Il lavoro femminile in Friuli Venezia Giulia. Rapporto 2017
Contributi
Laura Chies, Chiara Cristini, Maria Dolores Ferrara, Valeria Filì, Roberta Nunin, Maddalena Spagnolo, Gabriella Taddeo, Sara Vizin, Anna Zilli
Livello
Dati
pp. 178,      1a edizione  2018   (Codice editore 11137.2)

Tipologia: E-book
Possibilità di stampa:  Si
Possibilità di copia:  Si
Disponibilità Clicca qui per scaricare

Informazioni sulle pubblicazioni ad Accesso Aperto
Codice ISBN: 9788891766892

In breve
Il Rapporto allarga la riflessione sullo stato presente dell’occupazione femminile nella Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, evidenziando la necessità di un’integrazione dei bisogni rispettivi di donne e uomini in tutte le politiche, al fine di promuovere la parità tenendo attivamente conto dei possibili effetti differenziati sulle une e sugli altri delle scelte regolative adottate.
Presentazione del volume

Il volume, muovendo dall'analisi dei dati emergenti dai rapporti biennali sull'occupazione femminile, presentati nel 2016 dalle imprese con più di cento dipendenti alla Consigliera di parità regionale, si propone di allargare la riflessione allo stato presente dell'occupazione femminile nella Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, valorizzando una chiave di lettura delle dinamiche del mercato del lavoro orientata secondo una prospettiva di gender mainstreaming, espressione con la quale si individua, come è noto, la necessità di un'integrazione sistematica delle priorità e dei bisogni rispettivi di donne ed uomini in tutte le politiche, al fine di promuovere la parità tenendo attivamente conto, già in fase di pianificazione, dei possibili effetti differenziati sulle une e sugli altri delle scelte regolative concretamente adottate.
Volendo individuare un "filo rosso" utile a collegare i saggi raccolti in questa pubblicazione, si potrebbe osservare che, se da un lato è certamente vero che i "vecchi" ostacoli per le lavoratrici (quali, ad esempio, il c.d. "soffitto di vetro", i differenziali retributivi, le difficoltà a conciliare le giuste aspirazioni professionali con un carico di lavoro di cura ancora fortemente squilibrato a tutto svantaggio delle donne) si manifestano tuttora ampiamente, quali vischiosi retaggi di un passato che continua ad alimentarsi di stereotipi e pregiudizi, è d'altra parte anche indiscutibile che, in vista ormai degli anni Venti del nuovo secolo, non si può non avvertire l'urgenza di un deciso mutamento di rotta, che si spera possa trovare utili strumenti di supporto anche negli imponenti cambiamenti tecnologici già in atto e che si prospettano (sui quali infatti, non a caso, si sofferma più di un contributo), che stanno modificando in modo significativo il volto del lavoro (e del mercato del lavoro): con l'emersione, certo, di possibili nuovi rischi legati alle nuove forme di lavoro (e di impresa) digitale, ma anche di nuove opportunità per lavoratrici che si presentano forti di percorsi formativi sempre più brillanti, come evidenziano i dati sull'istruzione delle donne non solo in Friuli Venezia Giulia, ma in tutto il nostro paese.
In un tale contesto, i saggi qui raccolti si propongono dunque di offrire degli elementi di riflessione non solo ai decisori politici, alle parti sociali ed a tutti i soggetti operanti nel mercato del lavoro, ma anche a tutti gli organismi che, a vario titolo, nelle istituzioni e nei luoghi di lavoro, si occupano di pari opportunità e di contrasto alle discriminazioni di genere.

Indice
Roberta Nunin, Introduzione. Il lavoro femminile in Friuli Venezia Giulia, tra vecchi ostacoli e nuove opportunità
Laura Chies, L'economia e il mercato del lavoro in Friuli Venezia Giulia. Il punto di vista delle donne
Chiara Cristini, Il personale maschile e femminile delle aziende con oltre 100 dipendenti del Friuli Venezia Giulia
Valeria Filì, Le carriere lavorative femminili e i differenziali retributivi
Anna Zilli, Le donne e il lavoro precario (in particolare, il caso dei voucher alla luce delle recenti riforme)
Maria Dolores Ferrara, Politiche e tecniche a sostegno del lavoro femminile: dalla contrattazione di genere alla contrattazione family friendly tra buone prassi collettive e incentivi legali al welfare aziendale
Chiara Cristini, L'esperienza dell'Accordo territoriale per la conciliazione dei tempi di Pordenone
Gabriella Taddeo, Trasformazione digitale: un'opportunità per le donne?
Sara Vizin, Donne e lavoro nell'ex-Provincia di Gorizia. Qualche osservazione dall'angolo visuale della Consigliera di parità
Maddalena Spagnolo, Brevi considerazioni sulla figura e sull'esperienza di Consigliera di parità.