Famiglie in rete. Nuove competenze sociali per lo sviluppo di reti comunitarie

Autori e curatori
Contributi
Gianluigi De Palo, Bruno Mastroianni, Paola Civai, Lorenza Rebuzzini, Antonino Leo, Antonio Passiatore, Simona Foschini
Livello
Dati
pp. 144,      1a edizione  2018   (Codice editore 11130.2)

Famiglie in rete. Nuove competenze sociali per lo sviluppo di reti comunitarie
Tipologia: E-book
Possibilità di stampa:  Si
Possibilità di copia:  Si
Disponibilità Clicca qui per scaricare

Informazioni sulle pubblicazioni ad Accesso Aperto
Codice ISBN: 9788891773869

In breve

Il volume sottolinea l’importanza delle reti di famiglie, esperienze di variegata e multiforme natura, accomunate dalla capacità di sorreggere la fecondità familiare attivando legami e generando senso comune e appartenenza. Ma non sempre le reti nascono o si consolidano. Il testo pone l’attenzione allora su tre aree di competenza di cui lo sviluppo delle reti ha bisogno: saper tessere le relazioni; la competenza del guidare gli altri; la capacità di fare cultura attraverso i social media.

Presentazione del volume

Il testo esordisce analizzando la crisi relazionale delle odierne comunità locali, attraversate da una dilagante solitudine e da diffusi fenomeni di sfiducia e indifferenza. In questo scenario le famiglie sono chiamate a esprimere fino in fondo la loro capacità di umanizzazione delle relazioni, di diffusione della solidarietà e della mutualità. Tuttavia esse, da sole, possono poco e tante volte soccombono o rischiano di farlo. Emerge allora l'importanza delle reti di famiglie, esperienze di variegata e multiforme natura, accomunate dalla capacità di sorreggere la fecondità familiare attivando legami e generando senso comune e appartenenza.
Ma non sempre le reti nascono o si consolidano. Ampie sono le zone geografiche che ne sono prive, così come non è raro imbattersi in gruppi e reti sclerotizzati o in fase di dissolvimento. Il testo pone l'attenzione su tre aree di competenza di cui lo sviluppo delle reti ha bisogno. Innanzitutto quella del saper tessere le relazioni, mediante un'azione consapevole, intenzionale, capacitante. Poi quella di leadership, cioè la competenza del guidare gli altri, assai diversa dal dominare o dal mero dirigere, capace di dedizione e di sacrificio. Infine la capacità di fare cultura attraverso i social media, sui quali occorre "imparare a stare", replicando nel contesto digitale la rete reale di cui le associazioni sono espressione.
Il testo è corredato da una seconda parte, di tipo esperienziale, nella quale sono descritte le azioni e i risultati del progetto FA.I.R. - Famiglie in Rete che i Forum regionali delle Associazioni familiari di Campania, Puglia, Calabria e Abruzzo hanno condotto nel triennio 2014-2017 con il sostegno della Fondazione Banco di Napoli.
Il Forum delle Associazioni Familiari nasce nel 1992 con l'obiettivo di portare all'attenzione del dibattito culturale e politico italiano la famiglia come soggetto sociale. Da allora ha riunito movimenti e associazioni del mondo cattolico che hanno nei loro obiettivi statutari la valorizzazione della famiglia. A oggi il Forum è composto da una cinquantina di associazioni nazionali e da diciotto Forum regionali che, a loro volta, coinvolgono decine di Forum locali e oltre cinquecento associazioni, comprendendo un bacino complessivo di circa quattro milioni di famiglie.

Indice

Marco Giordano, Introduzione
Parte I. Inquadramento del tema e indicazioni metodologiche
Marco Giordano, Il capitale sociale familiare. Crisi della comunità e legami generativi
(La rarefazione della comunità; Perdita dei legami ed erosione della libertà; Famiglia e capitale sociale; Generare legami e benessere sociale)
Gianluigi De Palo, Guidare le reti di famiglie. Riflessioni sulla leadership dei gruppi e delle associazioni familiari
(Un'esperienza personale; Leadership come "servizio"; Competenza, decisione, padronanza di sé; Conclusioni)
Marco Giordano, Nascita e consolidamento delle reti di famiglie. Responsabilità, consapevolezza e condivisione
(L'importanza della dimensione di gruppo; La nascita di un gruppo di famiglie; Accompagnare la crescita del gruppo; Empowerment relazionale e riflessivo; Il modello della "capacitazione solidale"; Confini e ritmi flessibili)
Marco Giordano, Ampliare le reti di famiglie. Partecipazione sociale, soglie di accesso e luoghi segno
(Partecipazione sociale e cittadinanza; La progettazione sociale partecipata; Abbassare la soglia di accesso; Intrecciare partecipazione e impegni personali; Gli incontri che cambiano la vita; I luoghi segno)
Bruno Mastroianni, Fare rete nella Rete: la comunicazione come ricostruzione del tessuto sociale nell'era digitale
(La semplicità del web e la "onlife"; Dal ciclo al flusso, dal fisso al mobile; Dal broadcast alla conversazione; Dai media alla rete di influenze; Conseguenze: la fine dei guru, l'inizio del compito di ciascuno; I sintomi di un disagio; Cosa si può fare; Le associazioni: reti di persone; Come fare in concreto; Un territorio da popolare)
Parte II. Il progetto FA.I.R. - Famiglie in Rete
Paola Civai, Progetto FA.I.R. Presentazione generale, attività di avvio e coordinamento
(Promozione di micro-gruppi familiari; Aree di attività; Soggetti promotori e attuatori; Attività di coordinamento)
Lorenza Rebuzzini, Un modello di "progetto aperto" per promuovere il protagonismo delle famiglie sul territorio
(Il Progetto FA.I.R: obiettivi e metodologia di un progetto diffuso sul territorio; La prima annualità: analisi del capitale sociale interno delle reti di famiglie; La seconda annualità: rafforzare il capitale sociale familiare bonding per promuovere il protagonismo delle famiglie; Le evidenze del progetto FA.I.R.; Conclusioni)
Riflessioni dei coordinatori del progetto FA.I.R. e presentazione dei gruppi famiglia
(Paola Civai, FA.I.R. in Campania; Antonino Leo, FA.I.R. in Calabria; Antonio Passiatore, FA.I.R. in Puglia; Simona Foschini, FA.I.R. in Abruzzo)
Riferimenti bibliografici
Gli autori.




newsletter facebook rss

Linkedin Facebook Twitter RSS Informatemi