Pratiche di riduzione dello spreco alimentare e inclusione sociale
Contributi
Piergiorgio Degli Esposti, Lucia Marciante, Umberto Mezzacapo, Melissa Moralli, Stefano Spillare
Livello
Studi, ricerche. Textbook, strumenti didattici
Dati
pp. 128,      1a edizione  2018   (Codice editore 266.1.33)
Peer reviewed content
Peer Reviewed Content

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 16,50
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891780379

In breve
Attraverso i risultati di una ricerca sul territorio nazionale, il volume fa il punto sulle pratiche di riduzione dello spreco alimentare orientate all’inclusione sociale presenti in Italia. Superando una visione meramente economicistica, il libro focalizza l’attenzione sull’impatto sociale delle pratiche dell’antispreco alimentare, valutando se e in che misura esse possano essere considerate delle risposte innovative alla crisi che ha attraversato l’Italia nell’ultimo decennio.
Presentazione del volume

Per molto tempo ai margini del dibattito pubblico e politico occidentale, lo spreco alimentare sta diventando un tema centrale nella più ampia riflessione sull'innovazione dei modelli di sviluppo locale e globale nell'ottica della sostenibilità e della giustizia sociale.
Ogni anno nel mondo circa un terzo della produzione totale di cibo viene sprecato, con conseguenze economiche, ambientali e sociali devastanti. Un'enorme quantità di prodotti alimentari viene mandata in discarica mentre la fame e la povertà alimentare continuano ad affliggere il pianeta, anche nei paesi industrializzati dove si assiste all'emergere di nuove situazioni di disagio e di fragilità sociale.
Il volume fa il punto sulle pratiche di riduzione dello spreco alimentare orientate all'inclusione sociale presenti in Italia, attraverso i risultati di una ricerca sul territorio nazionale: dalle esperienze di recupero e redistribuzione di prodotti alimentari invenduti e scartati, alle pratiche promosse all'interno delle reti di economia solidale a filiera corta locale, per arrivare, infine, alle piattaforme digitali sulle quali è possibile scambiare e condividere cibo.
Superando una visione meramente economicistica, il libro focalizza l'attenzione sull'impatto sociale delle pratiche dell'antispreco alimentare, valutando se e in che misura esse possano essere considerate delle risposte innovative alla crisi che ha attraversato l'Italia nell'ultimo decennio, alle emergenti situazioni di disagio e di diseguaglianza, attraverso la ricomposizione del divario che separa comportamenti economici e dimensione sociale.

Roberta Paltrinieri
è professore di Sociologia dei processi culturali e comunicativi presso il Dipartimento delle Arti dell'Università di Bologna. È responsabile scientifico del Ces.Co.Com., Centro studi avanzati sul consumo e la comunicazione.

Paola Parmiggiani
è professore di Sociologia dei processi culturali e comunicativi presso il Dipartimento di Sociologia e Diritto dell'Economia dell'Università di Bologna.

Indice
Roberta Paltrinieri, Paola Parmiggiani, Premessa
Roberta Paltrinieri e Paola Parmiggiani, Riduzione dello spreco alimentare, sostenibilità e inclusione sociale
Piergiorgio Degli Esposti, L'universo semantico dell'antispreco alimentare
Melissa Moralli,
Il recupero e la redistribuzione di prodotti invenduti e/o scartati: cinque casi studio a confronto
Stefano Spillare,
Lotta allo spreco alimentare nei circuiti di approvvigionamento alternativi
Lucia Marciante, Umberto Mezzacapo,
Dall'eccesso all'accesso: pratiche di riduzione dello spreco alimentare nell'era digitale
Paola Parmiggiani,
Potenzialità innovative e limiti delle pratiche di contrasto allo spreco alimentare: un quadro di sintesi
Riferimenti bibliografici
Gli autori.