Il ruolo del diritto in Europa

L'integrazione europea dalla prospettiva del diritto amministrativo

Autori e curatori
Argomenti
Livello
Saggi, scenari, interventi
Dati
pp. 232,   1a ristampa 2019,    1a edizione  2018   (Codice editore 1590.1.7)

Il ruolo del diritto in Europa. L'integrazione europea dalla prospettiva del diritto amministrativo
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 22,00
Disponibilità: Discreta





Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 14,99
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (ePub) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 14,99
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: Epub con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare

In breve

Per coltivare ancora il sogno di un’unione dei popoli europei, occorre riscoprire un’intensa dimensione giuridica, amministrativa e costituzionale insieme, in cui il diritto non funga da mera infrastruttura delle istanze economiche e finanziarie, ma svolga un ruolo di guida nei rapporti tra diritto, politica ed economia e traghetti verso un nuovo ordine europeo. A tal fine il volume vuole essere una lettura per capire come far risorgere il sogno europeo.

Presentazione del volume

L'Europa è in crisi. La dominanza dell'economia, la latitanza della politica nelle decisioni tecniche adottate dalle istituzioni europee, l'emersione di tentazioni egemoniche e di egoismi nazionali, la carenza identitaria europea pongono a serio rischio il processo di integrazione. Per coltivare ancora il sogno di una unione dei popoli europei, occorre riscoprire una intensa dimensione giuridica, amministrativa e costituzionale insieme, in cui il diritto non funga da mera infrastruttura delle istanze economiche e finanziarie, ma svolga un ruolo di guida nei rapporti tra diritto, politica ed economia e traghetti verso un nuovo ordine europeo.

Aldo Sandulli
è professore ordinario di Diritto amministrativo presso la Facoltà di Giurisprudenza dell'Università di Napoli Suor Orsola Benincasa. È Preside della Facoltà dal 2014. È autore di cinque studi monografici (su principio di proporzionalità, procedimento amministrativo, sistema di istruzione, storia della cultura giuridica, diritto europeo) e di più di duecento pubblicazioni nei settori del diritto amministrativo e costituzionale. È direttore di Munus. Rivista giuridica dei servizi pubblici dal 2011.

Indice

Prologo
La prismatica formazione dell'ordinamento europeo
(Il diritto quale formante della storia europea; Lo Stato moderno "parla" il diritto, l'ordinamento europeo è poliglotta; I modelli di integrazione europea)
Il rapporto del diritto europeo con l'economia e la finanza
(La nuova legalità europea "ibrida" e il pluralismo metodologico; Lo scivolamento del diritto europeo verso l'economia e la finanza; La logica economica nel diritto pubblico; Dalla legalità formale all'efficientamento amministrativo; L'utilizzo strumentale del diritto come infrastruttura e il disequilibrio funzionale verso l'economia e la finanza il ruolo del diritto in Europa)
Expertise tecnica e legittimazione democratica nel diritto europeo dell'ultimo quarto di secolo
(Lo sviluppo di una burocrazia tecnica europea nella latitanza della politica; I dilemmi della legittimazione democratica; Costituzionalizzare e democratizzare l'ordinamento europeo)
La capacità adattativa ed espansiva del diritto amministrativo nella costruzione dell'ordinamento europeo
(L'affrancatura del diritto amministrativo e le difficoltà del diritto costituzionale europeo; Le tradizioni giuridiche endogene ed esogene nell'evoluzione del diritto amministrativo europeo: la Francia e la Germania; gli Stati Uniti; L'impalpabilità dell'influenza italiana)
La scienza del diritto amministrativo nella costruzione dell'ordinamento europeo
(Perché un'analisi diacronica della scienza del diritto amministrativo europeo; Gli anni Cinquanta: i primordi del diritto amministrativo europeo e la formazione di una "atmosfera amministrativa"; Gli anni Sessanta e Settanta: lo sviluppo dell'amministrazione e la "costituzionalizzazione" dei Trattati da parte del giudice europeo; Gli anni Ottanta e Novanta: la fondazione del diritto amministrativo europeo e della sua scienza; Il nuovo millennio: il ruolo proattivo della scienza del diritto amministrativo tra crisi e opportunità)
Il diritto nel nuovo ordine europeo
(La resilienza dell'Europa del diritto: terminus or short stop?; Una interdisciplinarietà a primazia giuridica; Per un diritto pubblico orientato al "realismo utopico")
Epilogo.




newsletter facebook rss

Linkedin Facebook Twitter RSS Informatemi