La memoria di lavoro nei disturbi del neurosviluppo. Dalle evidenze scientifiche alle applicazioni cliniche ed educative
Contributi
Cesare Cornoldi
Livello
Textbook, strumenti didattici. Testi per insegnanti, operatori sociali e sanitari. Testi per psicologi clinici, psicoterapeuti
Dati
pp. 200,      1a edizione  2019   (Codice editore 1248.1.1)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 26.00
Disponibilità: Buona


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891787613

In breve
Il volume offre una revisione degli studi che hanno analizzato il coinvolgimento della memoria di lavoro e delle funzioni esecutive in bambini con diversi disturbi del neurosviluppo. Dopo una descrizione delle ricerche sullo sviluppo tipico, vengono passati in rassegna gli studi che si sono focalizzati sui vari disturbi del neurosviluppo. Le ricerche prese in esame consentono un confronto trasversale su punti di forza e debolezza del profilo cognitivo nei vari disturbi, in un’ottica dimensionale che tiene conto dell’elevata comorbilità che caratterizza la casistica in età evolutiva.
Presentazione del volume

La memoria di lavoro e le funzioni esecutive sono implicate in molteplici attività della vita quotidiana: da situazioni più banali, come ricordare una sequenza di numeri, ad ambiti più complessi, quali gli apprendimenti scolastici, fino all'inibizione di comportamenti inopportuni. Non stupisce quindi che questi processi cognitivi siano tutt'oggi oggetto di indagine anche nell'ambito dei disturbi del neurosviluppo.
Il volume offre una revisione degli studi che hanno analizzato il coinvolgimento della memoria di lavoro e delle funzioni esecutive in bambini con diversi disturbi del neurosviluppo. Dopo una descrizione dei modelli di riferimento e delle ricerche sullo sviluppo tipico, vengono passati in rassegna gli studi che si sono focalizzati sui vari disturbi del neurosviluppo, tra cui il disturbo dello spettro dell'autismo, i DSA, l'ADHD. Le ricerche prese in esame consentono un confronto trasversale su punti di forza e debolezza del profilo cognitivo nei vari disturbi, in un'ottica dimensionale che tiene conto dell'elevata comorbilità che caratterizza la casistica in età evolutiva.
Il volume affronta anche il tema dell'utilità dei training di memoria di lavoro, in riferimento a recenti metanalisi e dati di efficacia. Nell'ultimo capitolo, infine, vengono descritti alcuni casi utili sia ai professionisti sia ai lettori meno esperti per comprendere l'applicazione dei risultati delle ricerche.

Irene C. Mammarella, professore associato di Psicologia dello sviluppo presso l'Università di Padova, fa parte del consiglio direttivo dell'AIRIPA, coordina l'associazione italiana disturbo nonverbale (AIDNV), è socio fondatore dello spin-off universitario Lab.D.A e dell'associazione internazionale SRLD. I suoi interessi di ricerca riguardano i processi cognitivi ed emotivi in diversi disturbi del neurosviluppo. È autrice di numerose pubblicazioni internazionali su riviste scientifiche.

Ramona Cardillo, assegnista di ricerca post-doc presso l'Università di Padova, è iscritta a diverse società scientifiche e membro del coordinamento dell'associazione italiana disturbo nonverbale (AIDNV). I suoi interessi di ricerca riguardano il disturbo dello spettro dell'autismo, il disturbo nonverbale e l'ADHD. È autrice di pubblicazioni nazionali e internazionali su riviste specializzate.

Sara Caviola, ricercatore in Psicologia dello sviluppo presso l'Università di Leeds (UK), è stata vincitore di un bando Marie-Curie presso l'Università di Cambridge (UK). È iscritta a diverse società scientifiche internazionali e membro del coordinamento regionale AIRIPA Veneto. I suoi interessi di ricerca riguardano l'apprendimento dell'abilità matematica in bambini a sviluppo tipico e con disturbi specifici dell'apprendimento. È autrice di diverse pubblicazioni nazionali e internazionali su riviste specializzate.

Indice
Cesare Cornoldi, Prefazione
La memoria di lavoro: perché studiarne il funzionamento nei disturbi del neurosviluppo?
(Memoria di lavoro: i modelli interpretativi; Lo sviluppo della memoria di lavoro; Le funzioni esecutive; Conclusioni)
La memoria di lavoro nel disturbo dello spettro autistico
(Il disturbo dello spettro autistico; La memoria di lavoro e le funzioni esecutive nei disturbi dello spettro dell'autismo; Studi di neuroimaging; Conclusioni)
La memoria di lavoro nel disturbo da deficit di attenzione e iperattività
(Il disturbo da deficit di attenzione e iperattività; La memoria di lavoro e le funzioni esecutive in ADHD; Le funzioni esecutive; Studi di neuroimaging; Implicazioni cliniche ed educative; Conclusioni)
La memoria di lavoro nei disturbi specifici dell'apprendimento
(I disturbi specifici dell'apprendimento; Disturbo specifico della lettura strumentale (dislessia); Disturbo specifico del calcolo (discalculia); Disturbi della scrittura (disortografia); Conclusioni ed implicazioni a livello educativo)
La memoria di lavoro nel disturbo nonverbale (disturbo dello sviluppo delle abilità visuospaziali)
(Il disturbo nonverbale; Memoria di lavoro e funzioni esecutive nel disturbo nonverbale; Conclusioni)
La memoria di lavoro nel disturbo del linguaggio
(Il disturbo del linguaggio; La memoria di lavoro e le funzioni esecutive nel disturbo del linguaggio; Studi di neuroimaging; Impatto sul funzionamento quotidiano e conclusioni)
Memoria di lavoro nel disturbo dello sviluppo della coordinazione motoria
(Il disturbo dello sviluppo della coordinazione motoria; Memoria di lavoro e funzioni esecutive nel disturbo di coordinazione motoria; Conclusioni)
Memoria di lavoro nelle disabilità intellettive
(La disabilita intellettiva; Memoria di lavoro e disabilita intellettiva con causa sconosciuta; Il ruolo della memoria di lavoro e delle funzioni esecutive nello svolgimento di attività quotidiane; Sindromi genetiche e memoria di lavoro; Memoria di lavoro nella sindrome di Down; Conclusioni)
I training di memoria di lavoro e la loro applicazione nei disturbi del neurosviluppo
(I training di memoria di lavoro; Effetti specifici e di generalizzazione dei training di ML; Applicazione di training di memoria di lavoro nei disturbi del neurosviluppo; I training di memoria di lavoro: dai dati di ricerca ai risvolti clinici ed educativi; Conclusioni)
La memoria di lavoro nei disturbi del neurosviluppo: esemplificazione di casi clinici
(Il disturbo dello spettro dell'autismo: il caso di Federico; Il disturbo specifico dell'apprendimento: il caso di Ludovica; Il disturbo nonverbale: il caso di Carlo)
Bibliografia.



  • Psichiatria, neuropsichiatria, neuroscienze, psicofisiologia, psicobiologia
  • Psicologia cognitiva, psicologia della personalità
  • Psicologia sociale, di comunità, politica, ambientale, dell'emergenza, del turismo
  • Scienze e tecniche psicologiche per l'intervento clinico

    Scienze e tecniche psicologiche per il lavoro, l'impresa, le organizzazioni

    Teoria e tecniche dei test, psicometria, psicodiagnostica

    Scienze e tecniche psicologiche dello sviluppo e dell'educazione

    Teoria e tecniche per la riabilitazione

    Prevenzione e clinica delle dipendenze

    Psicologia giuridica, investigativa, forense, criminale, psicologia della devianza

    Psicologia della salute, psicologia del benessere, educazione al benessere

    Psicologia dell’arte e della letteratura, psicologia estetica

    Storia della psicologia

    Professione psicologo

    Servizi di cura


    Pubblicità