Raccontare Leopardi. Vita, pensiero, poesia
Autori e curatori
Argomenti
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 280,      1a edizione  2018   (Codice editore 1051.40)
Peer reviewed content
Peer Reviewed Content

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 33,00
Disponibilità: Discreta





Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 23,00
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (ePub) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 23,00
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: Epub con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare

In breve
Obiettivo dell’autore è di raccontare Leopardi, non solo nella dimensione esistenziale, ma anche in quella filosofica e creativa, al fine di consentire al lettore di seguire un proprio percorso selettivo e valutativo. In quest’ottica, il racconto poggia principalmente sull’ascolto diretto della voce del poeta, anche se non mancano i più importanti apporti del panorama critico né essenziali riflessioni personali del «narratore», la cui tonalità narrativa rende piacevole, oltre che interessante, la lettura di questo speciale “racconto”.
Utili Link
Gazzettabenevento.it "L'infinito" raccontato con sincera e seria partecipazione emotiva… Vedi...
Presentazione del volume

"Leopardi è il Dante della tradizione lirica italiana", ha scritto alcuni anni fa un critico inglese. E, come Dante, Leopardi primeggia nell'attenzione degli studiosi e dei comuni lettori. I libri sul suo conto non si contano. Sono tanti. Eppure non sono bastanti. Perché? Perché questo genio immenso aveva capito tutto della vita e degli uomini. Ma gli uomini non ancora hanno capito tutto di lui. Perciò tante etichette, spesso anche contrastanti, sul suo mondo, apparso ora reazionario ora progressivo, ora pessimista ora ottimista, ora vitalista ora nichilista e così via. Nessuna etichetta è interamente falsa, nessuna è interamente vera. Una personalità così grande e complessa non può essere circoscritta in nessun cerchio, o, detto diversamente, non può essere abbracciata con un solo sguardo, come un tempio greco. Perciò non è suscettibile di visioni globali, di interpretazioni conclusive. Da questo convincimento nasce l'obiettivo di questo libro: raccontare Leopardi; raccontare Leopardi non solo nella dimensione esistenziale, ma anche in quella filosofica e creativa, al fine di consentire al lettore di seguire un proprio percorso selettivo e valutativo. In quest'ottica il racconto poggia principalmente sull'ascolto diretto della voce del poeta, anche se non mancano i più importanti apporti del panorama critico né essenziali riflessioni personali del "narratore", la cui tonalità narrativa, icastica nella sua semplicità e naturalezza, rende piacevole, oltre che interessante, la lettura di questo speciale "racconto".

Michele Ruggiano è stato docente di Lettere e Preside nei licei e in altri istituti scolastici di secondo grado; per un decennio circa ha anche insegnato letteratura italiana e didattica generale nell'Istituto Superiore di Scienze Religiose di Benevento; è stato inoltre Presidente della sezione beneventana di Italia Nostra e Direttore del Centro Studi del Sannio. Ha pubblicato le seguenti monografie: L'infinito nella sensibilità romantica (1981); Leopardi, la pena di vivere (1998); Il fiore del deserto, vita e opere di Giacomo Leopardi (2007); Leopardi trasgressivo (2010).

Indice
Prefazione
Nozze contrastate
Il conte Monaldo Leopardi (1776-1847)
La marchesa Adelaide Antici (1778-1857)
Carlo e Paolina Leopardi
(Carlo (1779-1878); Paolina Leopardi (1800-1869))
Un garzoncello scherzoso
Lo studio matto e disperatissimo
Un carattere ardente
(Il primo amore)
Un degno e singolare amico
La crisi del '19 e la conversione filosofica
Il filosofo di professione
(Il "pessimismo")
Le fasi del "sistema"
(Prima fase: la natura benigna ("pessimismo storico"))
La poetica leopardiana
I primi canti
A Roma, "Il primo ingresso nel mondo"
Solo come un cane
1824: le operette morali
La svolta di maggio (1824)
Le altre operette del '24
Le ultime operette
Coerenza del "sistema"
Un amore senza inquietudine
L'estate fiorentina del '27. Il circolo Vieusseux
Il risorgimento pisano - I grandi idilli
Pessimismo cosmico e pietà cosmica
L'ultimo soggiorno recanatese (20 nov. 1828 - 29 aprile 1830)
Gli "amici fiorentini"
L'"ultimo Leopardi": aspasia, una lunga illusione
Fine dell'inganno estremo
Il soggiorno napoletano
All'ombra del Vesuvio: la ginestra e il "vero amore"
Il giallo della sepoltura
Bibliografia.