazione
Antonio Caragnano, "Dixi, Suasi, Vici". Il 28° reggimento "Pavia" e le comunicazioni operative nelle operazioni militari di sostegno alla pace
Domenico Manfredi,
Il media mix per una comunicazione operativa efficace
Gli autori.