Investimento sociale e Welfare Society. La morfogenesi della Croce Rossa Italiana
Autori e curatori
Contributi
Andrea Bassi
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 302,      1a edizione  2019   (Codice editore 1534.2.44)
Peer reviewed content
Peer Reviewed Content

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 39,00
Disponibilità: Discreta




Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891782915
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 27,00
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891794369
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve
Il volume costituisce uno studio di caso sociologico sulla Croce Rossa Italiana, non soltanto per ricostruirne la morfogenesi come Ente di Terzo Settore, ma soprattutto per identificarne i punti di forza e di debolezza, nonché le opportunità e le minacce che dovrà affrontare nel futuro. Dalle più tradizionali attività di soccorso nelle emergenze a un sempre più marcato impegno assistenziale, fino a un’embrionale partecipazione alle politiche di investimento sociale, la CRI emerge oggi come una realtà di primo piano nella welfare society.
Presentazione del volume

La sociologia del welfare è, per sua natura, fortemente connotata da un approccio interdisciplinare. L'analisi delle politiche, degli apparati e delle organizzazioni che producono benessere per i cittadini non può prescindere da una forte integrazione con l'economia, la politologia e la storia. Con questa impostazione, da oltre mezzo secolo i sociologi del welfare analizzano e interpretano le politiche sociali del passato e del presente, elaborando modelli idealtipici per comprendere logiche e funzionamento dei welfare states esistenti nei vari Paesi, e tracciano strategie innovative verso il futuro per superare le sfide prodotte dai mutamenti della società.
Nel contesto attuale, ricco di nuovi problemi e opportunità per la classe politica, e di stimoli per la comunità scientifica, si inserisce il caso concreto della Croce Rossa, un'organizzazione umanitaria laica esistente da oltre 150 anni e presente in 190 Paesi attraverso le proprie Società Nazionali. La sua nascita si intreccia con quella del moderno welfare state, e oggi è parte del sistema di welfare di numerosi Paesi, in forme e con ruoli di volta in volta diversi. La Croce Rossa Italiana (CRI), in particolare, ha avuto a lungo un rapporto molto stretto con lo Stato, anche a causa del suo status più che decennale di ente pubblico. Tuttavia recentemente una nuova regolazione normativa, avviata nel 2012 e conclusa con la cosiddetta "riforma del Terzo Settore" (2016-17), ha attribuito alla CRI, a pieno titolo, lo stato giuridico di Ente di Terzo Settore (ETS).
Il presente lavoro costituisce uno studio di caso sociologico avente come oggetto la CRI, non soltanto per ricostruirne la morfogenesi in quanto ETS, ma soprattutto per identificarne i punti di forza e di debolezza, nonché le opportunità e le minacce che dovrà affrontare nel prossimo futuro. Dalle più tradizionali attività di soccorso nelle emergenze nazionali e internazionali, ad un sempre più marcato impegno assistenziale, fino a una embrionale partecipazione alle politiche di investimento sociale, la CRI emerge oggi come una realtà di primo piano nella welfare society.

Alessandro Fabbri, dottore di ricerca in Storia e in Sociologia e Ricerca Sociale, è assegnista di ricerca presso il Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali dell'Università di Bologna. È autore di numerosi contributi e articoli scientifici; si segnalano in particolare Terzo Settore e Cure palliative, "Salute e Società", 2017, XVI, e Tra pubblico e privato: la metamorfosi della CRI, "Non Profit", 2017, XXIII, di cui è coautore insieme ad Andrea Bassi.

Indice
Andrea Bassi, Prefazione
Introduzione
Parte I
L'evoluzione dei modelli di welfare state: dibattito e classificazioni
(Le prime teorie generali sul welfare: i modelli di welfare state; Esping-Andersen e l'elaborazione di nuovi modelli di welfare state; I welfare states mediterranei; Conclusioni)
Il modello sociale europeo e il paradigma dell'investimento sociale
(Il modello sociale europeo; Il paradigma dell'investimento sociale; Conclusioni)
Welfare, Terzo Settore e welfare society
(La riflessione dei sociologi su welfare e Terzo Settore; Il Terzo Settore nel quadro del welfare italiano; Conclusioni)
Parte II
La Croce Rossa nel mondo e in Italia
(Che cos'è la Croce Rossa?; La Croce Rossa negli USA; La Croce Rossa in Europa; La Croce Rossa a livello internazionale; Conclusioni)
La storia della CRI nel quadro dello sviluppo del welfare state italiano: dal 1864 al 1945
(Dalle origini della CRI alla Grande Guerra; La CRI dalla Grande Guerra al Fascismo; La CRI dal Fascismo alla Repubblica; Conclusioni)
La storia della CRI nel quadro dello sviluppo del welfare state italiano: dal 1945 ai giorni nostri
(La CRI nell'Italia repubblicana: i "30 gloriosi" all'italiana; La CRI fra Prima e Seconda Repubblica; Conclusioni)
Parte III
Il ruolo della CRI oggi: il quadro normativo e la nuova configurazione statutaria
(Il nuovo status giuridico della CRI: dal Decreto Legislativo n. 178 del 28 settembre 2012 alla riforma del Terzo Settore; Il nuovo Statuto della CRI; Conclusioni)
La dimensione organizzativa della CRI
(La gestione delle risorse economico-finanziarie; La gestione delle risorse umane: dipendenti e soci; La strategia 2020: le attività istituzionali della CRI; Conclusioni)
Considerazioni finali
Bibliografia di riferimento
Sitografia di riferimento.